Studente, tu sei pieno di vita!

Studente, tu sei pieno di vita!

di Enrico Romagnoli  –

Platone d'esecuzione
Lo stress da esame dello studente

Caro studente, caro collega, caro amico, ma soprattutto caro giovane alle prese con gli Esami di Stato, sarai immerso nelle sudate carte che odorano di paura, ansia e gioia, tutte e tre insieme provocate dalla fine delle Scuole Superiori.

Questo passaggio dell’esame di maturità spaventa tutti: la mole di studio, lo sforzo richiesto e ovviamente il dopo, quell’enorme punto interrogativo visto come una spada di Damocle.

Ci siamo passati tutti e fortunatamente siamo sopravvisuti.

L’ambita e famosa maturità da conquistare a suon di voti sembra essere una chimera che deve per forza disperare gli studenti, i quali da un giorno all’altro si trovano a dover combattere con il proprio futuro.

Le Superiori vengono viste come uno spartiacque della vita di un adolescente, ma questa mentalità danneggia e rischia di far pesare questa esperienza.

Le Superiori sono una porta dalla quale si deve passare, non è l’inizio di qualcosa e nemmeno la fine di un’altra, è semplicemente un passaggio.

Ovviamente, visti a 18 anni gli esami di maturità sono come una scalata a mani nude sull’Himalaya, senza però sapere che poi quello che aspetta è una splendida nuotata nell’oceano, non un tuffo nel vuoto senza imbracature come tanti immaginano.

Si ha paura dell’incerto e dello sconosciuto, ma con 18 anni sul volto si dovrebbe affrontare il tutto con coraggio immenso, senza troppi patemi d’animo, quelli lasciateli per quando i problemi saranno reali.

Vivete, vivete e vivete, sempre!

Non rovinatevi le serate a pensare a cosa ci sarà dopo, a che Facoltà prendere, a sfogliare statistiche sui lavori, sugli stipendi e sui possibili stili di vita.

La vita è la vostra, è nelle vostre mani, dovete averne cura, lei ha voglia di andare, conoscere e scoprire, non siate immobili altrimenti vi sfuggirà.

Non abbiate paura se non ricordate tutta la vita di Pirandello o se non sapete a memoria “L’Infinito” di Leopardi, scoprirete che la vita è molto più vasta e interessante di qualsiasi nozionismo, di qualsiasi brano da memorizzare.

Caro studente, caro collega, caro amico, ma soprattutto caro giovane: in bocca al lupo.

Per gli esami? No, per la vita.

Reportage e fotografie di Enrico Romagnoli
Enrico Romagnoli

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.