Ricordando Pasolini: “Ragazzi di vita”

Ricordando Pasolini: “Ragazzi di vita”

di Maria Cristina Marroni  –  Nessun uomo nasce crudele, ma la precarietà e l’indigenza sporcano anche le ali degli angeli. Nelle periferie romane, negli anni del Dopoguerra, pulsa una sopravvivenza animalesca tra fango, polvere e odore di orina. Nel cuore dei ragazzi di vita c’è un’ingenuità primordiale, la violenza semmai è nell’ambiente. Pasolini, trasferitosi a […]