Il Bel Paese là dove il NO suona

Il Bel Paese là dove il NO suona

di Christian Francia  – È difficile scrivere dopo un orgasmo. E se il detto latino dice che “post coitum omne animal triste”, questa volta è vero il contrario: il post coitum referendario è gioia infinita, è allegria irrefrenabile. Non già perché “ha rivinto la Repubblica” come ha scritto quel gigante chiamato Marco Travaglio. Non già […]

Il problema della politica è l’elettorato

Il problema della politica è l’elettorato

di Christian Francia  – Cari lettori, sappiate che nel 90% dei casi siete un branco di coglioni, dove per “coglioni” intendo mentecatti incapaci di fare il bene della società e finanche di fare il bene vostro. La questione è sempre più di attualità, considerato che se ne sono occupati ieri sia il direttore del quotidiano […]

Che il 2016 porti via l’arroganza

Che il 2016 porti via l’arroganza

di Ernesto Albanello  – Immagina che, come si faceva anni fa, tu vada ad accumulare tutte le stoviglie un po’ ammaccate o decisamente non efficienti e provveda a disfartene per far respirare aria nuova alle tue scansie, ai cassetti della cucina ed agli armadi dove sono riposti piatti, posate e bicchieri. Prova a sostituire questi […]

MARCO PANNELLA: il teramano più importante di tutti i tempi. Ha portato l’Italia nella modernità

MARCO PANNELLA: il teramano più importante di tutti i tempi. Ha portato l’Italia nella modernità

di Christian Francia  – Quando si parla di Marco Pannella la storia e la leggenda si intrecciano indissolubilmente. Il merito assoluto di Marco è di essere sempre stato ferocemente “fedele a se stesso” a qualunque costo, di aver fatto sempre corrispondere le parole ai fatti e di aver vissuto e incarnato pedissequamente tutto ciò che […]

NTT: l’arroganza di Brucchi è un cancro che affligge Teramo

NTT: l’arroganza di Brucchi è un cancro che affligge Teramo

di Christian Francia   Le infamie pronunciate da Brucchi con riferimento alla occupazione dei locali vuoti dell’ex OVS in Corso San Giorgio a Teramo sono così turpi da meritare il biasimo più viscerale. Leggetele attentamente: “Sono molto preoccupato. Sono preoccupato per i futuri posti di lavoro; sono preoccupato per il commercio teramano, per l’economia cittadina. […]