Terremoto L’Aquila: oggi sono 6 anni che facciamo schifo

aquila 2di Enrico Melozzi –

Oggi sono 6 anni che l’Abruzzo ha rinunciato al cambiamento. 6 anni in cui ho capito che la maggioranza degli abruzzesi non ha voglia di cambiare. 6 anni fa abbiamo scoperto quanto corrotti siamo e quanto un terremoto possa mettere a nudo il marcio di una società. Nulla è cambiato in meglio da quel giorno in cui mandai un sms a Gianni Chiodi implorandolo di trasformare questa tragedia in una risorsa per la nostra terra, impiegando lavoratori locali, ditte e società abruzzesi. Invece con il nostro dolore ci hanno mangiato tutti tranne chi aveva più bisogno. Abbiamo mostrato il lato peggiore di noi, il lato peggiore del nostro carattere. Stefania-Pezzopane-e1388963639661Il voto post sisma ha inoltre denotato lo scarso senso critico degli aquilani, che non hanno esitato a rivotare i soliti noti, in seguito a promesse banali, rieleggendo gente che poi ha addirittura vilipeso la loro città confondendo attività politica con rotocalchi rosa.

Oggi sono 6 anni che facciamo schifo. Forse è arrivato il momento di riprendersi l’Abruzzo. Ma il problema sono gli abruzzesi. Cosí non va. Non si può tollerare che questo schifo duri ancora a lungo.

 

One Response to "Terremoto L’Aquila: oggi sono 6 anni che facciamo schifo"

  1. Il Pignolo   7 aprile 2015 at 11:45

    Verità sacrosanta…

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.