In Friuli il governatore Serracchiani si dimette dopo essere stata eletta in Parlamento. In Abruzzo il governatore D’Alfonso mostra il suo indecoroso attaccamento alle due poltrone e ai due superstipendi. Perché le elezioni regionali non si tengono unitamente a quelle amministrative il 3 giugno 2018?

In Friuli il governatore Serracchiani si dimette dopo essere stata eletta in Parlamento. In Abruzzo il governatore D’Alfonso mostra il suo indecoroso attaccamento alle due poltrone e ai due superstipendi. Perché le elezioni regionali non si tengono unitamente a quelle amministrative il 3 giugno 2018?

di Christian Francia  – Il neo senatore abruzzese Luciano D’Alfonso è stato ufficialmente proclamato eletto fra i nuovi parlamentari italiani in data venerdì 16 marzo 2018 alle ore 15,30. La proclamazione ufficiale dei sette senatori abruzzesi è stata effettuata dalla Corte d’Appello dell’Aquila, come previsto dalla legge, e a conferma di ciò il Ministero dell’Interno […]

Tutto il nervosismo di Paolo Gatti, minuto per minuto

Tutto il nervosismo di Paolo Gatti, minuto per minuto

di Christian Francia  – Fare il politicante di successo, come fa da una vita Paolo Gatti, è una potente forma di tossicodipendenza. Dipendenza dai soldi (13.500 euro netti al mese), dipendenza dalla gestione del potere, dipendenza dalla gestione della clientela, dipendenza dal fascino sensuale che la poltrona esercita su una larga fetta del popolo femminile. […]

Teramo perde la sede legale della Camera di Commercio grazie all’ennesimo capolavoro del PD

Teramo perde la sede legale della Camera di Commercio grazie all’ennesimo capolavoro del PD

di Christian Francia  – Che città meravigliosa Teramo. Un luogo dove può accadere tutto e il contrario di tutto, tanto i teramesi sono docili pecore che subiscono passivamente la zooerastia dei pastori politici che le guidano. Come è tristemente noto, Teramo ha perso la sede legale della sua Camera di Commercio a seguito dell’accorpamento della […]

Scandaloso: Brucchi nel 2004 distrasse un milione di euro destinato alle verifiche di vulnerabilità delle scuole

Scandaloso: Brucchi nel 2004 distrasse un milione di euro destinato alle verifiche di vulnerabilità delle scuole

di Christian Francia  – Se al peggio non c’è mai fine, anche a Brucchi non sembra esserci mai fine. La questione dell’insicurezza delle scuole teramane è di gravità inaudita e qualora, come sembra, il sindaco dovesse decidere di riaprire le più insicure di tutte (prima fra le quali la scuola elementare San Giorgio, gravata da […]

Paolo Gatti prega in ginocchio i consiglieri comunali di Teramo di non mandare a casa Brucchi

Paolo Gatti prega in ginocchio i consiglieri comunali di Teramo di non mandare a casa Brucchi

di Christian Francia  – Da quando io e Paolo Gatti frequentavamo il Liceo sostengo che lui non possa essere classe dirigente, bensì è stato e rimane “classe digerente”. Il consigliere regionale al quale da 18 anni paghiamo milioni di euro di stipendi pubblici è sempre stato un tubo digerente pronto ad incamerare e digerire tutto […]

Maurizio Brucchi come Romolo Augustolo

Maurizio Brucchi come Romolo Augustolo

di Christian Francia  – Quand’ero giovane ogni giorno con gli amici assegnavamo goliardicamente il premio “Mongolino d’Oro”. I tempi del politicamente corretto erano di là da venire, per cui si considerava qualsiasi comportamento da combattere come l’esito del ritardo mentale di chi lo compiva (l’autore veniva epitetato scherzosamente come “mongoloide”) e il “Mongolino d’Oro” rappresentava […]

Elezioni: In Italia vincono gli antisistema, in provincia di Teramo vince il sistema (per assenza degli avversari). Inciucio a Roseto

Elezioni: In Italia vincono gli antisistema, in provincia di Teramo vince il sistema (per assenza degli avversari). Inciucio a Roseto

di Christian Francia  – 6 giugno, il giorno della conta dei voti. Oltre 1.300 Comuni italiani sono stati coinvolti nel rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali. I dati incontrovertibili che emergono dai numeri sono: 1) L’astensione continua a crescere, in Italia ha votato il 62% degli aventi diritto (alle scorse consultazioni votò il 67%) […]

Pannella: il trionfo dell’ipocrisia sulla sua bara e la questione dell’eredità politica

Pannella: il trionfo dell’ipocrisia sulla sua bara e la questione dell’eredità politica

di Christian Francia  – Ho visto cose sulla bara di Marco Pannella che voi umani non potete immaginare: – Ho visto governatori baciapile avventurarsi in ghirigori verbali culminanti in farneticazioni ossimoriche del tipo che Pannella sarebbe un Santo (cristianamente parlando); – Ho visto soggetti che si fanno chiamare “Magnifici”, ma che di magnifico non hanno […]

Giulio Cesare Sottanelli: il disonorevole “costipato” che pensa che il tempo sia “garante”

Giulio Cesare Sottanelli: il disonorevole “costipato” che pensa che il tempo sia “garante”

di Christian Francia  – Chiedo preventivamente scusa al grande Gaio Giulio Cesare, non solo uno dei più grandi politici della storia, ma anche uno dei più grandi scrittori e maestri di stile della lingua latina. Purtroppo per noi teramani, il suo omonimo Giulio Cesare Sottanelli non può ambire a ripercorrerne le gesta né in politica […]

Ultimatum di Dodo Di Sabatino a Brucchi: una poltrona subito oppure vaffanculo

Ultimatum di Dodo Di Sabatino a Brucchi: una poltrona subito oppure vaffanculo

di Christian Francia (Specialista in traduzioni dal politichese. Si eseguono traduzioni gratuite)  – Pochi giorni fa lo scendiletto politico dell’Amministrazione Brucchi, cioè Dodo Di Sabatino, consigliere comunale che pretende una poltrona assessorile che il sindaco di Teramo non vuole dargli, ha dichiarato con la sua consueta e ributtante prosopopea: “Solo gli stupidi non cambiano idea”. […]

Brucchi cadrà, ma per il “patto delle poltrone”, non per quello del “gamberone”

Brucchi cadrà, ma per il “patto delle poltrone”, non per quello del “gamberone”

di Christian Francia  – Un paio di giorni fa un giornalista teramano di peso ha formulato una teoria bislacca in base alla quale l’Amministrazione Brucchi dovrebbe cadere anticipatamente nel 2018, ad un anno dalla scadenza naturale, per mano di Paolo Gatti il quale avrebbe stretto un accordo con Sandro Mariani, il capogruppo del PD in […]