FLOP BRUCCHI AL COMUNALE: Partecipazione più che dimezzata rispetto al 2009 per la presentazione dei candidati. I cittadini abbandonano il sindaco uscente. L’armata Bruccaleone sfila zoppicando di fronte a circa 200 questuanti. Quasi più candidati che pubblico. Tentativo disperato di Brucchi di recuperare terreno. Baiocco: chiarezza sull’utilizzo del Teatro Comunale

FLOP BRUCCHI AL COMUNALE: Partecipazione più che dimezzata rispetto al 2009 per la presentazione dei candidati. I cittadini abbandonano il sindaco uscente. L’armata Bruccaleone sfila zoppicando di fronte a circa 200 questuanti. Quasi più candidati che pubblico. Tentativo disperato di Brucchi di recuperare terreno. Baiocco: chiarezza sull’utilizzo del Teatro Comunale

Schermata 04-2456775 alle 05.11.49di Mauro Baiocco

Il centro destra teramano chiama a raccolta le sue deboli e demotivate truppe ad una mattinata di auto-campagna elettorale. L’incontro si svolge presso il Cine Teatro COMUNALE di Teramo gestito dalla ditta Spinozzi, moglie di Maurizio Cocciolito, presidente dell’associazione Primo Riccitelli. E’ noto ormai a tutti il conflitto d’interesse sul quale questa classe dirigente ha taciuto in maniera vergognosamente colpevole, lasciando i leciti e legittimi sospetti di un sistema creato appositamente. Attraverso il finanziamento della cultura, si finanzierebbe, la vita, l’attività e la campagna elettorale dei partiti e della classe politica che ancora per poco ci governa.

Sarebbe interessante sapere se il centrodestra ha pagato per l’utilizzo del Teatro Comunale che, come tutti sanno, la mattina è sempre chiuso. Quindi tenerlo aperto per l’adunata degli ultimi fedeli, significa sicuramente pagare degli straordinari per il personale, un costo a carico del gestore, la ditta della Spinozzi.

Sarebbe interessante sapere chi si è occupato di organizzare l’evento, di prenotare il Comunale. Da dove è partita la telefonata? Dal Comune o dalla Riccitelli?

Sarebbe interessante sapere se il sindaco ha pagato i vigili del fuoco. Chi li paga? Quanto costano? E soprattutto ci sono veramente?

Sarebbe interessante sapere se la SIAE sia stata pagata.

Sarebbe interessante sapere se i soldi utilizzati per organizzare l’evento sono di origine pubblica. Chi è il finanziatore dell’evento? Quanto costa tutto l’evento?

Qual è la posizione del centrodestra sulla prossima scadenza nel giugno 2015 della gestione del Teatro Comunale? Intende produrre nuovamente un bando? E’ chi vi può accedere? Solo chi ha oltre 15 anni di esperienza maturata con il sostegno della politica, come ad esempio la ditta Spinozzi che gestisce il Comunale dal 1989 senza pagare l’affitto? O potrà essere aperta a tutti?

Insomma, sembra proprio che il lupo perda il pelo ma non il vizio. Non un minimo di trasparenza sulla gestione della Cosa Pubblica. Libero arbitrio sugli spazi di tutti, senza consultare, coinvolgere o semplicemente informare i cittadini. Non cambierà mai nulla se questi personaggi e soprattutto i loro modi fumosi e dubbi, continueranno a pervadere le vie cittadine e i nostri destini.

E’ ora di essere chiari, limpidi, onesti, qualità che fino ad oggi sono completamente mancate e nessuno, dico nessuno, può negare a se stesso che la situazione culturale, economica e sociale della nostra città versa in condizioni estremamente critiche.

11 Responses to "FLOP BRUCCHI AL COMUNALE: Partecipazione più che dimezzata rispetto al 2009 per la presentazione dei candidati. I cittadini abbandonano il sindaco uscente. L’armata Bruccaleone sfila zoppicando di fronte a circa 200 questuanti. Quasi più candidati che pubblico. Tentativo disperato di Brucchi di recuperare terreno. Baiocco: chiarezza sull’utilizzo del Teatro Comunale"

  1. Sarete in pochi   27 aprile 2014 at 12:52

    Veramente incredibile che la titolare di un’azienda che è moglie del presidente della “Riccitelli” possa gestire il “Comunale”, e pare per tanti anni. Che giro losco! Veramente c’è un conflitto d’interessi come una casa. Amici di amici. Mi auguro che chi vince le elezioni (naturalmente brucchi escluso) faccia fare l’assessore alla cultura all’autore di questo articolo per porre fine a questa tresca; facesse solo questo non avrebbe fatto poco.

  2. Anonimo   27 aprile 2014 at 13:25

    Dalle foto che ho visto si vedevano anche diversi posti vuoti. Comunque al Comunale nella sala delle poltrone (quella bassa la galleria manco è stata aperta) ci sono 420 posti circa, contando che i candidati sono ben 192 (cosa manco da comune di Roma) e ritenendo che ciascun candidato si sia portato dietro almeno uno o due parenti come la moglie, i figli, la madre o qualche altro consanguineo siamo a 385-390 persone già solo “in famiglia”.

  3. picchiatello   27 aprile 2014 at 13:25

    Fanno schifo !!!!!!!!! Ma la colpa di chi è? Mia non di certo.Abbiamo tutti una sola arma per mandarli a casa a calci……la MATITA!!!!!!!!!!!!

  4. Anonimo   27 aprile 2014 at 13:37

    Sapendo che il Comunale ha 420 poltrone nella sala bassa visto che la galleria non si aperta e i candidati sono 192 cosa manco da comune di Roma facile immaginare che ognuno abbia portato almeno uno o due parenti come moglie figli madri o altri consanguinei saranno stati tra i 385-390 per una convention “in famiglia”

  5. Anonimo   27 aprile 2014 at 15:03

    io ci sono andato e ho contato con i miei occhi ben 112 poltrone vuote. Inoltre ho visto una schiera di volti noti di fuori città al seguito di Chiodi,ruffiani vari venire da fuori comune a leccare, i teramani non c’erano posso confermare.

  6. siria   27 aprile 2014 at 15:05

    ho visto le foto era palesemente vuota la sala. Fate schifo e per favore…pagate l’affitto DOPPIO!! perché una manifestazione culturale deve costare 1500 euro di affitto il comunale e per una politica invece gratis??? dovrebbe costare il doppio…

  7. malaspina   27 aprile 2014 at 15:07

    Io ho votato Brucchi nel 2009 e ero presente all’evento. La gente arrivava fino a piazza Garibaldi dentro faceva un caldo pazzesco come ai saggi della Merlo, gente ovunque anche nei camerini. Oggi non sono andata, non me la sono sentita di metterci la faccia. Mi vergognavo a farmi vedere lì presente. Mi sono pentita di averlo votato e mi fa piacere constatare che moltissimi, come me, hanno cambiato per fortuna idea su quel soggetto. Solo delusioni e amarezze. Per i suoi pochi amici (i presenti di stamattina) qualche favoruccio, ma evidentemente non è bastato.

  8. Sarete in pochi   27 aprile 2014 at 16:12

    Sono un elettore di Pomante.
    Se viene accertato che brucchi non ha pagato l’affitto della Sala, anche Pomante dovrà richiederla per la presentazione della sua lista a gratis. Non si possono usare due pesi e due misure.

  9. Anonimo   28 aprile 2014 at 9:44

    Anonimo 27 aprile ore 15.03
    E tu perché ci sei andato? Per vedere quante sedie vuote c’erano? Per vedere quanti leccaculi c’erano? Per questo ci sei andato? E se la sala fosse stata gremita avresti scritto qua sopra dicendolo? Se ci sei andato non essendo pro-Brucchi ma giusto per vedere che tipo di affluenza c’era vuol dire che stai in paranoia, lo sai questo si?

  10. Picchiatello   28 aprile 2014 at 13:20

    All’ anonimo del 28/04/2014 at.9.44 dico semplicemente. Initiate a leccarvi le ferite! Visto che l’ ingresso era aperto a tutti,non vedo perche’ questo cittadino non puo riportare su questo blog ció che ha visto. Se volevate potevate far entrare solo per invito!!!!!!!!Tremate!!!!! Teramo è ormai pronta a cambiare !!!!!!!!!!

  11. Stella   28 aprile 2014 at 18:03

    Oddio, la figlia di Brucchi che apre la convention politica cantando Noemi! Povera ragazzina, mi ha fatto pena. Lui no

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.