C’era anche Davide De Carolis sull’elicottero precipitato. Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno.

C’era anche Davide De Carolis sull’elicottero precipitato. Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno.

181643_1838799219231_3286133_nPurtroppo ci giunge una notizia che non avremmo voluto mai dare. Davide era lassù, su quel dannato elicottero a prestare il suo aiuto cone faceva da anni, alle persone in pericolo di vita sulla montagna. Figura di spicco del Liceo Classico Melchiorre Delfico degli anni ’90 (fu rappresentante di Istituto dal ’94 al ’96). Davide scelse fin da giovanissimo la strada della montagna, dimostrando doti straordinarie e talento, tanta era la passione, tanto era l’amore per la sua Terra. Ha gestito per anni i vari rifugi della nostra montagna (“Garibaldi”, “Franchetti”, “Duca Degli Abruzzi”) e attualmente era gestore di un campeggio montano.

Ci lascia da Eroe. Addio Davide.

La redazione de Il Fatto Teramano si stringe attorno alla famiglia De Carolis.

 

 

Aggiornamenti da repubblica.it
ANCORA una tragedia in Abruzzo. Dopo il maltempo, il terremoto e la valanga che ha distrutto l’hotel Rigopiano a Farindola, oggi un elicottero del 118 è precipitato nell’aquilano, tra il capoluogo e Campo Felice. Il velivolo è caduto dopo aver recuperato un ferito su un campo da sci a Campo Felice in una zona fortemente innevata e montuosa a circa 1.600 metri di quota. Morte le sei persone a a bordo: il pilota, due membri del Soccorso alpino, un medico, un operatore e il ferito. Il medico, un rianimatore, nei giorni scorsi aveva prestato soccorso a Rigopiano. Lo sciatore soccorso è il romano Ettore Palanca, 50 anni, maitre dell’Hotel Cavaliere Hilton di Roma. Era sposato.

L’elicottero AW139 con marche EC-KJT, era impegnato in un normale volo di soccorso e non faceva parte dei mezzi che in questi giorni sono impegnati sulla valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano. Il velivolo è caduto in prossimità del laghetto di Campo Felice, nei pressi del rifugio montano Amantino. I rottami sono stati localizzati in un canalone nei pressi di Casamaina, in territorio di Lucoli. La scena che si sono trovati davanti i soccorritori è stata impressionante: la coda del velivolo e poi la fusoliera sono praticamente disintegrate. I resti si trovano in una zona abbastanza in alto rispetto alla piana. Intorno una spessa coltre di neve.

Schermata 2017-01-24 alle 16.41.35

One Response to "C’era anche Davide De Carolis sull’elicottero precipitato. Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno."

  1. Anonimo   25 gennaio 2017 at 2:14

    Alantino non Amantino

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.