Siamo tutti consumatori e consumati.

Gli anni passano, le mode cambiano e le regole sulla trasparenza aumentano. Faccio alcuni esempi: vai al supermercato compri i fagioli c’è scritto che tipo sono, la data di scadenza, dove vengono fatti e noi scegliamo se il prodotto fa al caso nostro . Quante volte ci è capitato di fare quel ragionamento sordo che è presente solo nella nostra testa “ Prendo questo e lascio quell’altro mi sembra un pò caro, buono questo, mi piace, ngulo che ladri costa il doppio, questo non mi convince”.E’ la regola della trasparenza per certificare la qualità di qualsiasi cosa, di questi esempi ne potrei fare a non finire. Sicuramente a questo punto, tu lettore ti dirai: Peppì ma ch cazz vu dicj?

VOGLIO ETICHETTARE I POLITICI, I FUNZIONARI E DIRIGENTI STATALI. VOGLIO IL CARTELLINO ESPOSTO SULLA SCRIVANIA IN BELLA ESPOSIZIONE CHE L’UTENTE LO POSSA LEGGERE E VALUTARE. Voglio vedere tutta la loro storia da quanti anni sono lì, quanti giorni di ferie hanno fatto, quanti giorni di malattia si sono presi e soprattutto quanto GUADAGNANO, che premio produzione hanno preso e per quali meriti. Voglio essere sicuro di sapere con chi sto a parlare.

Fondamentalmente sono un consumatore e voglio i miei diritti, voglio sapere con chi ho a che fare,voglio vedere se hanno il coraggio di mettere il cartellino con gli stipendi che conosciamo tutti, se hanno il coraggio di poterci dire che ogni volta che c’è da rispondere sulle questioni che li riguardano che non è di loro competenza.

Tutti siamo controllati, dalle partite Iva alle società quotate in borsa tranne questi soggetti.

Perché non c’è il controllo, perché!?!

Perché per entrare lì in certi posti, bisogna essere raccomandati, come fai a scrivere sul cartellino raccomandato da…… Tipo alla T.E.A.M. che ci lavora la moglie del nostro illustre Sindaco, vorrei proprio vedere il suo cartellino.

So che questo non accadrà mai ma mi piace che tutti noi provassimo ad immaginarlo l’ipotetico cartellino di qualità del dirigente o funzionario .

Signori visto che ci sono colgo l’occasione di fare gli auguri per la festa dell’undici novembre San Martino a tutta la maggioranza della giunta comunale e alcuni della minoranza che passiate una bella festa. Grazie!

Giuseppe Labro.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.