Concerto di Capodanno. Svolta clamorosa della Lucantoni: Al posto di Marina Rei, Marina Cvetic.

Concerto di Capodanno. Svolta clamorosa della Lucantoni: Al posto di Marina Rei, Marina Cvetic.

Marina Cvetic - Montepulciano MasciarelliTutto nasce da una provocazione che corre sul web: ma perché non chiamare direttamente il vino “Marina Cvetic”, anziché Marina Rei? E la rete s’infiamma: proposte di annate specifiche, in nome di una sorta di spending review affinché l’ospite e il bere siano coniugati in un’unica entità. La Lucantoni non s’è fatta scappare questa occasione, prendendo l’idea al volo. Immediatamente contattata la ditta Masciarelli, richiesto il cachet per la partecipazione della signora Marina Cvetic in persona. La quale ha accettato di buon grado la proposta di € 16.000, per la bellezza di 16 bottiglie gran riserva del suo vino preferito.

Immediata la reazione dell’ex assessore Guido Campana: “Non è serietà, non si manda a casa un artista dopo averlo annunciato!”.

marina rei
Marina Rei

Ma in realtà l’annuncio di Marina Rei sul palco del Capodanno Teramano, il concerto più ambito sulla scena internazionale, ha fatto storcere il naso a tutta la città. Come? Proprio Marina Rei, che a Teramo si è esibita centinaia di migliaia di volte? Oramai la polemica sul capodanno a Teramo e come la polemica annuale sul cast di Sanremo. È praticamente impossibile accontentare la piazza e la critica. E proprio per questo che l’assessore alla cultura Lucantoni ha deciso di fare marcia indietro.

Si è giustificata così: “Abbiamo scelto Marina Cvetic non per il vino, ma perché aveva almeno il nome di battesimo in comune con Marina Rei. Infatti così risparmieremo ben € 800 di manifesti, riuscendo a sfruttare metà manifesto di Marina Rei e ristampando solo il cognome, recuperandone addirittura due lettere mettendo in pratica un vero e proprio risparmio per la comunità teramana.” Inoltre la Lucantoni sfrutterà la sua notevole somiglianza con la percussionista designata, prendendo il suo posto e facendo risparmiare al comune parecchi soldini.

Anche la reazione dell’artista Marina Rei non è tardata: “Sinceramente sono felice che il Comune abbia fatto un passo indietro. In ogni caso resta inteso che il mio assegno di € 16.000 più Iva è già incassato!”. Smentite quindi le voci di spending review a riguardo.

francesca Lucantoni
Francesca Lucantoni

E anche il sindaco Brucchi non ha esitato a tacere commentando la vicenda: “L’importante è che non sia venuto Filippo Graziani, sinceramente avere un figlio di un comunista, o comunque di un artista, non è il nostro obiettivo per il capodanno. Nostro obiettivo è avere un artista ed è già troppo, figuriamoci un artista figlio di un artista. E poi addirittura apprezzato e amato dai teramani. No, sarebbe una gioia troppo grande, e dopo anni di depressione cronica potrebbe essere fatale per il cuore dei teramani un’emozione così forte! L’ho fatto per il vostro bene! Ma in futuro capirete

A noi del Fatto Teramano non resta che annunciare una forma di gioia per questo evento, per questo passo indietro. Infatti la notizia che il vino Marina Cvetic è tra i 100 vini più buoni del mondo, farà si che sul palcoscenico salirà forse, per la prima volta, l’unica vera star internazionale che abbiamo oggi in Abruzzo, senza ipocrisia… Il vino!

5 Responses to "Concerto di Capodanno. Svolta clamorosa della Lucantoni: Al posto di Marina Rei, Marina Cvetic."

  1. Andrea   17 dicembre 2014 at 11:31

    Ragazzi, però click-baiting su Facebook no dai! Che bisogno c’è?

  2. Enrico   17 dicembre 2014 at 13:30

    L’accusa è impropria perchè è una sensazione che si ha solo sul traffico mobile, in quanto per motivi di spazio vengono aggiunti i puntini al posto del titolo se troppo lungo. Cosa che invece su traffico desktop non abbiamo, al contrario dei siti che utilizzano questa tecnica per muovere le statistiche.Come vedi invece nel nostro caso, il titolo è completo e i puntini sono inseriti in automatico dal web per motivi, ripetiamo, di spazio di visualizzazione. Grazie comunque per l’attenzione.

  3. Mauro   17 dicembre 2014 at 18:32

    “Dulcis in fundo” (arieccolo!) Vittorio il Fenomeno…errare è umano, perseverare è diabolico!

  4. Andrea   17 dicembre 2014 at 19:02

    Ah ecco, mi sembrava strano! Grazie del chiarimento

  5. giovan battista nisii   18 dicembre 2014 at 16:13

    che pena che vuoto mentale che deserto cult.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.