Massimo Bordin, l’ultimo sacerdote della carta stampata, la voce roca di Radio Radicale

Massimo Bordin, l’ultimo sacerdote della carta stampata, la voce roca di Radio Radicale

di Christian Francia – Nella mia vita ho avuto un’unica religione, totalizzante, esaltante, voluttuosa, grassa, epicurea, dionisiaca: quella di Marco Pannella. Tanti sono stati i preti di questa religione e infinite sono state le omelie che ho ascoltato con il trasporto di un comunicando. Ma uno solo è stato il sacerdote per eccellenza, la vestale […]

Scandalo al sole: il quotidiano Il Centro “scudiscia” il governatore Luciano D’Alfonso

Scandalo al sole: il quotidiano Il Centro “scudiscia” il governatore Luciano D’Alfonso

di Christian Francia  – Qualcuno prima o poi riuscirà a spiegarmi il fenomeno delle gratuite affettuosità giornalistiche nei confronti dei politici in carica. Capitano sovente, ma questa volta mi riferisco in particolare a quello che Andy Warhol avrebbe definito un blowjob nei confronti dell’insuperabile stupratore della legalità conosciuto con il nome di Luciano D’Alfonso (io […]

L’ANAC sodomizza il rettore Luciano D’Amico: incompatibile il doppio incarico di professore e di presidente della società dei trasporti TUA S.p.A.

L’ANAC sodomizza il rettore Luciano D’Amico: incompatibile il doppio incarico di professore e di presidente della società dei trasporti TUA S.p.A.

di Christian Francia  – Il faraone Luciano D’Alfonso non è soltanto un gaffeur, è il primatista mondiale assoluto di nomine illegittime, il guinness-man incontrastato degli stupri della legalità (oltre che, naturalmente, un vomitevole prescritto per gravissimi reati di corruzione). Mi domando come abbia fatto il PD a farsi abbindolare da una personaccia del genere, e […]

Beatrice Lorenzin: Una banderuola chiamata Ministro della Salute (avvolta nella bava dei lecchini governativi)

Beatrice Lorenzin: Una banderuola chiamata Ministro della Salute (avvolta nella bava dei lecchini governativi)

di Christian Francia  – Se fosse una commedia degli equivoci, lo sceneggiatore verrebbe licenziato per eccesso di fantasia. Ma è la comica realtà di una giornata teramana. Dunque. Un Ministro della Salute in carica fino a lunedì prossimo (quando, se vinceranno i NO al referendum il governo dovrà dimettersi), un Ministro di nome Beatrice Lorenzin […]

Milena Gabanelli: Bella perché povera e necessaria

Milena Gabanelli: Bella perché povera e necessaria

di Maria Cristina Marroni – Milena Gabanelli ha salutato, da oggi non sarà più autrice e conduttrice di “Report”, il programma televisivo più significativo degli ultimi venti anni, la trasmissione d’inchiesta alla quale ha dedicato tutta se stessa e che non ha mai risparmiato nessuno. Guardandola, Milena mi ha sempre fatto pensare a Goffredo Parise […]

Umberto Braccili: La legalità non conta, contano ipocrisia e piaggeria rosetana

Umberto Braccili: La legalità non conta, contano ipocrisia e piaggeria rosetana

di Christian Francia  – Se pure un giornalista della RAI che lavora per il TGR Abruzzo si mette ad insabbiare gli stupri della legge che avvengono quotidianamente nella nostra martoriata Regione (martoriata dai politici, s’intende, non certo dai terremoti), allora non c’è speranza che la cittadinanza possa essere correttamente informata di quanto avviene nella vita […]

Truffa aggravata e Peculato: i PM chiedono il rinvio a giudizio per Gianni Chiodi e Paolo Gatti

Truffa aggravata e Peculato: i PM chiedono il rinvio a giudizio per Gianni Chiodi e Paolo Gatti

di Christian Francia  – La truffa aggravata e il peculato sono reati odiosissimi e particolarmente infamanti se commessi da politici di primo piano per l’Abruzzo come il presidente demerito Gianni Chiodi e l’ex assessore regionale Paolo Gatti. La questione è quella notissima relativa all’indagine penale denominata “Rimborsopoli”, esplosa nel gennaio 2014 (l’inchiesta partì a Pescara […]

In morte del giornalismo teramano

In morte del giornalismo teramano

di Christian Francia  – È venuto tristemente a mancare all’affetto dei suoi cari il cosiddetto “giornalismo teramano”. Non che abbia mai brillato, sia chiaro, però è un fatto che il suo cuore ha cessato definitivamente di battere proprio ieri, quando si è verificato il fattaccio che ne ha determinato il decesso. Premetto che il giornalista […]

Paolo Mieli a Teramo: salvaguardare la libertà di stampa

Paolo Mieli a Teramo: salvaguardare la libertà di stampa

di Maria Cristina Marroni  – Ieri a Teramo si è tenuta la lectio magistralis sull’Islam a cura di Paolo Mieli, giornalista e saggista, Presidente della Rcs Libri ed ex Direttore del “Corriere della Sera”. Il momento nel quale sono emersi gli spunti più interessanti è stato il dibattito con gli studenti presenti e con il […]

Paolo Araclio da Los Angeles: “Sono confuso e preoccupato per quanto accade a Teramo”. Durissime accuse ai politici locali.

Paolo Araclio da Los Angeles: “Sono confuso e preoccupato per quanto accade a Teramo”. Durissime accuse ai politici locali.

(in copertina: Sandro Pertini a Teramo, foto di Paolo Araclio) – Paolo Araclio, intellettuale ed esponente di spicco della Cultura teramana, scrive da Los Angeles (dove vive da alcuni anni) un lungo post sulla sua pagina di facebook in cui lancia durissime accuse agli ammistratori pubblici teramani: “Mi ero proposto di non parlare più di […]

Requiem per il giornalismo abruzzese

Requiem per il giornalismo abruzzese

di Christian Francia  – Vittorio Feltri racconta che un vecchio direttore del Corriere della Sera “non gradiva articoli puntuti, troppo disinvolti: preferiva le «minestrine riscaldate». Si comportano così quasi tutti i responsabili delle testate nazionali e provinciali: la loro principale preoccupazione non è fare un giornale che piaccia ai lettori, bensì che non dispiaccia all’editore; […]

Scompare l’informazione abruzzese, ma nessun politico la ritiene una perdita

Scompare l’informazione abruzzese, ma nessun politico la ritiene una perdita

di Maria Cristina Marroni –  Oggi chiude definitivamente l’edizione regionale abruzzese e molisana del quotidiano Il Tempo. La tragedia non ha suscitano quel moto di pubblica indignazione che sarebbe necessario di fronte ad eventi di tale natura. È il segnale che la società è talmente sfarinata e anestetizzata che pure quando le viene amputato un […]