Il nuovo singolo del cantautore Nosenzo e quel “Circo colorato” che è la vita

Walter Nanni ph 2014di Walter Nanni –

Ci sono tanti modi di scrivere una canzone, tantissimi: quello scelto dal cantautore abruzzese Nosenzo, personalmente, lo trovo unico e tremendamente bello.

Impegno sociale, sentimento, leggerezza intelligente: i testi di Alessandro Nosenzo non sono mai banali, un po’ come la sua musica che affonda le radici nella tradizione balcanica; ritmo e atmosfere che riuscirebbero a far ballare anche un bradipo.

Copertina Nosenzo
La copertina dell’Album “Io vengo dal sud” di Nosenzo

Questa mattina ho aperto il sito web de “Il Centro” e ho ascoltato con piacere il suo nuovo singolo, “Il mio circo colorato” tratto dal suo primo album Io vengo dal sud“: mentre mi agitavo sulla sedia a tempo di musica mi sono divertito a guardare il nuovo videoclip; inevitabilmente le mie orecchie hanno prestato attenzione ad alcune parole della canzone…

“Sono stato contattato da un esercito privato/

sono un pò indifeso è la realtà/

ma se cerchi di frugare nel mio istinto primordiale morirai di fame e di onestà/

scorgo un priorato che difende uno steccato/

sono stanco di ruggire ma/

mi ritrovo setacciato nel mio orto colorato/

sicuramente aspetto/

io cerco”

La straordinarietà della musica leggera è la sua capacità di parlarti, di farti credere che quello che ascolti è un po’ anche tuo, di mettere in poesia e note cose che avevi dentro, di cambiarti un po’ la realtà intorno.

Melozzi e Nosenzo
Melozzi e Nosenzo
Me3lozzi D'Ignazio Nosenzo
Valentina D’Ignazio con Enrico Melozzi e Alessandro Nosenzo

Scrivere canzoni è un’arte molto complessa, più di quanto si possa immaginare. Impossibile pensare di scrivere un bel pezzo senza una cultura musicale e drammaturgica adeguata e senza avere “qualcosa da dire”. Tutto questo lo sa bene Enrico Melozzi che ha arrangiato il disco e preso per mano Nosenzo in questo viaggio musicale e culturale; lo sa bene Valentina D’Ignazio della Cinik International Recording che, insieme ad Enrico, ha prodotto questo lavoro con grande coraggio, scommettendo su un artista abruzzese.

Nel videoclip ho ritrovato anche un mio fratello, quel “genio della lampada” che si chiama Andrea Ginestra: l’ho appena chiamato al telefono, è in viaggio verso Pescara, sta tornando da Montecarlo dove qualche sera fa si è esibito insieme a David Larible, uno dei più celebri e acclamati clown del mondo.

La vita è un Circo e il Circo è una cosa seria.

Un po’ di colore non ci sta mai male.

Nosenzo e Andrea Ginestra
Nosenzo e Andrea Ginestra nel videoclip “Il mio circo colorato”. I due hanno firmato anche la regia

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.