Sant’Omero: I due milioni di cazzate della Giunta Luzii

Sant’Omero: I due milioni di cazzate della Giunta Luzii

di Sant’Omero 3.0  –

S.Omero Luzii e Di Battista - due milioni di cazzate
L’Assessore ai Lavori “Pubici” e il Sindachetto del Comune di Sant’Omero

È di questi giorni l’ultimo delirante comunicato del Sindaco di Sant’Omero Andrea Luzii e del suo degno sodale, l’assessore ai Lavori Pubblici Adriano Di Battista.

Entrambi si fregiano del titolo di avvocato ed entrambi hanno capito una verità assoluta nel buco nero della loro carriera amministrativa: non fa niente se non sei capace di nulla, spara una montagna di cazzate che possano fare ombra alla tua incompetenza e vai avanti come se nulla fosse.

Dicevamo dunque dell’ultimo comunicato dei nostri geni, da cui si legge come gli stessi abbiano, a loro dire, attratto due milioni di euro di finanziamento per opere pubbliche del Comune di Sant’Omero.

Mai cazzata fu più mirabolante, ma si sa che a forza di ripeterle alla fine ci credono anche i sassi, e allora ci corre l’obbligo morale di fare chiarezza nella folta selva di cotante menzogne.

La giunta Luzii, di suo, non è stata capace di programmare un intervento che fosse uno, manco per sbaglio, anche se oggi, raccogliendo i frutti della passata amministrazione di Alberto Pompizi, prova a mietere a piene mani quanto quest’ultima ha alacremente seminato.

I progetti per la messa in sicurezza delle scuole furono fatti dall’Amministrazione Pompizi, dal Responsabile dell’Ufficio tecnico di allora che poi, misteriosamente, è diventato un delinquente, dal tecnico che ha redatto e firmato i progetti che sono stati regolarmente finanziati tutti (tecnico che poi misteriosamente è diventato incompetente).

Quindi sottolineiamo – senza tema di essere smentiti – che tutti i finanziamenti ottenuti per gli edifici scolastici (soldi di cui oggi Luzii e Di Battista si vantano sciorinando, con finta noncuranza di politici consumati, le cifre milionarie) sono frutto dello sforzo programmatorio, politico, tecnico e amministrativo della Giunta Pompizi.

Mentono dunque Luzii e Di Battista quando si vantano di aver ottenuto il finanziamento di 516.000,00 euro per la Scuola Media (progetto e richiesta di finanziamento del 2013, quando ci pare che entrambi loro fossero ancora a ripetizioni di politica).

Dissimulano i fatti, Luzii e Di Battista, quando si vantano di aver ottenuto il finanziamento di 795.000,00 euro per la Scuola Elementare (progetto e richiesta di finanziamento del 2013).

Ignorano volutamente la verità dei fatti quando si vantano di aver acquisito il finanziamento di 362.000,00 euro per la Scuola Materna (progetto e richiesta di finanziamento del 2013).

Mentono sapendo di mentire quando si vantano del progetto per il completamento degli spogliatoi di Poggio Morello (progetto già esistente ai tempi della Giunta Pompizi e semplicemente rispolverato dagli scaffali).

Ignorano volutamente il vero quando si vantano del finanziamento ottenuto di 450.000,00 euro per il complesso monumentale di Santa Maria a Vico (anch’esso progetto dell’Amministrazione Pompizi).

Anche i lavori per la manutenzione di Via Casale (che sembra Kabul dopo un bombardamento) erano un progetto già in gestazione della Giunta Pompizi, ma da Luzii e i suoi posto in secondo piano per dirottare i soldi previsti in altre crapulerie politiche (la Sala Polifunzionale che sarà la nuova casa mangereccia della Pro Loco), salvo poi, dietro le minacce e le diffide degli abitanti di quella strada, micragnare qualche soldarello al CoSEV per ridare una riasfaltata tagliuzzando l’originario progetto.

Quindi riassumendo, eliminando la Sala Polifunzionale nei pressi della Scuola Elementare che non verrà realizzata perché i soldi vantati in realtà non ci sono e il progetto fa acqua da tutte le parti, cosa ha fatto, realizzato, programmato in opere pubbliche di suo la Giunta Luzii?

Una beneamata minchia, un tubo, un cacchio, un ciufolo.

Ciò nonostante continuano a mentire, dire bugie, millantare, diramare comunicati che gli organi di informazione si bevono d’un fiato come fossero dotati dei crismi correlati al dogma dell’infallibilità papale.

Due milioni di euro di finanziamento? Due milioni di bugie!

Questa è la Sant’Omero che vogliono, dove tutto tace e la retorica dell’amministrazione è voce unica che plagia i cittadini.

Ma la verità non può essere seppellita con uno o cento comunicati, perché quei due milioni sono il frutto del lavoro della precedente Giunta che ha pianificato, programmato, deliberato, determinato, progettato ed ottenuto tutti i soldi che oggi quegli incapaci politici al comando nemmeno riescono a tradurre in opere pubbliche.

E quando i lavori dovessero giungere al termine, i santomeresi sapranno bene chi devono ringraziare se le scuole saranno più sicure e se le infrastrutture comunali saranno più moderne e funzionali.

P.S.: Quanto invece al famigerato debito De Berardinis da 680.000 euro, debito originato da espropri fatti a cazzo di cane dal Comune di Sant’Omero nel 2002-2003, anche in questo caso i santomeresi sanno bene chi debbono ringraziare, ovvero le in capacissime giunte di sinistra che si sono susseguite per decenni, giunte a trazione PCI, PDS, DS, PD, cioè a dire i padrini politici dell’attuale sindachetto Luzii.

22 Responses to "Sant’Omero: I due milioni di cazzate della Giunta Luzii"

  1. Anonimo   16 maggio 2017 at 21:34

    Un comune che, di frequente, sbaglia clamorosamrnte la scelta dei propri amministratori. La maggior parte dei cittadini santomeresi non si informa e, spesso, vota nell’inconsapevolezza più assoluta. Questa è davvero la peggiore amministrazione della storia. Auguri………

  2. Giornalai   16 maggio 2017 at 22:36

    Il problema è proprio dei giornali che pubblicano ogni comunicato senza verificare un tubo.

  3. Steven   17 maggio 2017 at 8:48

    Questa è la stessa amministrazione che aveva dichiarato il dissesto finanziario appena insediata, cioè voleva iniziare ad amministrare con un clamoroso fallimento! probabilmente un caso unico… Per non parlare della piattaforma di poggio morello che ha imbufalito un intero paese… Eppure queste persone non si dimettono…

  4. Anonimo bis   17 maggio 2017 at 8:56

    Vi siete dimenticati del Piano Regolatore, lavoro iniziato sempre grazie all’impegno dell’amministrazione Pompizi, che è stata screditata anche in questo caso dalla peggiore amministrazione santomerese esistita e cioè questa del sindaco Luzii! L’unica cosa che hanno fatto di nuovo, si fa per dire, è stata, nei vari progetti richiesti nel 2013 e poi finanziati, quella di piazzare i soliti tecnici di fiducia per contraccambiare l’aiuto in campagna elettorale!

  5. Pargolo   17 maggio 2017 at 9:46

    La Candelori fu sconfitta per 20 voti……… Luzii vinse grazie ad un migliore apporto di voti dei candidati in lista ma con meno voti senza preferenze. La Candelori stravinse il confronto perdendo a causa di candidati più deboli. Peccato.

  6. Ginetto   17 maggio 2017 at 13:01

    proclamarono il dissesto
    arrivarono i commissari
    fatto ricorso al TAR / mandati via i commissari
    e hanno il coraggio di dire che è grazie a loro che non c’è il dissesto !

    Dove sono quei due fenomeni, all’epoca chiamati Stanlio e Ollio, che andavano facendo video sullo sprechismo e sulle buche comunemente chiamate POZZE ?
    Perchè non si fanno dei giretti adesso nel territorio ?
    Invece di semplici video, potrebbero fare dei documentari sullo stato di degrado di tutto il territorio del comune di Sant’Omero.
    Inoltre voglio dire agli attuali amministratori che è uscita l’ultima versione di photoshop, possono aggiornare i fotomontaggi fatti in campagna elettorale per ingannare gli elettori su quello che avrebbero fatto nel corso del loro programma, davvero penosi……….
    Avete fatto il giro di Boa da un pò………..si sono finite le scuse……
    Un primato comunque lo avete, quello di aver messo una panchina su un marciapiede di fronte al Comune, talmente pericolosa che una mamma con un passeggino non ci passa, deve scendere in mezzo alla carreggiata e vedersi sfrecciare affianco le autovettture VERGOGNAAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!!!! spero che mai nessuno si faccia male caro assessorisssimo ai lavori pubblici !

  7. Il toro   17 maggio 2017 at 13:03

    In un normale macellaio con una vacca ci fanno circa due giorni, IL CENTRO cià fatt 4 giorni !

  8. Boss   17 maggio 2017 at 13:19

    in questi anni, per il nulla cosmico e il quasi dissesto, quanto hanno intascato gli assessori e Luzii??

  9. Giuseppe   17 maggio 2017 at 13:43

    A tutti i commentatori che mi hanno preceduto e al colto autore dell’articolo consiglio di rileggere la fiaba “I vestiti nuovi dell’imperatore” di Andersen ove è contenuto il proverbiale “il re è nudo” proferito da un bambino, con sguardo puro ed innocente, al cospetto del sovrano.
    La fiaba mi è tornata in mente perché immaginavo lo sdegno, qui sopra urlato, rivolto ai precedenti amministratori.
    E invece nuovamente agguerriti all’attacco dell’attuale gruppo dirigente.
    Sappiate solo che dall’altra parte si sta serenissimi, il re è ormai nudo da un pezzo ed è un allegro vedere…
    Un carissimo saluto!

  10. Antonio M.   17 maggio 2017 at 15:45

    Il rebus resta insoluto. Come mai il popolo riesce a selezionare sempre la classe “digerente” peggiore? Dinanzi a questo articolo che mi lascia sconcerto frammisto ad indignazione impotente, non so darmi risposta.
    Christian Francia per me resta IL SOLO ED UNICO CANDIDATO SINDACO PER LA CITTA’ DI TERAMO (per quel che ne rimane)!

  11. cittadino   17 maggio 2017 at 16:43

    Oh Oh ma l’autore non è sotto processo insieme all’ex sindaco??

  12. Per cittadino   18 maggio 2017 at 8:12

    Un processo POLITICO, lo dimostra il fatto che il vero responsabile per anni del servizio finanziario del Comune di Sant’Omero, l’ex segretario generale Pirozzolo non è stato per nulla chiamato in causa. Il motivo? Perché, dopo aver lasciato Sant’Omero, è diventato segretario generale di Cialente, del PD come Luzii. Quindi ricapitolando i compagni di partito non si denunciano, pur essendo Pirozzolo responsabile esclusivo per anni proprio del servizio finanziario, invece chi solo per pochi mesi è stato in quel comunello, viene chiamato in causa perché da anni sul blog si manifestano le cazzate fatte dal Sindaco. W Luzii per la sua onestà intellettuale e per aver chiamato il dissesto per il suo comune, quando non esisteva. Un vero genio!

  13. sandomero   18 maggio 2017 at 8:22

    A sandomero c’è una maledizione che colpisce a cicli regolari… A rimetterci sono sempre i sandomeresi che non vedono, non sentono, non parlano (si sfogano nei bar). Questo è il periodo più buio e triste.

  14. schifo   18 maggio 2017 at 9:15

    ma cosa vi aspettavate da questa giuntarella? gente senza arte ne parte (in primis il sindachetto!)… e come regalare ad un bimbo di 2 anni una play station 4 … o la sfascia o non ci gioca 🙂

  15. Giuseppe   18 maggio 2017 at 9:56

    Per sandomero delle 8:22. Tranquillo, la maledizione è sparita da un pezzo, grazie all’allora intervento degli acchiappafantasmi resta in giro solo qualche spiritello dispettoso, tipo monaciello napoletano, ha presente? Altrimenti legga il bellissimo libro della Ortese.

    Per schifo delle 9:15. Eppure come piaceva quella play station 4… Immagini lei quanta sofferenza l’altro bimbo, cui la play station è stata tolta ed ora non può più né sfasciarla né ignorarla!
    Personalmente avrei serbato e serberei ancora molto rancore, invece il clima è piuttosto sereno, come traspare anche dai commenti qui sopra…
    Sportività in primis.

  16. Sig.ra Faida Santomero   20 maggio 2017 at 13:20

    L’avversione nei confronti di Pompizi risale ai tempi
    dei tempi delle giunte Picchini e D’Ubaldo.
    Il baldo Alberto é sempre stato visto come un vulcano
    sia dai detrattori storici che dai neosostenitori.
    L’attuale Amm.ne é composta da una maggioranza che
    annovera i primi sopracitati ed un’opposizione supportata
    dai secondi.
    Una nuova concordia si raggiungerá quando alcuni
    logori di vita naturale e sopraggiunti giovani volenterosi
    sapranno pattuire un fattivo e reale sviluppo del nostro
    per lungo martoriato territorio!

  17. Ma il vecchio segretario???   20 maggio 2017 at 15:54

    Come mai il vecchio segretario, responsabile del servizio finanziario per almeno tre anni prima di recarsi in altri, più reddizi lidi (vedi comune dell’Aquila a targa sempre PD), non è stato denunciato dal Luzii. Chissà perchè???

  18. cittadino   22 maggio 2017 at 13:14

    ahahahhhahah

    Fantastico francia! mica dici che non c’entri nulla ahahah dici solo come mai non è stato denunciato anche Pirozzolo ahahahah

    Come quando si dice ” ma lo fanno tutti quindi se lo faccio pure io non è reato”

    se fai il paladino della verità fallo fino in fondo!

  19. cittadino   22 maggio 2017 at 17:32

    processo politico ahahahahhaahah

  20. Per cittadino...   23 maggio 2017 at 14:07

    E allora Pirozzolo perchè non è stato denunciato??? Me lo dica…Perché ora è segretario di Cialente???

  21. cittadino   25 maggio 2017 at 18:58

    il responsabile del servizio chi era? Pirozzolo??

  22. cittadino   25 maggio 2017 at 19:00

    comunque qualora ci fosse responsabilità in relazione alla legittimità delle varie delibere sarei curioso di sapere cosa ne pensi la corte dei conti del segretario comunale.
    Ah volevo ricordarLe caro Dott. Francia che non difendo assolutamente Pirozzolo anzi…

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.