La Champions League della canzone

La Champions League della canzone

di Enrico Romagnoli  –

Eurovision Song Contest 2016
Eurovision Song Contest 2016

Sabato 14 maggio si è svolta la 61esima edizione dell’Eurovision Song Contest che ha visto trionfare l’Ucraina con Jamala che ha cantato “1944”.

Grande ospite della serata è stato Justin Timberlake che ha portato sul palco la sua scoppiettante energia e ha fatto ballare tutto l’Ericsson Globe Arena, palazzetto in cui si è svolto lo show.

Questa è stata la sesta volta che il festival è stato ospitato dalla Svezia; il concorso è stato inserito nel Guinnes World Record per essere lo spettacolo musicale televisivo annuale in corso in onda da più anni consecutivi a livello internazionale.

L’Eurofestival (Eurovision Song Contest ufficialmente, abbreviato ESC o semplicemente Eurovision) è una manifestazione nata nel ’56, organizzata dall’Unione Europea della Radiodiffusione e ispirata al nostro Sanremo.

Anche se prende spunto da una manifestazione prettamente italiana, purtroppo l’Italia non ha mai avuto grande fortuna in questa competizione, infatti siamo arrivati sul tetto d’Europa solamente due volte, nel 1964 in Danimarca con Gigliola Cinquetti che cantò “Non ho l’età (per amarti)” e nel 1990 a Zagabria con Toto Cutugno che eseguì “Insieme: 1992”.

Questo ha implicato che l’Italia abbia ospitato l’Eurovision soltanto due volte, in quanto il Paese che vince acquisisce il diritto ad ospitare l’edizione dell’anno successivo.

La nazione che più ha vinto ha più o meno i nostri colori, solamente che nella nostra bandiera bisogna sostituire il rosso con l’arancione, così si ottiene l’Irlanda, che ha ben 7 titoli europei.

Ogni artista che sale sul palco può scegliere la lingua in cui cantare ed è banale dire che l’80% si esibisce con pezzi in inglese.

In Italia il vincitore del Festival di Sanremo rappresenta l’Italia nell’Eurovision e quest’anno gli Stadio hanno preferito lasciare l’onore e l’onere a Francesca Michielin che si è classificata sedicesima con la canzone “Nessun Grado Di Separazione”, presentata per l’occasione in versione internazionale.

Avendo vinto l’Ucraina l’appuntamento è lì nel 2017.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.