Il sonno eccessivo può essere un segno di demenza, afferma lo studio

Secondo uno studio pubblicato giovedì su Alzheimer e demenza, gli anziani che dormono una volta al giorno o più di un’ora al giorno hanno il 40% in più di probabilità di sviluppare l’Alzheimer rispetto a quelli che non dormono tutti i giorni o dormono meno di un’ora. : Giornale dell’Associazione Alzheimer.

“Abbiamo scoperto che la correlazione tra eccessiva sonnolenza diurna e demenza persisteva anche dopo aver regolato la quantità notturna e la qualità del sonno”, ha affermato il co-autore senior Dr. Yu Leng, assistente professore di psichiatria presso l’Università della California, a San Francisco, ha affermato in una nota.

I risultati fanno eco a uno dei risultati Il precedente studio di Leng Dormire due ore al giorno aumenta il rischio di deterioramento cognitivo rispetto a meno di 30 minuti di sonno al giorno.

Il nuovo studio ha utilizzato i dati raccolti in un periodo di 14 anni dal Rush Memory and Aging Project, che ha seguito 1.400 persone di età compresa tra 74 e 88 anni (in media 81 anni).

Il dottor Richard Isaacson, direttore dell’Alzheimer’s Prevention Clinic presso il Center for Brain Health dello Schmidt College dell’Atlantic University in Florida, afferma di pensare che il pubblico in generale non sappia che l’Alzheimer è una malattia del cervello. Medicinale.

“Il sonno eccessivo può essere uno dei tanti segni che una persona potrebbe essere sulla via del declino cognitivo e spinge il medico curante a valutare di persona”, ha affermato Isaacson, che non è stato coinvolto nello studio.

Il bisogno di dormire è aumentato

La qualità e la quantità del sonno diminuisce con l’età, spesso a causa di complicazioni di condizioni croniche come dolore o frequenti pause al bagno. Quindi, le persone anziane si addormenteranno più spesso di quando erano più giovani.

Ma la sonnolenza diurna può anche essere un segnale di cambiamenti cerebrali “indipendenti dal sonno notturno”, ha detto Leng. Lei ha menzionato Pre-ricerca Ciò suggerisce lo sviluppo di dongle di colomba, il sintomo principale del morbo di Alzheimer, che possono influenzare i neuroni vigili in aree chiave del cervello, influenzando così il sonno.

Per 14 giorni all’anno, i partecipanti allo studio in corso hanno indossato un tracker che acquisisce i dati sui loro movimenti; Nessun movimento per molto tempo dalle 9:00 alle 19:00 è stato descritto come sonno.

READ  Tom Brady ha annunciato che tornerà a Tampa Bay Buccaneers la prossima stagione

Sebbene sia possibile per le persone leggere o guardare la TV, abbiamo sviluppato un meccanismo unico per definire il sonno e distinguere il sonno da qualsiasi altra attività. Cambia”, ha detto Leng alla Galileus Web in una e-mail.

“Sono garantiti ulteriori studi con dispositivi verificati per rilevare il sonno e il comportamento sedentario”, ha affermato Isaacson. “Ma allo stesso tempo, stare seduti e non muoversi per lunghi periodi di tempo è un noto fattore di rischio per il declino cognitivo e il morbo di Alzheimer.

“Indipendentemente dalla causa, dormire durante il giorno o dormire troppo solleva la mia antenna, concentrandomi sul fatto che la persona sia ad alto rischio di Alzheimer o di declino cognitivo”, ha detto.

Lo studio ha rilevato che a 14 anni di età, la sonnolenza diurna giornaliera aumentava in media di 11 minuti all’anno negli adulti che non avevano sviluppato deterioramento cognitivo. Tuttavia, la diagnosi di decadimento cognitivo lieve ha raddoppiato il tempo di sonno totale a 24 minuti al giorno. Le persone con diagnosi di Alzheimer hanno quasi triplicato il tempo medio di sonno a 68 minuti al giorno.

La ricerca mostra che un solo drink al giorno può rimpicciolire il cervello

Un “forte aumento” della durata e della frequenza del sonno nel corso degli anni sembra essere un segnale importante, ha detto Leng.

“Penso che non abbiamo prove sufficienti per trarre conclusioni su una relazione causale, che ha causato l’invecchiamento cognitivo, ma troppo sonno diurno può essere un segnale di un invecchiamento accelerato o di un processo di invecchiamento cognitivo”, ha affermato.

Cosa fare?

Preferibilmente, gli adulti dovrebbero limitare il sonno diurno a 15-20 minuti prima delle 15:00 per evitare di danneggiare il sonno notturno e ottenere i benefici più rigeneranti dal sonno, ha detto Leng.

Gli studi dimostrano che mangiare i cibi giusti ti aiuta a vivere più a lungo.  Ecco come iniziare

Inoltre, i caregiver degli anziani e le persone con malattia di Alzheimer dovrebbero prestare maggiore attenzione ai comportamenti del sonno diurno ed essere attenti ai segni di sonno eccessivo o eccessivo, ha affermato.

READ  40 La migliore tablet 10 pollici android del 2022 - Non acquistare una tablet 10 pollici android finché non leggi QUESTO!

Qualsiasi aumento significativo del comportamento durante il sonno dovrebbe essere discusso con il medico, ha detto Isaacson.

“Penso che non sia mai troppo tardi per qualcuno di cambiare il proprio stile di vita sano del cervello o concentrarsi maggiormente sulla salute del proprio cervello”, ha detto Isaacson. “Dare priorità al sonno, concentrarsi sulla qualità del sonno e parlare con il medico del sonno: queste sono tutte cose importanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.