L’assunzione di Francesca Lucantoni al Comune di Nereto è DELINQUENZIALE

L’assunzione di Francesca Lucantoni al Comune di Nereto è DELINQUENZIALE

Gruppo Consigliare di Nereto “Direzione Futuro”  –

giuliano-di-flavio-per-fare-un-piacere-a-paolo-gatti-mi-sono-rotto-il-culo
Il Sindaco di Nereto Giuliano Di Flavio impreca contro se stesso

Il presente comunicato, indirizzato agli organi di informazione, viene contestualmente inviato alla Procura della Repubblica di Teramo e alla Procura della Corte dei Conti per l’Abruzzo, per quanto di rispettiva competenza, con riferimento alla vicenda della illegittima assunzione, in qualità di funzionario contabile a tempo determinato, della dott.ssa Francesca Lucantoni.

1) Come è noto, con determinazione dirigenziale n. 35 del 23.11.2016, il Responsabile dell’Area Contabile del Comune di Nereto stabiliva i criteri per lo sfruttamento di eventuali graduatorie dei Comuni abruzzesi e marchigiani relative ad un Funzionario contabile di cui si asseriva avere impellente necessità.

Nel medesimo provvedimento non si faceva menzione della obbligatoria deliberazione di indirizzo della Giunta comunale attraverso la quale si sarebbe reso obbligatorio il reclutamento di un funzionario, con specifica indicazione delle modalità tramite le quali procedere al reclutamento. Se ne deduce che tale obbligatoria deliberazione sia inesistente.

Peraltro, tale carenza di organico è stata creata tramite la deliberazione di Giunta comunale n. 108 del 17.10.2016 con la quale si autorizzava il prestito al Comune di Roseto – tramite l’istituto del comando – della Dott.ssa Antonietta Crisucci, funzionario a tempo indeterminato (nonché responsabile dell’Area Finanziaria e Tributi del Comune di Nereto).

Nella stessa determinazione si faceva invece menzione di una lettera del Sindaco di Nereto, tramite la quale si domandava ai Comuni destinatari della esistenza di una eventuale loro graduatoria in essere, onde poter attingere un Funzionario contabile a tempo determinato per le esigenze del Comune di Nereto.

La lettera del Sindaco Di Flavio deve intendersi del tutto incongrua ed irrituale nella misura in cui manca un indirizzo della Giunta in tal senso e nella misura eventuale in cui manchi il piano annuale e triennale delle assunzioni del Comune che autorizzi una simile operazione.

2) Con la immediatamente successiva determinazione dirigenziale n. 36 dello stesso 23.11.2016, il medesimo Responsabile dell’Area Contabile del Comune di Nereto, nonché Segretario Comunale, procedeva ad approvare lo schema di contratto individuale con la dott.ssa Francesca Lucantoni – Assessore in carica presso la Giunta comunale di Teramo – in quanto la medesima sarebbe il primo nome utile nella graduatoria in essere presso il Comune di Bellante, relativa ad un concorso per Funzionario contabile risalente al 2010.

Curiosamente, la lettera del Comune di Bellante con la quale viene comunicata la graduatoria cui poter attingere è datata 14 novembre 2016, ben prima del 23 novembre, data nella quale vengono formalizzati i criteri di scelta con la determinazione n. 35 citata.

Ma quel che appare grave è il falso contenuto nella determinazione n. 36, laddove il Comune di Nereto scrive testualmente: “Sostenuto che la graduatoria del Comune di Bellante risulta essere l’unica della Provincia di Teramo”.

Non solo non è vero che sia l’unica, ma quel che è peggio è che una identica graduatoria per un identico concorso da funzionario contabile è esistente presso il Comune di Nereto, approvata formalmente con determinazione dirigenziale n. 293 del 30.11.2010 (comune-nereto-determina-n-293-del-30-11-2010-approvazione-graduatoria-concorso-funzionario-contabile), cioè a dire lo stesso anno della graduatoria di Bellante.

Vincitrice del concorso neretese fu proprio l’attuale funzionario a tempo indeterminato prestata in comando al Comune di Roseto, vale a dire la Dott.ssa Antonietta Crisucci.

Ma quella graduatoria contiene altri cinque idonei i quali avrebbero dovuto essere interpellati con esito negativo prima di procedere ad un’eventuale richiesta di graduatorie esterne all’Ente, così come prescrive la vigente normativa e la costante Giurisprudenza (le amministrazioni che vogliono reclutare a tempo determinato dirigenti o responsabili debbono utilizzare le graduatorie a tempo indeterminato dello stesso ente per profili corrispondenti, vedi per tutti TAR Umbria 10 Giugno2016 n. 494).

Eppure nulla di tutto questo è stato compiuto, considerato che in maniera smaccatamente illegittima si è proceduto ad una assunzione che presenta numerosi profili di lampante illegittimità. Per scrupolo lo scrivente Gruppo consigliare si è premurato nella giornata odierna di telefonare al primo nome della graduatoria in essere, di cui alla determinazione n. 293 citata, il quale ha confermato di essere il 2° in graduatoria ma di non essere stato né poco né punto informato circa l’effettuanda assunzione da parte del Comune di Nereto.

Del resto il silenzio dell’Amministrazione alle ripetute interrogazioni dell’opposizione in merito è sufficientemente eloquente (vedi riunione dei capigruppo del 24 Novembre scorso, durante la quale il Segretario comunale, l’Assessore al Bilancio Corini e il Capogruppo Clementi non risposero in merito e si capisce il perché; vedi la seduta del Consiglio Comunale del 25 novembre laddove il Sindaco Di Flavio, alla domanda posta dall’ex Vice-Sindaco Di Felice, in prima battuta cercò di non rispondere fin quando, però, gli fu ricordato che nello stesso pomeriggio era stato pubblicato un suo articolo che testimoniava quanto in discussione).

E alle illegittimità come sopra inequivocabilmente acclarate, si aggiunge pure l’assenza del parere del Revisore Dei Conti dell’Ente, obbligatorio in caso di assunzioni.

Ribadiamo, altresì, come ai sensi della Legge n. 350/2003, richiamata dalla legge di conversione del Decreto Legge n. 101/2013, è pure necessaria una convenzione per l’utilizzo di una graduatoria tra i Comuni di Bellante e di Nereto, convenzione che deve comunque intervenire prima della sua utilizzazione (e della quale non v’è traccia).

Per tutti questi motivi, nel denunciare pubblicamente una palese e plurima violazione di norme imperative (e nel rimetterci alle decisioni delle Autorità Giudiziaria e Contabile per quanto concerne i relativi profili penali ed erariali), il Gruppo consigliare di Nereto “Direzione Futurochiede l’immediata revoca dell’assunzione illegittima da ultimo effettuata e il contestuale ripristino della legalità per il tramite dell’adozione di tutti gli atti necessari

Nereto, 1 dicembre 2016

Gruppo Consigliare di Nereto “Direzione Futuro”

8 Responses to "L’assunzione di Francesca Lucantoni al Comune di Nereto è DELINQUENZIALE"

  1. francesco   1 dicembre 2016 at 18:37

    Il problema non è “poverina” la Lucantoni ma il suo dante causa Paolo Gatti.

  2. Anonimo   1 dicembre 2016 at 20:03

    Una curiosità: ma chi è il segretario/a del Comune di Nereto?

  3. Poverannoi!   2 dicembre 2016 at 7:20

    Il segretario comunale di Nereto è LUCA DI EUGENIO

  4. Anonimo   2 dicembre 2016 at 8:21

    Il PD stupra la legge per fare un piacere illecito ad un politico di Forza Italia (superclientelare) come Paolo Gatti. La merda chiama merda…

  5. Anonimo   2 dicembre 2016 at 12:49

    Per le cimici ci vuole da disinfestazione.
    E tanta gente muore di fame…

  6. antonio   2 dicembre 2016 at 13:42

    Fanno proprio schifo, hanno la faccia come il culo , chissa che giro di favori e scambi partititici che cè stato sotto

  7. Anonimo   2 dicembre 2016 at 15:06

    Suscita stupore e sdegno constatare che sul Centro non è stato riportato nulla…Cambiano gli addendi, ma il risultato non cambia!!!

  8. Che vergogna!   2 dicembre 2016 at 17:26

    quando gatti tornerà in cerca di voti ad isola saranno volatili per diabetici,il fenomeno che pensa solo alla politica clientelare e gestisce la sua posizione con false promesse facendo di sè un finto avvocato (è capace di riuscire a scrivere un atto????….penso proprio di no)il suo risultato politico è la Lucantoni…ecco!
    per Isola è iniziata una campagna elettorale “contro chi lo ha sempre votato”…raccogliendo tantissimi consensi a suo sfavore (grazie anche alle bellissime figure che continua a fare la “sua “amministrazione gattiana insieme ad un ufficio tecnico incapace nel proprio ruolo e di un sindaco dalle grosse incapacità di gestione )….occhio al sorpasso di Mariani che almeno si fa e si continua a far vedere anche nel post sisma.
    Se fossi nella Lucantoni mi vergognerei un bel po’ visto che da come mi riferisce mia figlia è una delle donne piu’ prese in giro a Teramo.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.