Il Consiglio Comunale di Teramo è cosa nostra

Il Consiglio Comunale di Teramo è cosa nostra

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno:

Il Comune di Teramo ha ordinato alla Polizia Municipale di costringere a spegnere le telecamere delle tv locali durante la celebrazione pubblica di una pubblica seduta del consiglio comunale.

È da tempo che ho la sensazione di vivere a CORLEONE, dove regna il sistema massone dei potenti che secondo le loro esigenze esercitano le loro decisioni per i loro comodi. E allora faccio la voce grossa pure io, DON PEPPE.

Sento di dover fare una dichiarazione, una di quelle che vi è famigliare, ascoltate:

Io desidero farvi un Augurio, io vi Auguro la Pace Sig. Presidente… a tutti Voi Auguro la Pace… e che la Pace e la Tranquillità e la Serenità dello spirito e della coscienza, poiché per il compito che vi aspetta la Serenità è la base, fondamentale, per Giudicare. Non sono parole mie, sono parole di Nostro Signore, e le raccomandò a Mosè quando doveva Giudicare che ci fosse la “MASSIMA SERENITÀ”. Vi Auguro ancora, Sig. Presidente, che questa Pace vi accompagnerà nel resto della vostra vita… oltre a questa occasione.

Bene, queste sono le parole usate al maxi processo da Michele Greco detto “IL PAPA”.

Ma con questa gente del Comune di Teramo come CAZZO ci si deve parlare ???

Noi Popolo abbiamo il diritto-dovere di ascoltare e partecipare al consiglio COMUNALE.

Non è vostro il COMUNE, è COSA NOSTRA.

Giuseppe Labro

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.