Venghino venghino: al Comunale il triplo salto mortale di Cocciolito

Venghino venghino: al Comunale il triplo salto mortale di Cocciolito

Domani sera andrà in scena al Teatro Comunale di Teramo, riaperto alla chetichella senza che nessuno quasi si accorgesse della sua esistenza, un evento straordinario, incredibile. Non si era mai verificata a Teramo una cosa simile. Di cosa stiamo parlando? Del concerto straordinario di Salvatore Accardo con i Solisti Aquilani, per l’AIRC, un concerto di solidarietà. Ma dov’è la cosa straordinaria  visto che il M° Accardo ha suonato a Teramo centinaia di volte? Per la serie sempre i soliti…

Salvatore-AccardoE qui viene il bello. In realtà domani sera non andrà in scena un concerto, ma uno spettacolo di circo equestre: assisteremo in prima mondiale al “triplo salto mortale-carpiato” del maestro Maurizio Cocciolito. Quello che è riuscito a fare stavolta ha davvero dell’incredibile! Perché? Ve lo spieghiamo subito: il maestro Cocciolito è riuscito a fare un’operazione geniale di tripla personalità, uno dei primi casi al mondo di tripolarismo psichico. Siamo nell’ambito del numero 3, il

maurizio cocciolito

Perfetto, l’Uno e Trino, l’Assoluto. Cocciolito in qualità di presidente della Riccitelli acquista uno spettacolo dai Solisti Aquilani, di cui è già direttore artistico, e svolge lo stesso concerto presso il teatro di sua moglie. Come è stato possibile realizzare questo? Anni e anni di studi e allenamento approfonditi, ricerche, contatti, relazioni, scalata politica… Solo con il duro lavoro si riesce organizzare un triplo salto carpiato di questo livello. In pratica Cocciolito ha una linea telefonica tripla in cui riesce a rispondere e telefonare contemporaneamente, anche a se stesso: il presidente della Riccitelli telefona al direttore artistico dei Solisti Aquilani, e gli chiede di poter fare un concerto presso il teatro di famiglia, quindi immaginate la conversazione a tre: Cocciolito che chiama Cocciolito per chiedere a Cocciolito se può fare un concerto presso il teatro di Cocciolito nella stagione di Cocciolito. E’ tutto chiaro? Noi de Il Fatto Teramano facciamo i complimenti per questa stupenda proposta artistica, che unisce il circo, all’equilibrismo, alla politica, alla musica, allo spettacolo, alla ricerca, alla solidarietà. Per la serie sempre i soliti…

Per quanto riguarda la straordinaria presenza del maestro Accardo, sbandierata da tutti i media locali come uno straordinario evento, vi ricordiamo che in realtà al mondo ci sono dei giovani e dei grandissimi interpreti che sono migliaia di volte più bravi e più espressivi del maestro Accardo che, ahi-noi, ha perso lo smalto di una volta: ma si sa, alla Riccitelli le novità non sono mai piaciute, meglio rimanere nel guado di sempre: meglio non toccare, meglio non svegliare il gigante che dorme. orange-rot2Per la serie sempre i soliti…

Una domanda però la vogliamo rivolgere ai volontari dell’AIRC: ma un bel concerto per  finanziare una ricerca contro il cancro morale presente nelle istituzioni culturali teramane, non sarebbe una proposta concreta e sensata? In città ci sono moltissimi organizzatori giovani e SANI, che potrebbero realmente aiutare la vostra ricerca e migliorare lo stato di salute della cultura teramana, che purtroppo oggi è un malato terminale, paziente oncologico oramai abbandonato. La Riccitelli invece secondo noi è culturalmente cancerogena perché, come abbiamo visto, c’è chi si divide anche in 3, e non si vergogna di entrare in palesi conflitti di interesse in ogni operazione che compie.

Aiutate anche voi dell’AIRC la ricerca contro il cancro culturale della città di Teramo, cominciando con lo scegliervi dei collaboratori pertinenti alla causa, anche in senso figurato.

 

Il Fatto Teramano

2 Responses to "Venghino venghino: al Comunale il triplo salto mortale di Cocciolito"

  1. Laura   26 novembre 2014 at 20:01

    Meno male che ci siete voi che fate qualcosa di buono!!! Ma per favore, fate pena… Nella vita non fate niente, se non cercare di essere qualcuno screditando gli altri,ma in realtà siete il nulla, siete persone “povere”, che non hanno niente!! Meno male che c’è ancora qualcuno (la Riccitelli, Cocciolito) che dà alla città tutto questo… Se non ci fosse Cocciolito, c’è qualcuno che organizza spettacoli di cultura nella città? C’è un’altra stagione di prosa o dei concerti?? Non c’è niente… Ma invece di “ringraziare” questa persona che si impegna per dare qualcosa alla città, voi screditate… L’invidia è una brutta bestia!! Invece di screditare, lavorate e date anche voi qualcosa alla vostra città invece di polemizzare sempre e tutto!!!

  2. Marco   27 novembre 2014 at 10:54

    Chi è Cocciolito e qual è il suo conflitto di interessi è ormai noto a tutta la città. Chi lo difende dovrebbe semplicemente vergognarsi.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.