L’inflazione dell’Eurozona ha raggiunto un altro record a causa dell’aumento dei prezzi di cibo ed energia

Un mercato nel centro della città di Bonn, in Germania, il 5 febbraio 2022.

Norfoto | Norfoto | Getty Images

I prezzi dell’Eurozona hanno continuato a salire a maggio, toccando livelli record per il settimo mese consecutivo.

Secondo i dati preliminari dell’Ufficio europeo di statistica martedì, l’inflazione si è attestata all’8,1% al mese, superiore alle aspettative per i record di aprile del 7,4% e del 7,8%.

Ciò viene sulla scia dei crescenti timori di inflazione provenienti da diverse grandi economie europee negli ultimi giorni. L’inflazione tedesca (paragonabile ad altri paesi dell’UE) è stata dell’8,7% su base annua a maggio, con i dati preliminari che mostrano un forte calo dall’8% di aprile e dal 7,8% ad aprile, battendo le aspettative degli analisti.

L’inflazione francese è salita al 5,8% a maggio dal 5,4% di aprile, mentre i prezzi al consumo consensuali spagnoli sono aumentati dell’8,5% su base annua a maggio, superando le aspettative dell’8,1%.

In tutta la zona euro, gli aumenti annui record dei prezzi al consumo hanno portato a un aumento dei costi energetici del 39,2% (dal 37,5% di aprile) e a un aumento del 7,5% dei prezzi di generi alimentari, alcol e tabacco (dal 6,3%).

Tuttavia, in assenza di prezzi energetici e alimentari, l’inflazione è salita al 3,8% dal 3,5%, ha affermato Eurostat.

I prezzi sono aumentati negli ultimi mesi poiché le guerre in Ucraina, in particolare per i costi alimentari ed energetici, hanno bloccato le esportazioni e i paesi occidentali hanno lottato per ridurre la loro dipendenza dal gas russo.

I leader dell’UE hanno deciso lunedì alla fine di vietare il 90% del petrolio greggio russo entro la fine dell’anno. Invio di prezzi più alti. Charles Michael, presidente del Consiglio europeo, ha affermato che la mossa influirà immediatamente sul 75% delle importazioni di petrolio della Russia.

READ  Ucraina-Russia: il sindaco di Kiev ha avvertito i residenti fuggiti a causa della rinnovata offensiva russa di non tornare.

L’inflazione – che è costantemente alta non solo in Europa ma anche nel Regno Unito, negli Stati Uniti e oltre – sta causando grattacapi alle banche centrali, che stanno anche bilanciando il rischio di recessione.

All’inizio di questo mese, Banca Centrale Europea La presidente Christine Lagarde ha dichiarato in una riunione della banca centrale a luglio che si aspetta un aumento dei tassi di interesse.

“Sulla base delle prospettive attuali, è probabile che entro la fine del terzo trimestre sarà fuori dai tassi di interesse negativi”. Ha scritto in un post sul blog. “Se l’economia della zona euro si riscalda a causa dello shock positivo della domanda, avrebbe senso che i tassi ufficiali continuassero a salire al di sopra del tasso neutro”.

L’organo direttivo della BCE si riunisce il 9 giugno e poi il 21 luglio.

Jari Stehn, capo economista europeo di Goldman Sachs, ha dichiarato martedì alla CNBC che la Wall Street Bank prevede un tasso di deposito della BCE di 25 punti base in ciascuno dei suoi prossimi incontri del prossimo anno, attualmente all’1,5% a giugno. 2023. Goldman prevede che l’inflazione complessiva dell’area dell’euro sarà del 9% a settembre.

“Ma tieni presente che la maggior parte di questi è guidata dai prezzi dell’energia, la maggior parte è guidata da problemi legati alle turbolenze globali e i numeri chiave dell’inflazione, se si eliminano i prezzi di cibo ed energia, si aggirano intorno al 3,5%. La crescita dei salari è superiore a 2 %”, ha detto Stein in una dichiarazione martedì.

“Quindi le principali pressioni inflazionistiche nell’area dell’euro si sono definitivamente stabilizzate, motivo per cui pensiamo che si normalizzeranno molto rapidamente, ma non stanno operando agli stessi livelli che vediamo negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Dobbiamo prendere una decisione più approccio decisivo all’inasprimento”.

READ  I mercati azionari stanno vacillando mentre gli investitori reagiscono all'aumento dell'inflazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.