Le lacrime di Coccodrillo, o meglio di Coccolino

Le lacrime di Coccodrillo, o meglio di Coccolino

Le lacrime di Coccodrillo, o meglio di Coccolino (al secolo Maurizio Cocciolito, presidente in fase di rottamazione della già rottamata e autoreferenziale associazione culturale Riccitelli). Dopo aver spadroneggiato senza pagare il Teatro per 30 anni, al primo accenno di difficoltà, deporta il Teatro nel luogo deputato allo sport, ma poco male questo, il problema è che piange in pubblico e continua a reclamare diritti anzichè ritenersi fortunato di aver avuto vita facile per decenni. Anzichè fare la formichina è stato cicala, e a nulla sono serviti gli avvertimenti di coloro che, negli anni, hanno fatto della critica una sorta di avvertimento: un monito a non razzolare male e a pensare al futuro.
Oggi il futuro è arrivato. E Coccolino piange in tv…

5 Responses to "Le lacrime di Coccodrillo, o meglio di Coccolino"

  1. kolangelo   14 gennaio 2018 at 2:46

    Dovrebbe solo dimettersi…oramai è troppo…

  2. che ridere   14 gennaio 2018 at 7:23

    ah ah ah ah ah ah ah ah

  3. SIC!   14 gennaio 2018 at 19:31

    Rosicone…..!

  4. peppone green   15 gennaio 2018 at 22:01

    figaro qua (a term) …….
    figaro la (a san nicolo’)…..
    sono il fake-Totem…
    della città

  5. niko   16 gennaio 2018 at 3:18

    Che si dovesse arrivare a questo livello…eppure lui, uomo esperto di cultura come dice la giornalista, avrebbe dovuto prevederlo no? Come ha fatto la riccitelli a ridursi a questo livello?

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.