Antonio D’Amore fuori da Teleponte: ora distruggerà Vera TV?

Antonio D’Amore fuori da Teleponte: ora distruggerà Vera TV?
Ci mancheranno questi siparietti...
Ci mancheranno questi siparietti…
D'Amore e D'odio: fatto fuori da Teleponte
D’Amore e D’odio: fatto fuori da Teleponte

Antonio D’Amore è in procinto di distruggere l’audience di una nuova tv locale? Con un post su facebook stamattina ha annunciato la fine della sua collaborazione con Teleponte. Ma a cosa si dedicherà da oggi in poi il nostro prode D’Amore? Gli sfortunati stavolta saranno i giornalisti di Vera Tv, ammirevole realtà Marchigiana che si affaccia anche su Teramo da pochi mesi. D’Amore, dopo aver abbassato al minimo storico l’audience di Teleponte, si occuperà della redazione di Teramo di Vera Tv, e porterà con sè anche lo zerbinotto Lino Nazionale (per la costa), l’inseparabile compagna Elisabetta Di Carlo (purtroppo continueremo a vederla in video col microfono in mano per la città di Teramo) e l’unica meritevole sul piano giornalistico, Paola Peluso (giudiziaria). Se da un lato siamo felici, perchè Teleponte finalmente si libera di una zavorra giornalistico-politica non indifferente, il dispiacere va per la prossima probabile rovina di una televisione libera e accattivante, contraddistinta sempre da una notevole libertà giornalistica, gestita da fuori città, con l’obiettività di un osservatore fuori regione.

Staremo a vedere cosa accadrà, ma in tempo di elezioni sono normali aggiustamenti di assetto. Forse la destra teramana ha paura di Vera Tv, e la vuole controllare?

Staremo a vedere…

9 Responses to "Antonio D’Amore fuori da Teleponte: ora distruggerà Vera TV?"

  1. io   24 marzo 2014 at 15:19

    madre mia… l’uomo più servile del mondo. sedicente giornalista e pennivendolo. mi spiace per la pelosa che credo valga. ma se piace a lei… la tarlo è inascoltabile, inguardabile, degna del suo lui.
    ma sono manovre di bottega. tutto in mano ai padroni.
    fortuna che tanti sono stufi.

  2. matteo   24 marzo 2014 at 16:24

    ma come? stamattina sembrava una vittima su facebook e invece aveva già la saccoccia piena?
    Che uomo d’onore!
    vabbè…viva l’Italia

  3. Anonimo   24 marzo 2014 at 17:07

    Ma il fattoteramano si è mai chiesto come mai con l’avvento del nuovo proprietario sono cambiati a teleponte ben 4 direttori e ne sta per essere nominato un quinto? Ah, in meno di due anni sono cambiate 4 direzioni…Chissà perché… Meditate gente, meditate… E attenzione, perché la merda più la rigiri e più puzza…

  4. paolo   24 marzo 2014 at 17:40

    vi posso fare una domanda io? ma voi lo sapete chi è il vero direttore di teleponte che gestisce tutto senza mai comparire? gli altri sono solo marionette che scoppiano sotto i colpi di alduccio nazionale: il vero numero uno!

  5. Ivo giulivo   25 marzo 2014 at 6:40

    Come faremo senza Peppapig con la sua voce atroce e la sua siluette di una porkett?

  6. Blasco   25 marzo 2014 at 21:20

    oh Aldù, i direttori a Teramo so finiti!! te ne rimane solo uno ma attenzione: ha la testa molto calda, un gallettaro! hai distrutto la creatura dei teramani per i soli ed esclusivi tuoi interessi personali. che schifo! prima o poi il cerchio si stringe

  7. Anonimo   25 marzo 2014 at 23:01

    Aldù, perché non prendi chri()stian? Prova a chiedere al tuo dante causa.

  8. Soldo   26 marzo 2014 at 22:34

    Almeno per un po’ non lo vediamo ….

  9. alamo   19 dicembre 2014 at 19:53

    Oggi pomeriggio il personaggio di cui parliamo ha lanciato invettive con un odio,livore,disprezzo e rancore verso i dipendenti della provincia di teramo come se tutti i problemi del’Italia sia la pubblica amministrazione,l’unico capro espiatorio,facendo finta di non sapere che dipende tutto dalla classe politica e dai dirigenti conniventi e collusi che ci hanno diretto e amministrato in questi anni.mettere sullo stesso piano un semplice impiegato o operaio della Provincia con un dirigente che guadagna in un anno quello che un dipendente non guadagna in una vita,comunque è vero che la classe politica rispecchia il popolo.

    Un vero giornalista spiega benissimo quello che non sa.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.