Il video della presentazione del romanzo di Mario Pomilio “La compromissione” (1965), ambientato a Teramo e riedito nel 2018

Il 6 Luglio 2018 la Libreria “Tempo Libero” di Christian Simonella e l’associazione culturale “Polygonon” di Riccardo Nori e Denise Ciapica hanno presentato la riedizione del libro di Mario Pomilio “La compromissione” presso Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio in Corso de Michetti n. 1 a Teramo. Sono intervenuti il curatore Carlo De […]

La teramana Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Campiello 2017 con il romanzo “L’Arminuta”

La teramana Donatella Di Pietrantonio vince il Premio Campiello 2017 con il romanzo “L’Arminuta”

di Maria Cristina Marroni  – È la terza volta per uno scrittore abruzzese, ma è la prima per un teramano. Il primo corregionale a vincere il prestigioso Premio Campiello fu Mario Pomilio (chietino di Orsogna) nel 1965 con il romanzo “La compromissione” (ambientato a Teramo). Il secondo corregionale fu quel gigante di Ignazio Silone (aquilano […]

Le lupe

Le lupe

di Maria Cristina Marroni  – Il dolore più acuto impietrisce l’anima, come lo sguardo di Medusa, ma sotto la dura pietra il cuore continua a battere, piano piano, in solitudine. Se così non fosse il colpo sferzato dall’assassino avrebbe un doppio effetto: uccidere due volte. C’è dolore nel romanzo di esordio di Flavia Perina, “Le […]

La festa dell’insignificanza

La festa dell’insignificanza

di Maria Cristina Marroni – La festa dell’insignificanza di Milan Kundera (Adelphi, traduzione di Massimo Rizzante) è difficilmente ascrivibile a un unico genere letterario: sembra quasi che l’autore inizi con i suoi lettori un fine gioco a dama, in cui vincerà chi avrà i nervi più saldi. Una beffa? Un divertissement? Certamente non è un […]

Parigi è un desiderio

Parigi è un desiderio

di Giulia Francia  –  La settimana scorsa, sfogliando tra le pagine del web, mi imbatto in un evento dedicato alla presentazione del libro di un tale Andrea Inglese, Parigi è un desiderio, in una nota libreria italiana del centro di Parigi. Il libro non lo conosco affatto e, a dirla tutta, neanche l’autore. Pare che […]

Presidenza del Ruzzo: Dodo ha ragione da vendere quando chiede la testa di Forlini (nella desolante logica spartitoria che ha sbranato Teramo)

Presidenza del Ruzzo: Dodo ha ragione da vendere quando chiede la testa di Forlini (nella desolante logica spartitoria che ha sbranato Teramo)

di Christian Francia  – Un plauso a Dodo Di Sabatino per aver gettato la maschera. Leggete le sue parole: “Il mio gruppo non può continuare a puntellare la maggioranza senza ricevere nulla in cambio”. Più chiaro di così! Il capobastoncino di quell’accozzaglia maleodorante chiamata “Teramo soprattutto” (che annovera tre consiglieri comunali) invia l’ultimatum a Brucchi […]

Ricordando Pasolini: “Ragazzi di vita”

Ricordando Pasolini: “Ragazzi di vita”

di Maria Cristina Marroni  –  Nessun uomo nasce crudele, ma la precarietà e l’indigenza sporcano anche le ali degli angeli. Nelle periferie romane, negli anni del Dopoguerra, pulsa una sopravvivenza animalesca tra fango, polvere e odore di orina. Nel cuore dei ragazzi di vita c’è un’ingenuità primordiale, la violenza semmai è nell’ambiente. Pasolini, trasferitosi a […]

Riflessioni su “I Malavoglia”

Riflessioni su “I Malavoglia”

di Maria Cristina Marroni  – I Malavoglia è il romanzo della maturità di Giovanni Verga, grandioso affresco di un piccolo paese siciliano, dove luccicano personaggi dalle storie dolorose e tormentate, generate dalla lotta per la sopravvivenza e dalle frizioni degli egoismi. Libro troppo noto e troppo letto nelle scuole, eppure non sufficientemente amato quanto meriterebbe, […]

“Je suis Charlie 3.0”: riflessioni corsare

“Je suis Charlie 3.0”: riflessioni corsare

di Christian Francia  – C’è grande confusione nel dibattito pubblico sviluppatosi a seguito della strage parigina nella redazione del giornale satirico “Charlie Hebdo”. La questione centrale è l’attacco alla libertà di espressione. Quando alle parole e ai disegni si reagisce con le armi, nessuno nel mondo occidentale può permettersi di giustificare l’accaduto. Comprenderlo è invece […]

Cosa resta del “borghese piccolo piccolo”

Cosa resta del “borghese piccolo piccolo”

di Maria Cristina Marroni –  Cosa resta, dopo quasi quarant’anni, del romanzo di Vincenzo Cerami “Un borghese piccolo piccolo”? Quel microscopico ma gigantesco affresco delle frustrazioni e delle piccinerie piccolo-borghesi degli italiani? È rimasto tutto, quindi non è cambiato niente. Il libro è il tentativo del protagonista Giovanni, un ex povero contadino abruzzese divenuto impiegato […]