Come Albert Pujols ha ripreso la sua vecchia forma per segnare 700 fuoricampo e cosa significa per i Cardinals in ottobre

Cardinali di San Luigi La leggenda Albert Pujols è diventato il quarto membro del club da 700 homer della MLB venerdì sera, colpendo 699 e 700 contro Dodgers di Los Angeles. I Pujols possono ora essere citati insieme ai più prolifici slugger nella storia della Major League Baseball: Barry Bonds, Henry Aaron e Babe Ruth.

Le probabilità che Pujols raggiungesse queste vette sembravano scarse in primavera, quando firmò un contratto di un anno per concludere la sua carriera dove era iniziata. Dopotutto, aveva 42 anni e il suo recente record statistico suggeriva che fosse adatto per il lavoro di plotone di lato corto. Pujols non ha migliorato le sue prospettive nei primi tre mesi della stagione. Ha segnato un paio di fuoricampo ad aprile e maggio, ma non ha colpito un solo battitore a giugno. Un luglio di tre homer lo ha riportato in pista, ma ha ancora 14 fuoricampo a corto di .700 con solo due mesi rimasti nella sua stagione e carriera.

Si dice che la vita trovi una via, e così anche Pujols. Da agosto si comporta come se fosse il suo io più giovane. Nelle sue ultime 43 partite, ha battuto .306/.372/.694 con 14 fuoricampo su 137 viaggi. Pujols ha fatto la maggior parte dei suoi danni contro il lancio mancino, ma l’introduzione di un battitore designato universale combinato con il comodo vantaggio dei Cardinals nella National League Central gli ha dato un flusso costante di opportunità.

Per onorare i risultati di Pujols e fare un cenno alla sua svolta, analizziamo il suo gioco in questa stagione e cosa significa per le speranze di playoff dei Cardinals.

READ  Aggiornamenti delle notizie in diretta: i mercati asiatici sono per lo più in ribasso poiché gli investitori rimangono cauti dopo le vendite degli Stati Uniti

Come è cresciuto Pujols

Ancora una volta, suona come una frase strappata da un articolo del 2008, ma il collegamento con il successo di Pujols quest’anno potrebbe essere una combinazione delle sue doti e della sua forza.

Pujols è entrato sabato con un tasso di contatto di zona dell’89%, il 37esimo miglior tra 346 battitori con almeno 200 viaggi. La velocità media di uscita di Pujols di 91,2 mph, nel frattempo, era migliore di tutti tranne due battitori davanti a lui nella velocità di contatto in zona: Yandy Diaz e Vinny Pasquantino – e Pujols, da parte sua, ha colpito la finestra dell’angolo di rilascio “sweet spot”. più spesso di entrambi.

aprile

88,3 mph

Maggio

90,9 mph

Giugno

90,0 mph

Luglio

90,7 mph

agosto

93,0 mph

settembre

92,3 mph

L’aumento dell’efficienza di Pujols ha, prevedibilmente, coinciso con la crescita nel dipartimento della velocità di uscita. Come mostra il grafico sopra, negli ultimi due mesi ha registrato una velocità di uscita media nell’intervallo 90-91 mph. Tale sviluppo può essere collegato, in parte, a un cambiamento filosofico. Guarda sotto e nota come è più probabile che colpisca la palla in aria e sul lato sinistro:

aprile

41,7%

20,3 gradi

Maggio

51,2%

19,4 gradi

Giugno

41,4%

1,7 gradi

Luglio

52,3%

13,1 gradi

agosto

66,0%

18,0 gradi

settembre

59,6%

21,9 gradi

La memoria duratura di Pujols sarà quella di un battitore a tutto campo. Non così ultimamente. Al contrario, il tasso di attrazione di Pujols in questa stagione è entro due punti percentuali da quello di Joey Gallo, rendendolo un esempio di qualcuno che potrebbe trarre vantaggio dall’andare dall’altra parte per bilanciare le sue tendenze estreme di tiro.

Anche Pujols ha visto la sua parte di overshift, ma raramente sono stati visti come un tuono perfetto. Sono meno efficaci quando mette la palla nei sedili.

Cosa significa per i Cardinals ai playoff?

È qui che si parla di coerenza e altro, e di cautela nel scommettere sul fatto che il 42enne mantenga un ritmo da MVP abbastanza a lungo. Il bello dell’imminente ritiro di Pujols è che nessuna di queste cose ha importanza. Gli rimangono 10 partite di stagione regolare, anche se rimangono diverse gare post-stagione. In un piccolo campione, può succedere qualsiasi cosa, indipendentemente dal processo.

Se siete i Cardinali, la rinascita di Pujols dovrebbe dare loro rinnovata speranza. È una decisione gradita poiché i Cardinals affrontano una formazione e un campo esterno compromessi: Dylan Carlson è fuori dalla lista degli infortunati e Tyler O’Neal è su di essa con uno stiramento al tendine del ginocchio. I Cardinals dovrebbero essere contenti dell’emergere di Lars Knudber, ma è giusto scrivere che se possono assicurarsi che Karlsson e O’Neal siano svegli e felici prima di ottobre, potrebbero essere in forma migliore con la loro formazione e il loro campo esterno.

Logicamente, potrebbe sembrare sciocco vedere Pujols come un possibile contrappeso, per non parlare di fare una differenza plausibile. Ma c’è ancora spazio per la magia in questo vecchio gioco, e ha fatto un ottimo lavoro nel dimostrarlo più e più volte negli ultimi due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.