Clamoroso: Giandonato Morra rivela che anche lui farebbe il sindaco part time come Maurizio Brucchi

di Christian Francia  –

“Mi dedicherò all’80% al Comune”. Dice proprio così Giandonato Morra al minuto 28 del confronto televisivo di questa mattina, rispondendo alla domanda sull’impegno materiale che i due candidati sindaci metteranno nella difficile attività di primo cittadino.

“Rimango un avvocato, devo tenere lo studio aperto e fare le udienze”. Morra si confessa e dichiara che farà come ha fatto Brucchi: non solo sarà il sindaco di Gatti e alla mercé di Paolo Gatti, al pari di Maurizio Brucchi, ma allo stesso modo del suo predecessore continuerà a svolgere la sua professione invece che dedicarsi esclusivamente ai problemi della cittadinanza.

Tutti sanno che Brucchi è stato l’unico sindaco di città capoluogo di provincia in Italia a continuare serenamente – dall’inizio alla fine del suo mandato (2009-2017) – a svolgere la sua professione di medico ospedaliero, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Morra farà lo stesso.

Non solo gli assessori saranno gli stessi della Giunta Brucchi.

Non solo i consiglieri saranno in gran parte gli stessi della maggioranza Brucchi.

Non solo sarà Gatti l’azionista di maggioranza che detterà ordini e procedure (clientelari).

Ma Morra sarà pure lui a part time come lo fu quello sciagurato di Brucchi.

Incredibile.

Vergognoso.

Nessun sindaco di capoluogo italiano osa continuare a svolgere il suo lavoro perché sa che anche 24 ore su 24 sono poche per affrontare la mole di problemi di una città complessa e articolata.

Morra no.

Per lui l’80% è più che sufficiente.

Del resto la squadra che perde non si cambia e nemmeno un sindaco part time deve cambiare le proprie abitudini, viene prima la propria professione e poi i teramani.

Gianguido D’Alberto, al contrario, ha annunciato che si metterà in aspettativa e sarà presente h24 in Comune per risolvere le spaventose criticità ereditate da un centrodestra irresponsabile, incapace e sfacciato.

Poveri noi, povera Teramo.

Non sprechiamo questa occasione, pena un altro quinquennio di lacrime e devastazione, di declino e tramonto di una città dalla storia plurimillenaria.

7 Responses to "Clamoroso: Giandonato Morra rivela che anche lui farebbe il sindaco part time come Maurizio Brucchi"

  1. Vincenzo   21 giugno 2018 at 19:07

    Al posto di Morra andrei a SEPPELLIRMI

  2. Alessandra   21 giugno 2018 at 21:57

    Fuggi da foggia ( non Foggia) non per la città ma per i foggiani…..detto che già la dice tutta. ?..o forse da Teramo dovrebbero fuggire gli ultimi teramani illuminati….?

  3. Francesco   22 giugno 2018 at 18:07

    A proposito di Brucchi:

    http://www.emmelle.it/Prima-pagina/Politica/L-appello-al-voto-di-due-ex-sindaci-Brucchi-Giandonato-realizzera-quello-che-abbiamo-avviato/11-45839-1.html

    Soltanto il titolo mi ha raggelato, non ho avuto il coraggio di leggere il resto. Corro a votare d’Alberto.

  4. Max   24 giugno 2018 at 7:02

    Vedo che continuate a cancellare gli interventi che non seguono le vostre fantasiose teorie
    Niente contraddittorio quindi ?
    Complimenti

  5. Max   26 giugno 2018 at 15:40

    Nelle regole non avete scritto che qualunque intervento contrario alle vostre tesi viene cancellato
    Complimenti per il vostro “molto democratico” approccio alla discussione politica
    Spero che il nuovo sindaco abbia poco a che fare con voi altrimenti povera Teramo

  6. il Fatto Teramano   29 giugno 2018 at 15:44

    Questo blog è un blog privato e appartiene all’Associazione Teramo 3.0.(Abruzzo 3.0). Diciamo che a casa nostra facciamo come ci pare. Se fosse il sito del Comune di Teramo allora sarebbe giusta la sua osservazione riguardo la sbandierata democrazia. Ma non crediamo che Lei avrà mai la possibilità di commentare alcun articolo sul sito del Comune di Teramo. Saluti.

  7. il Fatto Teramano   29 giugno 2018 at 15:45

    Le nostre teorie sono state premiate dell’elettorato e ora passeremo alla pratica.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.