La scommessa del Dejavu

Calendario proposte del Dejavu

Calendario proposte del Dejavu

Di Enrico Romagnoli-

Che il Dejavu negli ultimi anni stesse facendo davvero belle cose ce ne eravamo accorti, basta nominare Federico PoggipolliniLevanteErmal Meta e I Rio, questi alcuni dei molti nomi che sono saliti sul palco del famoso locale di Sant’Egidio.

Non sono da meno gli appuntamenti organizzati da febbraio a maggio, con concerti che avranno per protagonisti artisti di calibro nazionale come Perturbazione, La RuaNobraino ed Ex Otago.

Enrico Romagnoli

Enrico Romagnoli

Un altro ingrediente vincente nella ricetta del Dejavu, oltre il voler puntare su nomi di spicco, è la varietà di genere che vi si può trovare, spaziare dal pop al rock passando per l’eletrronica e altri generi non è sicuramente facile, ma la politica di questo club sembra trovare terreno fertile visto che è ormai un luogo di culto per tutti gli appassionati di musica.

Purtroppo negli anni si è persa la cultura della musica live nei posti “intimi”, si preferiscono i grandi concerti dei sempreverde (Ligabue, Vasco ecc ecc.) e non si va a più a scovare il futuro della musica o comunque non si stende l’orecchio oltre la radio, nel senso che si ascolta quello che viene proposto in maniera passiva, quindi la musica passa da vitale a compagnia, viene trattata di sottofondo, come se fosse una moda, si sente ciò che va. Il Dejavu dovrebbe essere un esempio, oltre che per il territorio abruzzese, per tutti gli appassionati, questo locale è la prova che nella musica ci si può ancora scommettere.

One Response to La scommessa del Dejavu

  1. cittadino

    26 giugno 2017 at 11:57

    il dejavu potrebbe essere un esempio di come utilizzare i soldi pubblici per fini privati!

Lascia un Commento

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>