La valenza del numero SETTE

di Nino Pace  –

Il Sette

Il numero SETTE

“Rabbi, quante volte bisogna perdonare?” – e il Maestro: “70 volte 7”.

Subito i matematici con la risposta di Yeshùa moltiplicano 70 per 7 e arrivano a determinare che bisogna perdonare 490 volte.

Nella FILOLOGIA (disciplina che riordina l’accaduto), nella FILOSOFIA (disciplina che spiega l’accaduto) e nella SEMIOLOGIA (disciplina che segue i segni dell’accaduto), i numeri non sono algebra o geometria, bensì valenze e tracce.

Il 7 è un numero biblico e dovrebbe significare all’incirca: “la mano di Dio che guida una persona o un popolo”.

7 Sono i giorni della creazione del mondo da parte di Jhvè; e proprio il 7° giorno è riservato a se stesso.

Ancora oggi i nostri periodi lavorativi vengono misurati in 7 giorni o 7-mane.

Anche al di fuori delle religioni ebraiche e cristiane il 7 è un numero divinatorio: “le 7 fatiche di Ercole”, “il mostro dalle 7 teste, “i 7 colli su cui sorse il villaggio di Rumon” (Roma), e proprio per dargli natali divini “i Re di Roma furono 7 (impossibile per la realtà storica in quanto la Monarchia romana, dal 753 a.C. al 509 a.C., divisa in 7 darebbe un periodo medio di regno di 35 anni, pari quasi alla vita media di un umano dell’epoca, cioè 40 anni).

Le 7 vacche grasse (abbondanza) e le 7 magre (carestia) sognate da Giuseppe potrebbero configurarsi come cicli della natura stabiliti al di fuori della portata della mente umana.

La carica di Presidente della Repubblica (proprio per dare autorità quiritica ad essa) dura 7 anni.

In sostanza il 7 non è solo un numero, ma anche l’espressione di qualcosa di grandioso, misterioso e nobilitante; un totem (antenato mitico, potere di protezione, elemento naturale verticale di congiunzione con l’alto) da dove gli umani possano attingere forza e virtù.

Nino Pace

Nino Pace

Lascia un Commento

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>