Ji cinese afferma che Hong Kong si sta spostando “dal caos al governo”

Pechino – Presidente cinese Xi Jinping Venerdì apre la strada al futuro di Hong Kong, saldamente inserita nel panorama degli obiettivi del governo federale.

“Ora Hong Kong è in una nuova fase di passaggio dal caos alla gestione e poi dalla gestione a una maggiore prosperità”, ha affermato Xi all’inaugurazione del nuovo CEO di Hong Kong John Lee.

“I prossimi cinque anni saranno cruciali per Hong Kong per costruire una nuova base e lanciare una nuova partenza”, ha detto GG, che è stato trasmesso in traduzione inglese dai media statali.

Xi ha supervisionato l’inaugurazione di Lee, un lealista di Pechino che è stato l’unico candidato alla carica alle elezioni di maggio.

Il mandato di Lee era di cinque anni e la sua inaugurazione ha coinciso con il 25° anniversario della consegna della città alla Cina dal dominio coloniale britannico.

Il 1° luglio 2022 il presidente cinese Xi Jinping e il nuovo CEO di Hong Kong John Lee hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione. G, nel suo primo viaggio fuori terra dopo l’attacco del governo, ha presieduto la cerimonia.

Giustino Peccato | Bloomberg | Getty Images

Le persone hanno imparato a proprie spese che Hong Kong non dovrebbe essere sconvolta e non può vedere il caos.

Xi Jinping

Presidente, Cina

Ha notato l’obiettivo della Cina del secondo secolo di “costruire una nazione socialista moderna prospera, forte, democratica, culturalmente avanzata e armoniosa” entro il 2049, che segna il 100° anniversario della Repubblica popolare cinese.

Xi: il caos di Hong Kong “non si può comprare”

Xi ha ribadito il ruolo di “una nazione, due organizzazioni” nel raggiungimento di quegli obiettivi nazionali o “quattro convinzioni”.

Questa politica consente a Hong Kong di funzionare come una regione semi-autonoma sotto il governo di Pechino, pur avendo una certa autonomia legale ed economica che altre città cinesi non hanno.

Le violente proteste su larga scala nel 2019 sono state inizialmente innescate da modifiche proposte alla legislazione che consentiva l’estradizione in Cina, una mossa adottata da molti a Hong Kong che andava contro la politica “un paese, due organizzazioni”.

Venerdì, Xi ha parlato in modo relativamente ampio dei disordini sociali degli ultimi anni.

“Le persone hanno imparato a proprie spese che Hong Kong non dovrebbe essere soggetta all’instabilità e non può vedere il caos”, ha affermato. “C’è un ampio consenso sul fatto che non si dovrebbe sprecare tempo nello sviluppo di Hong Kong e che tutte le interruzioni dovrebbero essere eliminate in modo che Hong Kong possa concentrarsi sullo sviluppo”.

Il PIL di Hong Kong si è ridotto nel 2019 e nel 2020, anche prima che le proteste sconvolgessero l’economia locale. L’epidemia ha chiuso la città agli stranieri e ai grandi turisti. La regione è uno dei maggiori centri finanziari internazionali in Asia.

Xi ha affermato che Hong Kong ha contribuito a collegare la terraferma con il mondo e che la città cinese è “incapace” di contribuire allo sviluppo economico della “patria”. Ha notato il ruolo chiave di Hong Kong nell’apertura del mercato interno cinese ad altre parti del mondo.

“Continua a mantenere la sua forza di essere molto indipendente, aperta e a suo agio con le regole internazionali”, ha affermato il presidente cinese.

Il PIL di Hong Kong crescerà del 6,4% nel 2021. Tuttavia, l’economia si è contratta del 4% nel primo trimestre di quest’anno, quando un’altra ondata di cupidigia e misure di controllo delle epidemie ha colpito la città.

Lee: Ristabilire “l’ordine dal caos”

Nei commenti pre-Xi di venerdì, il nuovo amministratore delegato di Hong Kong ha affermato che “un paese, due organizzazioni” è “la pietra angolare per mantenere la prosperità a lungo termine di Hong Kong”.

Lee ha nominato tre proteste significative tra il 2014 e il 2019 e ha affermato che “il pieno sostegno delle autorità federali” ha contribuito alla capacità di Hong Kong di superare le sfide.

“Lo stato di diritto è una pietra angolare del successo di Hong Kong”, ha aggiunto il nuovo presidente di Hong Kong. Hong Kong ha detto che sarebbe stato implementato Legge sulla sicurezza nazionale E i cambiamenti del sistema elettorale fanno parte del ripristino dell'”ordine dal caos” di Hong Kong.

Nel 2020 il parlamento cinese ha approvato il National Security Act, che ha rafforzato il controllo di Pechino su Hong Kong. Nella traduzione ufficiale inglese della legge, una persona che agisce con l’intento di “minare l’unità nazionale” con la terraferma di Hong Kong potrebbe rischiare l’ergastolo a seconda della gravità del crimine. È anche un reato finanziare tali attività.

READ  I funzionari del Tour de France hanno confuso la fase 10 | I manifestanti sono stati trascinati fuori strada durante il Tour de France

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.