Intervista al gruppo musicale delle “Lingue Sciolte”

di Enrico Romagnoli

Lingue Sciolte

La band abruzzese “Lingue Sciolte”

Qualche tempo fa al Comunale di Teramo prese vita l’evento “Teramo Live”, un insieme di band che hanno suonato una dopo l’altra animando il teatro con la loro musica. Tra i vari gruppi c’era anche quello delle Lingue Sciolte, un gruppo pop/rock aquilano. Stupito dalle sonorità li ho contattati per un’intervista, eccoli qui, tutti per voi.

1) Quando nasce il gruppo “lingue sciolte”? Da chi è formata la band? E perché questo nome?

Il progetto nasce nel 2015 ma è nel novembre 2016 che la band prende la forma attuale.

La band è formata da Federico alla voce, Marco alla chitarra, Valerio al basso e Andrea alla batteria.

Il nome ci è stato affibbiato molti anni fa, prima ancora della nascita del progetto.

2) Com’è L’Aquila da un punto di vista musicale e culturale? Offre spunti e occasioni?

L’Aquila non è mai stato un posto in cui è semplice far nascere un’idea.

Per quanto riguarda la musica ultimamente si inizia a muovere qualcosa grazie alla nascita (o rinascita) di alcuni progetti inediti che come noi vogliono dire qualcosa. Come è sempre stato nella storia della musica in Italia le cose si muovono quando si è in tanti a spingerle, noi speriamo in questo.

3) A cosa si ispira il vostro sound?

Il nostro sound è la fusione di quello che, volenti o nolenti, abbiamo assorbito negli anni e per questo è in continua evoluzione.

4) Sulla rete c’è il vostro il singolo “Woody Allen”, diteci qualcosa in più.

Woody Allen non è una canzone che parla di Woody Allen. Racconta una serie di episodi e di momenti vissuti con la ragazza di Federico, il cantante. (https://www.youtube.com/watch?v=mwpyC6j79zE).

5) Cosa avete in cantiere? Album? Tour?

Abbiamo appena ultimato le registrazioni del disco in uscita il 19 maggio con ALTI RECORDS (lo presenteremo all’Irish Cafè a L’Aquila) e nel frattempo fissiamo le date di promozione.

Ad esempio il 29 Aprile siamo stati al Deja-Vù di Sant Egidio alla Vibrata in apertura agli Ex-Otago.

A breve uscirà un nuovo videoclip al quale stiamo lavorando in questi giorni.

6) Come vi organizzate per provare? Come gestite la musica con le vostre vite?

Facciamo due/tre prove la settimana ma in realtà stiamo insieme tutti i giorni.

La musica nelle nostre vite è protagonista indiscussa.

7) Qual è il messaggio più importante che volete lanciare con le vostre canzoni?

Scrivere canzoni per noi è un bisogno più che una scelta.

Il messaggio è di brano in brano diverso, alcuni parlano d’amore (Solo Di Te, Woody Allen), altri parlano di paure proprie, altri ancora di giustizia (Era Mattina) o di concetti astratti (Neve).

Se avete voglia ci trovate su Facebook, su iTunes e su Spotify.

Lingue Sciolte 2

Le Lingue Sciolte durante un concerto

Lascia un Commento

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>