Notizie recenti sulla guerra in Russia e Ucraina

Il procuratore capo dell’Ucraina afferma che 410 corpi sono stati trovati in città da quando le forze russe si sono ritirate vicino a Kiev, nell’ambito di un’indagine su possibili crimini di guerra, secondo Reuters. Tuttavia, il procuratore generale dell’Ucraina Irina Venedikova ha affermato che alcuni dei presunti testimoni sono rimasti “scioccati” dalla loro testimonianza e non è stato possibile contattarli per un commento.

Il sindaco della città di Pucha, 23 miglia a nord-ovest di Kiev, liberata dalle forze ucraine, ha detto a Reuters che 300 residenti sono stati uccisi quando militanti ceceni hanno preso il controllo dell’area.

La Russia ha negato le accuse secondo cui le sue forze hanno ucciso civili a Pucha. I pubblici ministeri ucraini sono stati in grado di entrare per la prima volta nelle città di Pucha, Irbin e Hostomal domenica e Venedikova ha affermato di aver bisogno di più tempo per determinare l’entità dei crimini.

“Dobbiamo lavorare con i testimoni”, ha detto a Reuters. “Le persone di oggi sono così depresse che non possono parlare fisicamente”.

Da parte sua, il ministro dell’Interno ucraino Denis Monastirsky ha affermato che era chiaro che centinaia di civili erano stati uccisi, ma non voleva dire esattamente quanti fossero lì.

In precedenza, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia di genocidio contro il popolo ucraino, dicendo in un’intervista: “Abbiamo più di 100 razze nazionali. Si tratta dell’annientamento di quelle razze nazionali”.

Zelenskyy ha fatto quei commenti dopo essere stato avvertito che il paese voleva catturare l’est e il sud del paese. Ha aggiunto che le forze ucraine hanno ripreso il controllo delle comunità di Kiev e Chernihiv.

READ  La Russia esorta l'Ucraina a deporre le armi nella guerra di Siverodonetsk

Zelenskyy ha chiesto un cessate il fuoco prima di un incontro con il presidente russo Vladimir Putin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.