Il team legale di Trump e il Dipartimento di Giustizia si scontrano sui candidati primari

Washington – Dipartimento di Giustizia ed ex avvocati Il presidente Donald J. briscola Il mese scorso il sig. Venerdì non poteva essere d’accordo su chi potesse fungere da arbitro indipendente per rivedere i documenti che l’FBI ha sequestrato dal club e dalla casa di Trump in Florida.

UN Archiviazione congiunta di otto pagine Tracciando più disaccordi che consensi, le due parti hanno espresso opinioni nettamente diverse su ciò che l’arbitro, noto come maestro speciale, avrebbe fatto e proposto candidati diversi.

Il Dipartimento di Giustizia ha nominato due ex giudici della corte distrettuale federale per l’incarico: Clinton incaricato del distretto meridionale di New York, Barbara S. Jones, il sig. Due degli avvocati personali di Trump, Michael S. Cohen ha svolto un ruolo simile nei casi coinvolti. Rudolph W. Giuliani nel 2017 e nel 2021; e Tommaso B. Griffith, George W. Incaricato Bush, si è ritirato dal Distretto di Columbia nel 2020.

Sig. Il team legale di Trump ha dovuto affrontare due candidature: il giudice del tribunale distrettuale federale in pensione Raymond J. Tieri, un incaricato Reagan che un tempo era il massimo avvocato federale lì, risiede nel distretto orientale di New York; E Paul Hough JrEx vice procuratore generale in Florida, ha anche servito come consigliere generale dell’allora governatore repubblicano Charlie Crist.

Il giudice Eileen M. Canone, ha ordinato alle parti di preparare un elenco di candidati idonei entro la mezzanotte di venerdì, che alla fine deciderà chi sarà scelto per il lavoro. Stabilirà anche i parametri della revisione.

Importanti documenti governativi Sig. Il Dipartimento di Giustizia, cercando di concludere rapidamente la sua indagine sui rapporti di Trump, ha proposto una scadenza del 17 ottobre per l’arbitro per completare il suo lavoro; Sig. Il team di Trump ha raccomandato di impiegare 90 giorni, o tre volte quel tempo.

Sig. Il dipartimento ha aggiunto che da quando ha chiesto a Trump di pagare il maestro; Sig. Il team di Trump ha proposto che i contribuenti dividano il costo.

Le due parti si scontrarono notevolmente sui doveri del Maestro Speciale. Sig. Gli avvocati di Trump hanno sostenuto che la giuria dovrebbe vedere tutti i documenti sequestrati durante la ricerca e filtrare qualsiasi cosa soggetta al privilegio avvocato-cliente o esecutivo.

Al contrario, il governo ha sostenuto che il maestro dovrebbe vedere solo documenti non classificati e non pronunciarsi sul fatto che siano soggetti al privilegio esecutivo.

Sig. Gli avvocati di Trump chiedono alla corte di escludere i funzionari degli archivi nazionali dal processo di revisione dei materiali; Il dipartimento ritiene che il loro coinvolgimento sia essenziale.

La controversia sullo scopo del master speciale si è riflessa in un ricorso presentato giovedì dal Dipartimento di Giustizia che cercava di annullare una parte dell’ordine del giudice Cannon che vietava temporaneamente l’uso dei documenti nelle sue indagini.

Il dipartimento ha chiesto alla corte d’appello di annullare la parte di tale ordinanza che si applicava a circa 100 documenti contrassegnati come riservati e ha chiesto al giudice Cannon di sospendere l’esecuzione di quella parte in attesa di appello. Se lo fa, può riprendere il processo utilizzando solo quei documenti.

READ  California Oak Fire: un incendio in rapida crescita brucia più di 15.000 acri nelle case vicino allo Yosemite National Park

Justice Cannon deve ancora decidere se soddisfare la richiesta del governo, con il Dipartimento di Giustizia che sostiene che le valutazioni separate della sicurezza nazionale dovrebbero continuare.

L’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale, che conduce tali revisioni della sicurezza nazionale, ha dichiarato venerdì che due revisioni della classificazione e una valutazione dei potenziali rischi per la sicurezza nazionale posti dalla conservazione insicura dei documenti a Mar-a-Lago, il sig. La casa di Trump a Palm Beach, in Florida, è stata “temporaneamente sospesa” dopo aver consultato il Dipartimento di Giustizia.

Sig. Mentre Trump e i suoi alleati hanno ripetutamente affermato che l’ex presidente ha un ordine permanente di declassificare tutti gli oggetti che ha preso dalla Casa Bianca, i suoi avvocati non hanno fatto tale affermazione in tribunale. In effetti, qualsiasi maestro speciale nel caso richiederebbe un’autorizzazione di sicurezza di alto livello, hanno affermato.

Ma il sig. Gli avvocati di Trump hanno accennato alla sua richiesta di declassificazione rifiutandosi di riconoscere che i documenti sono classificati. Lo hanno fatto di nuovo in un deposito venerdì sera, sostenendo che il Dipartimento di Giustizia ha erroneamente ritenuto che “se un documento ha un segno di declassificazione, è classificato in modo permanente”.

Polemica sul Maestro Speciale, Mr. L’ultima svolta nell’indagine penale sull’accaparramento di documenti del governo da parte di Trump – inclusi alcuni descritti come altamente riservati – e il suo rifiuto di restituirli nonostante le ripetute richieste degli archivi nazionali e la citazione di un gran giurì. .

Nel gennaio 2021, quando scatole di oggetti sono state portate dalla residenza della Casa Bianca a Mar-a-Lago, il sig. La questione segue la caotica uscita dall’incarico di Trump. Contenevano migliaia di documenti del governo – alcuni contrassegnati come riservati, altri no – apparentemente mescolati a ritagli di notizie, articoli di abbigliamento, regali e altri articoli.

READ  Morti del trailer di San Antonio: si ritiene che 50 immigrati siano morti dopo essere stati trovati all'interno di un semicingolato, afferma un funzionario

Entro maggio 2021 il sig. Gli archivi nazionali si sono resi conto che Trump aveva portato con sé un gran numero di file del governo e hanno iniziato a chiederli indietro. A gennaio, dopo mesi di ritardi, Trump ha restituito 15 scatole. Quando l’agenzia ha scoperto che documenti sensibili erano stati manomessi, ha deferito la questione al Dipartimento di Giustizia.

A maggio, il dipartimento ha ricevuto una citazione del gran giurì che richiedeva al signor Trump di restituire altri documenti in suo possesso che erano stati contrassegnati come classificati. Il mese successivo, due dei suoi avvocati hanno consegnato un piccolo numero di tali file e hanno detto al governo che c’era una “ricerca conclusiva” e che non ne è rimasto nessuno.

Ma il sig.

I materiali relativi alla ricerca mostrano che il Dipartimento di Giustizia sta indagando su crimini tra cui il possesso non autorizzato di segreti di sicurezza nazionale e l’ostruzione.

Julian E. Barnes Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.