Sanremo 2015 ai raggi X

Sanremo 2015 ai raggi X

di Enrico Romagnoli  –

Sanremo 2015Si è concluso sabato 14 febbraio il 65^ festival di Sanremo, che ogni anno fa scegliere agli italiani quale canzone far trionfare. La kermesse, che ha avuto come presentatore Carlo Conti, ha tenuto compagnia per una settimana intera, andando in onda in prima serata dal 10 al 14 febbraio.

Quello di quest’anno può essere definito il festival dell’amore, poiché molte canzoni lo avevano come tema principale. Proprio d’amore parla la canzone vincitrice, ovvero “Grande Amore”, brano cantano dal Il Volo, trio di giovani ragazzi in cui spicca un’eccellenza teramana di Roseto: Gianluca Ginoble.

Al secondo posto si piazza Nek con “Fatti avanti amore” che ha vinto il premio per il miglior arrangiamento e radio-tv-web Lucio Dalla, mentre al terzo posto Malika Ayane con “Adesso e qui (nostalgico presente)” vincitrice del premio della critica Mia Martini.

Come al solito ci sono stati grandi ospiti nazionali ed internazionali, che hanno arricchito il programma, il quale però, grazie all’impostazione di quest’anno, non si è quasi mai distaccato dalla gara e il focus è rimasto sempre sulla musica.

Alessandro Siani è stato protagonista di una gaffe, avendo offeso un bambino in evidente sovrappeso, scoperta poi essere una cosa già preparata dato che il bambino ha partecipato ad un film dell’attore che si poteva risparmiare la scenata.

Gianna Nannini ha steccato alla grande ma l’Ariston ha applaudito lo stesso la cantante, come hanno applaudito, giustamente e meritatamente, Al Bano e Romina dopo un’esibizione inaspettata.

Di grande gusto la scelta di chiamare Will Smith e Charlize Theron, due attori di calibro mondiale, che in differenti serate sono stati la ciliegina sulla torta di un festival di gran livello. È giusto ricordare anche la bellissima esibizione di Ed Sheeran, il giovane cantante inglese che sta estasiando il mondo con la sua musica.

All’interno di Sanremo c’è anche la gara dei giovani che ha visto primeggiare Giovanni Caccamo, arrivato sopra ad altri 7 contendenti.

Questo festival è stato molto gradevole, come non se ne vedevano da qualche anno, infatti è stato uno dei più seguiti; pieno di sobrietà, professionalità e incentrato sulla vera protagonista: la musica. Infatti c’è stato il “Tutti cantano Sanremo”, cioè ogni ospite svelava la sua canzone preferita dei festival precedenti.

Si sa, Sanremo di solito è una vetrina di lancio per giovani sconosciuti o riesuma vecchie glorie ormai cadute dal monte della celebrità, quest’anno invece non è stato così e lo spettacolo è stato tale da far venire un dubbio anche ai più critici.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.