“Armiamoci” e “Partiti”

“Armiamoci” e “Partiti”

di Batman  –

Batman
Anche un Supereroe soccombe ai cafoni

Essere un Supereroe è cosa ardua. Significa portare un fardello enorme sulle spalle ogni giorno, non poter sbagliare mai, non avere il permesso di essere spensierati nemmeno un attimo, non conoscere il significato della parola felicità, perché troppo concentrati sul male che infesta la società ed il mondo.

Fortunatamente per me così non è, in quanto non sono dotato di super poteri, ho solo una montagna di soldi da spendere e tanto fegato. Così ho la mia Bat Mobile, il mio Bat Elicottero, la mia Bat Tuta Alare e via dicendo… e combatto il crimine da uomo, a mani nude, niente armi da fuoco.

I miei discorsi ai lettori (un grazie a chi mi legge e a chi mi pubblica) partono e partiranno sempre dal quotidiano, dalla città dove mi sono trasferito da qualche tempo, Teramo, ed arriveranno dove ci porta il ragionamento.

Nei miei spostamenti notturni, ho constatato tante cose…

A Teramo c’è mediamente un bar ogni 1000 abitanti circa (calcolando anche i bambini)!

A Teramo ci sono decine di sale scommesse, slot machine e similari!

A Teramo non è consentito visitare reperti antichi.

A Teramo è rimasta una sola biblioteca, minacciata in continuazione di chiusura.

A Teramo le librerie sono quasi estinte!

A Teramo non c’è un Auditorium.

A Teramo non esiste un luogo di consultazione dell’intera cittadinanza attiva.

A Teramo le decisioni piovono dal basso della politica attuale e lì rimangono, in basso.

A Teramo non esiste un piano di viabilità degno del nome.

A Teramo chiudono e continuano a chiudere le attività più disparate, nel silenzio delle Istituzioni.

Ora, converrete con me che la totale assenza di cultura è figlia di decenni passati a farci amministrare da cafoni. Non mi viene in mente parola più consona. Sono spiacente.

Solo un cafone può accontentarsi di avere un bar ogni 25 metri, e vivere tranquillo.

Solo un cafone resta impassibile di fronte ad un Teatro Romano mai recuperato e valorizzato come meriterebbe.

Solo un cafone accetta che negozi e attività storiche della città scompaiano per sempre.

Solo un cafone si accontenta della mediocrità.

Non me ne vogliano i cafoni, ma se siete cafoni è proprio per questo!

Impassibili i governanti teramani, di fronte ad una città che non è attraente, non lo è più.

Ora mi chiedo e vi chiedo, ma dai fieri esponenti di un partito il cui capo è un Piduista, il cui braccio destro è condannato per mafia, ed il cui braccio sinistro è condannato per corruzione, cosa vi aspettavate? Professionalita? Giustizia sociale? Tensione morale? Idee di progresso?

Allo stesso modo mi chiedo: cosa avete da blaterare contro un presidente regionale prescritto per corruzione? Prescrizione, vuol dire farla franca, e non vuol dire essere onesti.

Teniamo in considerazione quanto sopra descritto della nostra città… e purtroppo non sentiamoci soli, perché siamo circondati in tutta Italia da cafoni! I problemi di Teramo sono i problemi di tanti, troppi comuni del nostro Paese.

È il modo becero di sviare l’attenzione che non sopporto. Ok, io sono Batman e vengo da un altro Paese, quindi non ho il diritto di voto qui in Italia… a proposito, sono quindi un clandestino? Un rifugiato? Un immigrato irregolare forse? Domande importanti, ma di cui non mi preoccupo per niente. Perchè? Perchè sono ricco sfondato, e gli irregolari, anche se tali, non danno alcun fastidio ai facinorosi xenofobi, se sono ricchi.

Il problema sono i poveri, italiani e non. Quelli danno proprio fastidio alla “classe dirigente” del Paese. In questa Regione meravigliosa che è l’Abruzzo, poche settimane fa era l’inferno in terra. Ci sono migliaia di famiglie disperate, ci sono centinaia di milioni di danni all’agricoltura ed altre centinaia di milioni alle infrastrutture. Ma ormai non fa più notizia.

È caduto l’ennesimo cavalcavia autostradale ed ha causato morti, ancora. Ma ormai non fa più notizia. Arrestano un esponente al giorno della “politica di spicco” nazionale, sia esso targato pdl/pd/fi/ncd/jgghdmff/kvfjdfjf!!! Ma ormai non fa più notizia.

Il caso Consip prefigura il solito sistema di inciuci, di amici degli amici, di ogni colore politico esistente. Ma ormai non fa più notizia.

La casta politica nazionale al senato salva minzolini e lotti (i cognomi sono scritti in minuscolo di proposito). Ma ormai non fa più notizia.

Due clochard hanno bisticciato, ed uno ha dato fuoco all’altro! Ma ormai non fa più notizia.

Il Biotestamento arriva in discussione a Montecitorio…e ci sono 20 persone! Non frega niente a nessuno.

Perché c’è gente che si difende da sola!

Perchè c’è gente che “se entri in casa mia ti ammazzo, figlio di un cane”!

Perchè c’è il solito fantoccio senza cervello che fa sciacallaggio a livello industriale, e fa il tifo per un pover’uomo che ha sparato ad un ladro nel suo locale. E condivide la scelta di uccidere! Condivide la scelta di uccidere! Uccidere un essere vivente! Togliere la vita, addirittura ad una persona!

Com’è possibile un tale livello di superficialità non riesco a spiegarmelo. Sia chiaro che se uno entra di straforo nella Bat Caverna non è che gli do il benvenuto… Di certo però sono terrorizzato dal fatto che possa succedere, in quanto la casa è il rifugio, il luogo sacro di ogni uomo che ne ha una, ed è intoccabile e vi si entra solo se amici o invitati.

È vero che uno, se si ritrova estranei dentro casa, reagisce male, a volte malissimo. E nella peggiore delle ipotesi, se è armato, spara. Questo è comprensibile, ma inaccettabile.

Siamo tra i primi in Europa per pressione fiscale, ovvero paghiamo tasse da fare schifo, e quindi dovremmo battere i pugni sul tavolo perché sia lo Stato, attraverso le Forze dell’Ordine, a proteggere la proprietà pubblica e privata.

Invece ovunque si legge di potenziali giustizieri, gente pronta ad uccidere senza pietà chiunque entri in una proprietà privata. Ma siamo impazziti? Cioé, regrediamo all’età della pietra! In un Paese civile, alla violenza si reagisce con regole di convivenza pacifica. Se reagisci alla violenza con la violenza, crei solo altra violenza.

È una formula vecchia come il mondo. Invece tutti a fare a gara a chi la spara più grossa, la cazzata. “Se entri a casa mia esci in orizzontale”. “Se invadi la mia proprietà sei finito”. “Meglio un lungo processo che un funerale”. “Qui finisce la legge, e comincio io”.

L’ultima è una battuta di un vecchio film, ma il livello è quello. Credete davvero che armandoci tutti vivremo in una società migliore? Credete davvero che con una pistola nel comodino sarete più sicuri?

Mancava solo questo a distrarci dal fatto che il nostro Paese è paragonabile ormai a Nazioni che consideriamo sottosviluppate. Gli slogan più idioti li si possono leggere ovunque: Ho il diritto di difendermi! La difesa è sempre lecita! Ho il dovere di proteggere la mia famiglia!

E allora fai studiare i tuoi figli, alza il culo dal divano, spegni il pc, lascia lo smartphone a casa e fatti una passeggiata, poi con occhio critico guardati intorno e cerca di migliorare te stesso ed il posto in cui vivi.

Oppure protesta contro uno Stato che spende fantamiliardi per acquistare caccia da guerra e aerei presidenziali e lascia Carabinieri e forze dell’ordine con le pezze al culo. O ancora, protesta contro gli amici di Buzzi e Carminati, che sono assassini, criminali.

Invece adesso devo preoccuparmi pure che le lobby internazionali delle armi prendano piede anche in Italia? Guardiamo agli USA, dove si sa, le armi si vendono al supermercato… “Allora, due etti di prosciutto, mezzo chilo di pane e una 357 per favore!”

Dati alla mano, tra il 2004 e il 2013 le morti causate sul suolo americano dalle armi da fuoco sono 316.545, le morti causate dal terrorismo 36! A fornire questi dati sono il Dipartimento di Stato e i Centers for Disease Control and Prevention. A causare questi oltre 300mila morti non ci sono solo le stragi, ma anche suicidi e incidenti provocati da un uso errato delle armi.

Altra ricerca realizzata da Associated Press e Usa Today rivela inoltre che tra il gennaio 2014 e il giugno 2016 sono morti 326 bambini a causa di spari involontari. Ergo, possedere tutti un arma, fa sì che ci uccidano, non che ci proteggano.

Fate lavorare la testa, non perdiamoci dietro a slogan fatti di niente, creati appositamente per distrarre l’attenzione. Il decerebrato di cui parlavo sopra ad esempio, quello coi doposci, quello che rappresenta con tanta spocchia uno dei partiti politici che ha rubato milioni dalle nostre tasche, beh quello è l’esempio perfetto di deficiente.

Solo un deficiente etichetta un’intera comunità sulla base degli errori di pochi.

Solo un deficiente sceglie la via più generica, idiota e rozza, per risolvere i problemi.

Solo un deficiente va in giro con la felpa con su scritto “ruspe in azione” – “stop invasione” – “io sto con stacchio”…

E mai, dico mai, con una felpa con su scritto “No alla Mafia” – “Stop Camorra” – “Io sto con Falcone e Borsellino”. Perchè? Perchè ha le palle grosse come quelle di una pulce, il codardo.

Oppure quelli di Ala… Ala che? Forse “ha la”, cioè ha la faccia come il culo a stare in un movimento politico con a capo Verdini!

“Al senatore toscano le accuse contestate dall’Accusa sono associazione a delinquere, bancarotta fraudolenta, appropriazione indebita, più una presunta truffa allo Stato, scaturita dall’indagine sui fondi per l’editoria” (cit. Il Fatto Quotidiano).

Beh, questi sono altri scienziati di prim’ordine. Ad esempio ce n’è uno particolarmente sveglio, D’Anna, che dice “I terremotati pretendono troppo dallo Stato. Hanno scelto loro di restare a quelle altitudini”. Oppure, riferito a Roberto Saviano, “Gli toglierei la scorta, ma chi lo deve uccidere? Icona farlocca”.

Purtroppo potrei andare avanti e parlare di tanti, troppi rappresentanti dello Stato, che offendono, sputano e disprezzano il loro ruolo e la Costituzione.

L’odio non ha mai partorito niente di buono.

L’odio fa schifo.

L’odio si nutre di ignoranza e di assenza di esempi positivi.

Allora cerchiamoli, gli esempi positivi. Ce ne sono a milioni, ma sono silenziosi, quasi nascosti, perché non necessitano di ululati ai quattro venti o di conferenze stampa, sono modesti.

Batman 2
Ciao Bat-Terramani!!!

Personalmente, io guardo ai Supereroi, e prendo esempio da loro. Mi riferisco a chi non gira la faccia dall’altra parte se è testimone di un’ingiustizia; a chi aiuta qualcuno se ne ha bisogno; a quelli che fanno lavori umili con dignità; a chi non si vende; a chi dà una carezza ad un cane randagio; a chi non abbassa la testa; a chi non giudica per il colore della pelle; a chi è pronto a tutto pur di tenersi stretta la propria dignità.

Ecco, quelli, sono i Supereroi.

One Response to "“Armiamoci” e “Partiti”"

  1. Leda Santosuosso   21 marzo 2017 at 10:50

    grande!
    però io qualche politico lo ucciderei…
    :-)))

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.