Teatro Comunale: la gestione Spinozzi chiude col botto. Ballerini salvi per miracolo

Teatro Comunale: la gestione Spinozzi chiude col botto. Ballerini salvi per miracolo

506865048_640La scandalosa gestione del teatro comunale, il cui degrado triste e mesto è stato sotto gli occhi di tutti per circa 30 anni, la cui storia legale ha appassionato i teramani, anche grazie alle lotte e alle battaglie di questo blog, e di vari movimenti di artisti a Teramo, volge finalmente al termine. Siamo a giugno. E a giugno scade la famosa convenzione truffa con la ditta Spinozzi, che usufruisce da decenni dello stabile più voluminoso dell’intero centro storico senza pagare l’affitto, salvo poi dover fare dei lavori di manutenzione, che puntualmente vengono invece pagati dai cittadini teramani. 0866La Spinozzi, che ha già detto che non gli interessa più il cinema in centro…che lo vuole portare tutto allo Smeraldo (come se il concetto di cinema, in senso lato, dipendesse dalle sue volontà, come se avesse l’esclusiva dei cinema a Teramo…va a finire che ce l’ha davvero…). Dimenticandosi del mancato certificato prevenzione incendi, i lavori sotterranei, i sotterfugi…le chiusure…le delibere del Sindaco per riaprire…la sicurezza. I comizi per gli amici…etc .etc…

Jo-screams-a-warning3Insomma…la Spinozzi finalmente si toglie dalle palle (tanto il teatro se lo prende il marito, Maurizio Cocciolito, presidente della Riccitelli…questo lo sanno pure le pietre…). E chiude davvero col BOTTO, nel vero senso della parola. L’altro ieri, durante il saggio del Liceo Coreutico si è staccato un perno, che cadendo fortunatamente nell’unico punto del palcoscenico dove per miracolo non c’era un danzatore. Se fosse caduto in testa a un ballerino, cosa sarebbe successo? Sarebbe morto di certo. A che costo? Perchè?

Teramo 3.0 appoggia l’intervento di Fabio Berardini del M5S Teramo, che ha affermato: “Il M5S chiederà urgentemente spiegazioni e fara’ di tutto perche’ l’amministrazione effettui controlli sullo stato di sicurezza dell’impianto affinche’ non si ripetano mai piu’ episodi del genere, inoltre esporremo quanto prima tutto l’accaduto alle Autorita’ competenti in modo da verificare eventuali responsabilita’ penalmente rilevanti”.the-man-who-knew-too-much1

Nel più totale silenzio politico, le uniche forze che si sono interessate a questo scandaloso argomento, sono state di fatto Teramo 3.0 e il M5S. Porteremo avanti insieme questa battaglia per la cultura meritocratica a Teramo. La battaglia si gioca ora. Il Teatro è dei cittadini, e con una gestione Comunale si potrebbe far ripartire la cultura riutilizzando gli utili (che fino ad oggi ha goduto la Spinozzi e Cocciolito) nel bilancio della Cultura per la produzione di nuovi eventi, che non peserebbero così sulle casse pubbliche. (leggi l’articolo sulla proposta di Teramo 3.0 sulla gestione comunale del Teatro).

Man-Who-Knew-Too-Much-pic-3

One Response to "Teatro Comunale: la gestione Spinozzi chiude col botto. Ballerini salvi per miracolo"

  1. Il Pignolo   1 giugno 2015 at 18:02

    Bella la foto di Doris Day che canta a squarciagola Que sera sera nel film “L’uomo che sapeva troppo” (davvero al Comunale si lascia che le cose vadano secondo la filosofia di questa canzone… E davvero ci siamo risparmiati un colpo di scena alla Hithcock!). Ma lasciatemi citare questi pochi versi di Pablo Neruda:
    Per questa volta lasciatemi
    essere felice:
    a nessuno
    è successo niente.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.