Enrico Melozzi per la terza volta a Sanremo, dirigerà Rolls-Royce di Achille Lauro

Enrico Melozzi per la terza volta a Sanremo, dirigerà Rolls-Royce di Achille Lauro
l’artista Achille Lauro

Il compositore e polistrumentista teramano Enrico Melozzi torna di nuovo a Sanremo, per la terza volta, per dirigere il brano di Achille Lauro, Rolls-Royce.
Raggiunto dalla redazione de Il Fatto Teramano, il presidente onorario di Teramo 3.0 ha rilasciato le seguenti dichiarazioni.

Melozzi a Sanremo nel 2014

“Stavo componendo il mio Don Giovanni all’Inferno da settimane senza alzare la testa. Si tratta del sequel del Don Giovanni di Mozart, un progetto folle che mi sono commissionato da solo…squilla il telefono e mi propongono di dirigere questo artista incredibile. Ho consultato mia sorella Nicoletta che è la mia consulente per la musica pop, e lei mi ha detto di accettare subito! Mi sono fidato. Ho ascoltato il pezzo che mi ha lasciato senza parole: un brano che inizia con una settima maggiore ribattuta diverse volte non poteva lasciarmi indifferente. Il sound è apparentemente semplice ma in realtà è pieno di dolci dissonanze e bellissime trovate ritmiche. L’armonia la fa da padrona. Il testo per niente scontato. E’ inutile parlare di musica, la musica va ascoltata e qualcuno può dire “mi piace” solo ascoltando. Quindi vi invito tutti ad ascoltare e votare Rolls Royce dal 5 al 9 febbraio su Rai1. Vi lascerà piacevolmente sorpresi. Sono Sicuro che Mozart avrebbe apprezzato questa parentesi sanremese mentre mi stavo dedicando anima e corpo alla proliferazione e diffusione delle sue idee operistiche. In fondo l’opera nel ‘700 era cantata da vere e proprie rockstar. Una volta l’opera era viva come lo è Sanremo oggi. Tutta l’attenzione era sull’opera. E nacquero capolavori intramontabili. Mi piacerebbe portare un personaggio come Achille Lauro sul palco di un teatro lirico. Lui e Boss Doms saranno due protagonisti della musica italiana, hanno un immagine molto rock e molto forte, ma sono due ragazzi dolcissimi che mettono il cuore al centro di ogni sfida. Sono giovanissimi ma hanno le idee molto chiare. Dovrebbero essere un esempio per le nuove generazioni”.
Melozzi torna quindi per la terza volta a Sanremo e in assenza di Vessicchio sarà la sua barba a scaldare il festival. Definito più volte un “anti-direttore d’orchestra”, Melozzi si è fatto notare fin da giovanissimo per il suo approccio alla musica totalmente libero e poliedrico. Il suo lavoro spazia dal cinema al teatro, al balletto sinfonico all’opera lirica, alla musica da camera e sinfonica. Le sue origini musicali affondano le radici nel punk e rock, fatto nei garage della Teramo depressa dei primi anni 90.
“Sono un musicista classico ma mi piace Sanremo, l’ho sempre seguito fin da piccolo, amo la musica in ogni sua forma, e non capisco alcuni colleghi che snobbano questa manifestazione che porta la musica nelle case degli italiani. La musica pop è popolare, come lo era la musica classica 300 anni fa. Questa chiusura del mondo classico ai fenomeni popolari ne sta delineando la morte totale. Mentre invece io credo che il mondo della musica classica abbia tantissimo bisogno di palchi come Sanremo e di artisti giovani e preparati come Lauro, perchè solo un loro intervento potrebbe riportare alla popolarità un linguaggio come l’opera lirica che oggi viene considerato d’elite. In fondo Rossini quando ha scritto il Barbiere di Siviglia non era che un ragazzotto di 24 anni, proprio come uno youtuber di oggi!”.

Con la sua terza partecipazione come direttore d’orchestra e arrangiatore a Sanremo (ricordiamo il podio nel 2012 con “Sono Solo Parole” di Noemi e il quinto posto con Bagnati dal Sole nel 2014, sempre con la rossa romana), Melozzi detiene il record come personaggio abruzzese che ha calcato più volte il palco del Teatro Ariston durante la kermesse musicale che giunge quest’anno alla 69esima edizione.

 

One Response to "Enrico Melozzi per la terza volta a Sanremo, dirigerà Rolls-Royce di Achille Lauro"

  1. Gianluca   27 gennaio 2019 at 14:21

    Che figata pazzesca!

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.