Mondovisione di Luciano Ligabue

di Enrico Romagnoli – Il disco Mondovisione, prodotto da Luciano Luisi, tastierista di Ligabue, è uscito il 26 Novembre 2013 ed è stato insignito per 6 volte del titolo di disco di platino.

Il cd è stato anticipato dal singolo Il sale della terra, che è andato in rotazione nelle radio dal 5 settembre 2013.

Questo album è molto curato nei suoni, non a caso è stato partorito dopo 3 anni di duro lavoro, in cui Ligabue e la band hanno ricercato i suoni migliori per ogni canzone e, dopo mesi dall’uscita, dopo aver portato il cd live in varie parti d’Italia e d’America, dichiarano di ritenersi molto soddisfatti.MondovisioneLigabue_AlbumCover

Le tracce sono 14, di cui due pezzi sono strumentali.

I singoli estratti sono sei: “Il sale della terra”, “Tu sei lei”, “Per sempre”, “Il muro del suono”, “Siamo chi siamo” e “Sono sempre i sogni a dare forma al mondo.

I temi del cd sono molteplici, anche se quello che spicca di più è l’indignazione, sentimento espresso in canzoni, grazie a chitarre rabbiose e ritmo incalzante, come “Il sale della terra” e “Il muro del suono”. Il cantautore ha dichiarato di essere arrivato ad un punto in cui la situazione non è più sostenibile e che tutto questo senso di dissenso doveva buttarlo fuori.

Questo album ci dice anche come il rocker sia assolutamente maturato; se nel primo cd, datato 1990, cantava “Balliamo sul mondo”, ora con altre canzoni vuole farci capire in che società siamo, come stiamo vivendo ed esprime il senso di disgusto che hanno un po’ tutti.

Un disco con un sound molto accattivante, con canzoni molto diverse le une dalle altre, sia per tematiche, che per musicalità. Si va da pezzi rock, potenti, con temi affilati a ballate molto melodiche che emozionano in tante sfumature. Ci sono voluti 3 anni, ma ne è valsa la pena. Voto 9. Davvero una musica accattivante

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.