La Russia occupa l’Ucraina, si riunisce l’Assemblea Generale dell’Onu

I leader europei pianificano di andarsene gradualmente Importazione di carbone russo Risposta alle molestie Viste a PuchaSobborgo di Kiev.

Martedì, la Commissione europea ha proposto un divieto di eliminazione graduale delle importazioni di carbone russo per un valore di 4 miliardi di euro (4,3 miliardi di dollari) all’anno nell’ambito delle sanzioni del Quinto emendamento progettate per ridurre ulteriormente il fronte di guerra del presidente russo Vladimir Putin. Altri progetti puntano alla tecnologia russa e alle importazioni manifatturiere, oltre a 10 miliardi di euro (10,9 miliardi di dollari).

L’Europa ha imposto Punizione delle sanzioni all’economia russa Alla fine di febbraio, i carri armati di Putin sono entrati in Ucraina, ma fino ad ora hanno smesso di prendere di mira il settore energetico russo. Le immagini di civili disarmati che vengono costruiti e uccisi a colpi di arma da fuoco per le strade di Pucha, che era sotto l’occupazione russa fino a poco tempo fa, hanno trasformato i leader in un dilemma.

Ulteriori dettagli sul nuovo round di sanzioni, inclusa la scadenza per il divieto del carbone, sono attesi quando gli ambasciatori dell’UE si incontreranno mercoledì. Queste misure richiedono ancora l’approvazione di 27 Stati membri.

Consentire il carbone morderà alcuni paesi europei, ma è una delle fonti di energia più facili: la maggior parte del mondo sta già facendo proprio questo. Domanda difficile: cosa succede dopo?

Quanto carbone russo va in Europa? Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, la Russia era il terzo esportatore mondiale di carbone entro il 2020, dopo l’Europa e l’Indonesia, il maggiore consumatore d’Europa.

Il continente ha ricevuto 57 milioni di tonnellate di carbon fossile russo quell’anno, rispetto ai 31 milioni di tonnellate della Cina, secondo i dati dell’AIE. Secondo Eurostat, quell’anno rappresentava più della metà del carbone europeo.

READ  Nadal raggiunge la finale degli Open di Francia dopo che Sverev è stato costretto al ritiro per infortunio | Open di Francia 2022

Ma l’UE si stava già allontanando dai combustibili fossili sporchi del mondo.

La quantità di elettricità generata dal carbone è diminuita costantemente in tutto il blocco negli ultimi anni, che è diminuita del 29% tra il 2017 e il 2019, secondo Ember Analysis, un think tank sull’energia.

E l’IEA prevede che la domanda europea di carbone continuerà il suo costante declino, nonostante un breve aumento lo scorso anno quando i prezzi del gas hanno raggiunto livelli record. Anche prima dell’invasione russa dell’Ucraina, le importazioni totali avrebbero dovuto diminuire del 6% nel 2024.

Altri paesi potrebbero farsi avanti per acquistare carbone russo. L’IEA prevede che le importazioni di carbone dell’India cresceranno del 4% entro il 2024 e di oltre il 6% nel sud-est asiatico. La Russia ha già beneficiato dell’impennata delle esportazioni verso la Cina dopo Xi Jinping Impedisce le importazioni australianeLo ha detto la società in un rapporto di dicembre.

Per saperne di più:

L'Europa sta finalmente arrivando dopo il potere della Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.