Le azioni hanno assistito a un forte calo dal 2020 poiché le banche centrali hanno stimolato i mercati

  • La BOJ è un emarginato poiché le principali banche centrali alzano i tassi
  • Aumentano i timori di una recessione tra gli investitori
  • Le azioni statunitensi salgono; L’S&P 500 è aumentato dello 0,9%

LONDRA, 17 giugno (Reuters) – Le azioni globali si avviano verso la settimana peggiore dal crollo catastrofico dei mercati nel marzo 2020, quando le principali banche centrali hanno raddoppiato la loro politica restrittiva nel tentativo di frenare l’inflazione e mantenere gli investitori concentrati sulla crescita economica futura.

Il più grande aumento dei tassi statunitensi dal 1994, la prima mossa svizzera del genere in 15 anni, il quinto aumento dei tassi di interesse britannici da dicembre e la mossa della Banca centrale europea di aumentare il debito del sud prima di futuri aumenti hanno tutti ribaltato i mercati.

La Banca del Giappone uscirà venerdì, l’unica settimana in cui i prezzi del denaro in tutto il mondo sono aumentati, mantenendosi a zero per il rendimento a 10 anni. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Classi immobiliari, dopo una settimana di boxe si muove attraverso le azioni globali (.MIWD00000PUS) Venerdì è stato l’equivalente di tagliare le perdite settimanali al 5,5% e lasciare l’indice per un forte calo settimanale settimanale di oltre due anni.

Durante la notte in Asia, il dollaro è salito dell’1,9% a 134,70 rispetto allo yen in condizioni di volatilità, mentre il più ampio indice MSCI delle azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone. (.MIAPJ0000PUS) È stato trascinato dalle vendite in Australia ed è sceso al minimo di cinque settimane. Nikkei del Giappone (.N225) È sceso dell’1,8% a un calo settimanale di quasi il 7%.

READ  Il rappresentante Sean Gaston vincerà la nomination democratica nel 6° distretto congressuale dell'Illinois

I futures S&P 500 sono in rialzo dello 0,8% e i futures Nasdaq 100 sono in rialzo dell’1,2%, sebbene entrambi rimarranno sommersi durante la settimana.

“La tassazione più aggressiva della banca centrale punta sia alla crescita economica che alle azioni”, ha affermato Mark Heffel, chief investment officer di UBS Global Wealth Management. “I rischi di una recessione stanno aumentando man mano che gli Stati Uniti raggiungono un atterraggio regolare. L’economia sembra essere sempre più difficile”.

I dati degli analisti della Bank of America mostrano che oltre l’88% degli indici azionari viene scambiato al di sotto delle medie mobili di 50 e 200 giorni, portando i mercati a “vendere con sofferenza”.

Senso unico

Obbligazioni e monete hanno tremato dopo una settimana sulle montagne russe.

Giovedì, i dati sul lavoro e sull’edilizia abitativa negli Stati Uniti hanno mostrato dati al dettaglio deludenti, preoccupazioni per l’impatto del dollaro e l’aiuto del Tesoro. leggi di più

I rendimenti dei Treasury statunitensi a 10 anni di riferimento sono scesi di quasi 10 punti base durante la notte, ma alla fine si sono attestati al 3,2200%. I rendimenti aumentano quando i prezzi scendono.

I rendimenti obbligazionari dell’Europa meridionale sono scesi drasticamente venerdì dopo che il capo dell’ECP Christine Lagarde ha riportato maggiori dettagli sui suoi piani per sviluppare uno strumento per supportare i rendimenti.

Il rendimento a 10 anni della Germania, come misura dell’area dell’euro, si è attestato all’1,66%.

Nelle ultime sessioni, il dollaro si è ritirato dal massimo degli ultimi 20 anni, ma non è sceso molto e alla fine è salito dello 0,5%, chiudendo la settimana stabile contro un paniere di valute.

La sterlina è cresciuta dell’1,4% dopo un aumento di 25 punti a punto giovedì e alla fine è scesa dello 0,5% mentre è entrata in una settimana stabile. L’ultimo biennio delle Gilde è stato del 2,091%.

READ  La Russia esorta l'Ucraina a deporre le armi nella guerra di Siverodonetsk

“Nonostante l’aspetto calmo nei mercati odierni, gli investitori devono passare dalla strategia di atterraggio morbido a quella dura, il che significa che devono cambiare completamente le difese o il rischio”, ha affermato Stephen Innes, managing partner di SPI Asset Management.

Prima che i prezzi si stabilizzassero, i timori di crescita hanno avuto un impatto sui viaggi bassi. Il greggio Brent era a 120,40 dollari al barile. Bitcoin è salito del 2,8% a $ 20.943 mentre l’oro intraday è sceso dello 0,6% a $ 1.848 l’oncia.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto aggiuntivo di Tom Westbrook; Montaggio di Lincoln Feast, Angus Maxwan e Andrew Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.