L’ultima dimora di Internet Explorer: la “commedia di livello mondiale” in Corea del Sud

Per commemorare il suo armadio, ha speso 430.000 dollari al mese ($ 330) per progettare e ordinare una lapide con il logo “e” di Explorer e l’epitaffio inglese: “È un buon strumento per il download su altri browser”.

La foto della tomba è diventata virale dopo un servizio funebre in un hotel gestito da suo fratello nella città meridionale di Kyongju.

Microsoft Il supporto è stato ridotto Dopo una pausa di 27 anni dall’onnipresente Internet Explorer, mercoledì si concentrerà sul suo browser più veloce, Microsoft Edge.

Jung ha detto che il monumento mostrava sentimenti contrastanti per il vecchio software che aveva avuto un ruolo così importante nella sua carriera.

“È una rottura di palle, ma la definirei una relazione di amore-odio perché Explorer una volta ha dominato”, ha detto.

Ha affermato di aver riscontrato che ci voleva più tempo per assicurarsi che i suoi siti Web e le sue applicazioni online funzionassero in Explorer rispetto ad altri browser.

Ma i suoi clienti gli hanno chiesto ripetutamente di assicurarsi che i loro siti web fossero buoni in Explorer, che è stato il browser predefinito negli uffici del governo sudcoreano e in molte banche per anni.

Lanciato nel 1995, è diventato Explorer Il browser leader nel mondo È stato integrato con il sistema operativo Windows di Microsoft per oltre un decennio ed è già stato installato su miliardi di computer.

Ma ha iniziato a perdere terreno rispetto a Google Chrome alla fine degli anni 2000 ed è diventato oggetto di innumerevoli web meme, con alcuni sviluppatori che hanno suggerito che fosse lento rispetto ai suoi concorrenti.

READ  Le azioni scendono quando il rendimento del Tesoro a 10 anni torna al livello chiave del 4%.

Jung ha detto che voleva mantenere la tomba e far ridere la gente, ma si stava ancora chiedendo fino a che punto fosse quella battuta online.

“Questo è un altro motivo per cui ringrazio Explorer, che ora mi ha permesso di creare commedie di livello mondiale”, ha detto.

“Mi dispiace che se ne sia andato, ma non mi mancherà. Quindi è il resto, una buona morte per me.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.