I futures su azioni si apriranno a settembre mentre il mercato gira a causa delle preoccupazioni per l’aumento dei tassi

Giovedì, il primo giorno di settembre, i futures sulle azioni statunitensi sono scesi, poiché i trader hanno continuato a preoccuparsi della possibilità di un aumento dei tassi della Federal Reserve.

I futures sulla media industriale del Dow Jones sono scesi di 187 punti, ovvero dello 0,6%. I futures S&P 500 e Nasdaq 100 sono scesi rispettivamente dello 0,7% e dell’1,1%.

Le azioni di Nvidia hanno contribuito alle perdite, scendendo di oltre il 5% dopo che il chipmaker ha affermato Il governo degli Stati Uniti limita alcune vendite in Cina.

Quelle mosse hanno seguito quattro giorni di perdite nelle medie principali. Mercoledì, ultimo giorno di agosto, il Dow è sceso di quasi lo 0,9%. L’S&P 500 ha perso circa lo 0,8% e il Nasdaq Composite è sceso di circa lo 0,6%.

Il Dow ha chiuso il mese in calo di circa il 4,1%, mentre l’S&P e il Nasdaq hanno registrato perdite rispettivamente del 4,2% e del 4,6%.

Gli investitori stanno discutendo se le azioni rivaluteranno i minimi di giugno a settembre, un mese storicamente negativo per i mercati, dopo aver soppesato i recenti commenti accomodanti dei funzionari della banca centrale che non mostrano segni di allentamento dei rialzi dei tassi di interesse.

“Se rivisitiamo il minimo, penso che accadrà a settembre”, ha detto Liz Young di SoFi mercoledì a “Closing Bell: Overtime” della CNBC. Tuttavia, “per farlo, penso che qualcosa dovrebbe essere materialmente peggiore di quanto non fosse il 16 giugno”, quando le azioni sono in ribasso, come le revisioni degli utili che arrivano peggio di quanto gli investitori si aspettano.

READ  La Corea del Sud afferma che la Corea del Nord ha lanciato otto missili balistici a corto raggio al largo della costa orientale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.