E all’Ipogeo nella notte sboccia un…violoncello!

E all’Ipogeo nella notte sboccia un…violoncello!

Nella piazza più discussa di tutti i tempi, nella notte, annaffiato dagli acquazzoni estivi, è spuntato un nuovo fiore. Un violoncello!

Il seme è stato piantato dalla nuova giunta comunale?

Cullato dal nuovo vento che si respira in città?

Arricchito dal sole che sembra brillare più del solito in questa nostra Teramo? Coccolato dalla luna piena di queste ore?

Non lo sappiamo. Sappiamo solo che è sbocciato un violoncello. Un violoncello, simbolo della musica dei nostri tempi, strumento sempre più in voga grazie a nuove band che lo mettono al centro dell’attenzione. Anche grazie a quel concerto Unplugged a Mtv dei Nirvana, che per primi lo vollero protagonista della scena rock. Grazie a Nick Drake, con le sue Cello Songs, grazie a Jaqueline du Prè, o a Yo-yo Ma. O Giovanni Sollima…fra pochi giorni in città…

Sboccia un violoncello, nel prato dell’Ipogeo, il massacro nel cuore di Teramo, un fiore che nasce nel “letame” (per citare De Andrè) della bruttura architettonica più chiacchierata a memoria di teramano. Un violoncello, bello di notte…a tinte rosse e castane, di stupenda fattura, di forma Stradivariana…sano e bello…un violoncello.

Forse un omaggio ai 100Cellos che arriveranno in città fra pochi giorni? Quei 100Cellos che esorcizzeranno la sfortunata sala ipogea, con le loro note prima del concerto in Duomo del 1° settembre?

Forse si. Forse un richiamo all’armonia che è sempre mancata nella nostra Interamnia, e che con il nuovo vento politico sembra essere ritornata?

Un violoncello nasce nel prato più abbandonato della città. Forse piantato da un artista. Forse un’istallazione di arte contemporanea. Non lo sappiamo.

Sappiamo solo che è sbocciato un violoncello, e che questa immagine dona tanta speranza alla nostra città.

Un violoncello è per sempre. Un violoncello che grida di non essere solo…sapendo che presto sarà raggiunto da decine e decine di altri fiori belli come lui, che riempiranno per un giorno la nostra Teramo di musica e amore.

Evviva il violoncello, il nuovo fiore all’occhiello dell’Ipogeo di Teramo.

One Response to "E all’Ipogeo nella notte sboccia un…violoncello!"

  1. Domenico Attanasii   25 agosto 2018 at 11:59

    Finalmente una cosa “giusta” a Teramo!
    L’accordatura a intervalli di quinta giusta rende giustizia a una città zeppa di cantablogger che veicolano messaggi preoccupanti come: “Luciano D’Alfonso?
    …è stato avvertito”.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.