Elezioni/Teramo – Gianluca Pomante vince a mani basse il primo confronto Tv con Brucchi, Di Pasquale e Cordone

Elezioni/Teramo – Gianluca Pomante vince a mani basse il primo confronto Tv con Brucchi, Di Pasquale e Cordone

Nel primo vero confronto pubblico, seppure in un programma televisivo, Gianluca Pomante ha letteralmente oscurato Maurizio Brucchi e gli altri candidati alla carica di Sindaco della città di Teramo.

pomante a teleponte
Il programma Tv “Agorà” di Teleponte

Proposte concrete, grinta, professionalità e capacità di comunicare del candidato delle liste civiche “Teramo 3.0”, “Popolo di Teramo” e “Movimento 139”, hanno letteralmente messo ko gli altri interlocutori letteralmente imbarazzati dalla concretezza di Pomante.

La discussione in studio ha messo in evidenza tutti i macroscopici errori delle amministrazioni comunali di Teramo di centro-destra che si sono succedute in questi ultimi dieci anni, l’imbarazzante inconsistenza del candidato del Pd Manola Di Pasquale e l’inadeguatezza di Graziella Cordone, candidata per “Sinistra partecipata”.

GIANLUCA-BIANCO
Gianluca Pomante

Gianluca Pomante ha vinto a mani basse il primo confronto televisivo senza giochi di prestigio, senza bugie, senza le classiche e stucchevoli promesse da campagna elettorale.  Proposte concrete, dati alla mano e una visione della città completamente nuova e inclusiva delle reali esigenze dei teramani hanno “bucato” lo schermo: idee e programmi per i più giovani fino ad arrivare a trattare i temi più vicini ai professionisti, ai commercianti e agli artigiani. Una ventata d’aria fresca nella politica cittadina.

Ecco una sintesi degli interventi di Gianluca Pomante e dei battibecchi con Maurizio Brucchi. (Clicca sul link)

http://youtu.be/SWLmYODO3ec

50 Responses to "Elezioni/Teramo – Gianluca Pomante vince a mani basse il primo confronto Tv con Brucchi, Di Pasquale e Cordone"

  1. Marca   21 febbraio 2014 at 14:34

    avra’ vinto per voi, a me non sembra. Froza Bruc

  2. Marco   21 febbraio 2014 at 14:46

    Grande Pomante!

  3. enrico   21 febbraio 2014 at 14:48

    ma vi rendete conto di quello che scrivete ?? ha vinto a mani basse ?? ma per favore fate pena a essere cosi di parte, faccio presente che io non voterò Brucchi, ma Pomante mi sembra Grillo … un sacco di chiacchiere ed è pure scostumato nel non far parlare nessuno, mi sembra quello che fino ad adesso non si era mai visto ed invece ora ha la soluzione per tutti i problemi del mondo… MA PER FAVORE E POI CRITICATE I DUE PUNTI , VOI SIETE PEGGIO, MA MOLTO PEGGIO ….

  4. roberto   21 febbraio 2014 at 14:50

    buonasera ho visto il confronto
    la sig.ra Cordoni brava persona ma secondo me non adatta a fare politica…..
    La sig.ra Di Pasquale sinceramente molto impacciata (alla teramana maniera)
    Il sindaco Brucchi sempre aggressivo
    Il sig. Pomante si è difeso molto bene ..peccato che sia poco conosciuto….sicuramente prendere tanti voti

  5. Gianco   21 febbraio 2014 at 16:32

    A me viene da ridere, quando questi candidati parlano di turismo. Ma quale Turismo? Pomante parla di una situazione ottimale a 30 km dal mare e 30 dalla montagna, ma è proprio per quello che non vengono a Teramo per trascorrere le proprie vacanze. La gente se vuole fare mare va al mare, dove c’è vita, c’è divertimento, se va in montagna vuole repirare la sua tranquillità a parte che ad Luglio e Agosto a Teramo non si respira per il caldo. Per Teramo si può parlare solo di turismo di giornata, giusto per vedere il centro cittadino e le sue opere in qualche ora. Parlare di turismo a Teramo è una balla che ci raccontano ogni volta, sia destra-centro e sinistra. E finitela!!

  6. Francesca   21 febbraio 2014 at 18:08

    Ho visto la puntata, Pomante è davvero una sorpresa piacevolissima. Competente, preparato, calmo e soprattutto motivato alla vittoria. Gli altri sembravano preoccupati, incerti, impacciati.
    Il 25 maggio per la prima volta avrò diritto al voto e Pomante mi rassicura molto.

  7. poverannoi   21 febbraio 2014 at 18:45

    e comunque, a detta di tutta Teramo, la puntata di Agorà è andata così:

    1) cordone – bella, brava e nuova
    2) brucchi – tosto e serio come un sindaco deve essere
    3) manola – preparata ma ancora poco aggressiva

    4)Pomante – arrogante, spocchioso, presuntuoso e anche un po’ montato (“cercatemi su Internet”…ma per favore)

  8. Anonimo   21 febbraio 2014 at 18:51

    Sulla trasmissione Agorà di cui sopra alcune considerazioni.
    Durante il confronto apparivano le didascalie con i nomi di chi stava parlando, compresi i partiti o le liste di appartenenza.
    Sotto a Brucchi “FI, NCD e Futuro In”, sotto alla Di Pasquale “PD” e sotto alla Cordone “Sinistra Partecipata”.
    Poi sotto a Pomante “Teramo 3.0 e Popolo di Teramo”.
    E “Movimento 139”?
    Dimenticanza delle regia di Teleponte o strategica omissione da parte di chi avrà pensato “meglio persino non nominarla quella lista…”?
    In entrambi i casi, è una circostanza fin troppo sintomatica.
    Poi un’altra cosa.
    Nell’articolo si parla di “inadeguatezza” della Cordone, però Pomante al termine della trasmissione ha detto che gli piace il suo approccio e che sarà il suo “interlocutore privilegiato” se dovesse diventare sindaco.
    Interlocutore privilegiato chi è inadeguato?
    Mah… a me sembra un po’ il gioco delle tre carte, dove l’allocco di turno perde sempre e comunque…
    Oddio, è pur vero che poi lo stesso Pomante ha dato dell’”inesperta” alla Cordone.
    Faccio sommessamente una domanda: ma Pomante in ambito politico quale altra esperienza ha fatto prima di cimentarsi in quest’avventura elettorale?
    O forse Pomante si riferiva all’assenza da parte della Cordone di cognizioni tecniche su tante cose che invece lui ha dimostrato di conoscere?
    Fermo restando che sapere tutte quelle cose non equivale a dire che lui ha “esperienza” politica (non basta sapersi leggere le carte per essere un buon sindaco, ma presumo l’interessato non la penserà così), sorge il dubbio che Pomante con quel “inesperta” abbia voluto mascherare la sua convinzione che, in realtà, la Cordone è una che non capisce niente…
    Però le consegna ufficialmente in diretta i galloni di “interlocutore privilegiato”.
    Questa è la ventata di “trasparenza” e di “coerenza” che secondo Pomante ci sarà grazie al suo avvento?
    Bè, mi permetto di avere qualche riserva.

  9. Chef   21 febbraio 2014 at 20:25

    qualche giorno fa aveva promesso che non avrebbe commentato mai più, a meno che non aavesse avuto niente, ma proprio niente da fare e solo dietro pagamento…..naturalmente non gli aveva creduto nessuno ed infatti eccolo di nuovo qui, il quaquaraquà, a dimenarsi e a porre, gratuitamente, le sue inutili domande e riflessioni.
    Date qualcosa da fare a questo stalker, vi prego.

  10. Rita   21 febbraio 2014 at 21:13

    Brucchi e’ il disgusto di sempre. Gli altri tre: delle stelle comete a confronto

  11. poverattè   21 febbraio 2014 at 21:15

    Si può mentire a tutti, tranne che a sé stessi. Guardate il video e silenzio. Gianluca perfetto.

  12. Anonimo   21 febbraio 2014 at 21:47

    Pomante sei il miglior alleato di Brucchi e gli somigli pure con quella faccia. Non te ne frega niente a riconsegnare la città ai Brucchi, ai Chiodi, ai Gatti, ai Di Dalmazio e ai Di Ignazio ti interessa solo un po’ di effimera popolarità da candidato e stai aspettando di vendere elettoralmente parlando i voti presi al primo turno a chi ti offrirà di più a destra come a sinistra. Qui lo scrivo e ne riparliamo il giorno delle elezioni: naufragherai come la Murgia in Sardegna che come te facendo una campagna di antipolitica e di grillismo urlato senza proposte concrete pensava di intercettare il 28% di Grillo invece ha preso meno del 10% nonostante tutti la davano da sottovalutata almeno al 20. Ma secondo te chi è deluso da Grillo mo’ va a votare per te?? Chi vota sempre a destra vota per te?? Chi vota sempre a sinistra mo’ vota per te??? Chi vota sempre Grillo mo’ vota per te??? Chi si sempre astenuto m vota per te??? Gli schifati dall’antipolitica delusi da Grillo stanno a casa non votano nuovi venditori di fumo come te con il rischio di ritrovarlsi altri 5 anni il peggior sindaco di Italia Brucchi, tuo buon amico ricordatelo. Prenderai sotto il 6% ormai pure il Pd si è accorto che vali meno di quel target e che non sarai decisivo. RASSEGNATI!!! Mattia

  13. rino   21 febbraio 2014 at 22:17

    Io invece mi domando come puo’fare da moderatrice di un dibattito politico, una giornalista che qualche anno fà fu nominata, dal sindaco Brucchi, addetto stampa del comune,perciò di parte. Per certi versi mi ricorda Giovannozzi che quando intrvista politici di centrodestra li lascia parlare senza intruuzione o contraddittorio invece quando intervista quelli di parte avversa non fa altro che interrompere e contraddirli. penso che all’interno di Teleponte il più equidistante mi sembra Rino Orsatti.

  14. Armando   21 febbraio 2014 at 23:09

    Quante offese per Pomante. Se è la nullità che dite perchè vi preoccupate tanto di affermarlo? Fa paura a tutti, ecco la verità. Vai Pomante, avanti così

  15. poverattè   21 febbraio 2014 at 23:25

    Il problema sicurezza? Cordone “camminare sui marciapiedi con il passeggino è pericoloso”. NO COMMENT, anzi a lei togliamo la voce che vuole dare a chi non ha più la forza. Anche questo slogan ormai è nauseante.

  16. saremo tanti   22 febbraio 2014 at 0:25

    Gianlù, ti ho sentito, sono di parte lo ammetto, ma pure quelli che ti sono contro debbono ammettere che sei stato la fine del mondo. Tu sei la montagna, brucchi è il topolino, le altre due: una (la più anziana) vada a fare le faccende domestiche, i problemi di Teramo sono tanti e lei neanche li conosce, come fa a risolverli? L’altra, non l’ho sentita, mi sembra una bella ragazza…tutto qui. Questa volta tocca a te al primo turno.

  17. saremo tanti   22 febbraio 2014 at 0:54

    Brucchi finalmente ha trovato pane per i suoi denti, cioè Pomante. Gli è andata bene per 5 lunghissimi anni a fare il sindaco in assenza di opposizione. Cavallari che ci aveva provato è stato fatto subito fuori. A Manola invece, che ha inciuciato (io dico che è di dx travestita di sn) lo stesso brucchi le ha permesso di presentarsi. Non lo sapevate che brucchi comanda sia la destra che la sinistra? Però questa volta non gli basteranno i voti neanche sommati insieme.
    Pomante è serio e preparato. E’ partito da lontano, ha studiato, è sicuro di se e di quello che dice. Non si arrampica sugli specchi. Cosa dire degli altri tre? Brucchi arrogante come sempre. Perché non gli ha risposto quando Pomante gli ha chiesto che lui ha speso i soldi per il direttore generale quando da diversi anni non è più prevista quella figura nei comuni al di sotto di 100 mila abitanti? Come faceva a togliere Cugnini che è il pupillo di Cantagalli? Vogliamo parlare dell’Arch. Mariotti. Neanche li ha potuto rispondere. Ha risposto che è previsto che non si faccia il bando pubblico per assumere un dirigente. Bene! Caro brucchi te lo diranno i teramani da dentro le cabine se era opportuno indire il bando per assumere il dirigente dell’Urbanistica.
    Spero una cosa sola: che Pomante possa fare almeno una diecina di incontri come questo, ma sono sicuro che brucchi non ci andrà più. Ha conosciuto l’avversario, si è guardato allo specchio e gli è venuta voglia di sputarsi addosso. Adesso cercherà di incontrarsi solo con Manola e la Cordone, nella sua TV (Teleponte) e pregherà di non incontrarsi più con Pomante.
    Un consiglio per brucchi: fai in tempo a non presentarti. Ripensaci, falla fare a Gatti questa brutta figura.

  18. Anonimo   22 febbraio 2014 at 1:13

    Caro Saremo in Tanti scommettiamo che alle elezioni sarete 4 Gatti..

  19. Ldg   22 febbraio 2014 at 1:17

    “Il centro di ASTROLOGIA Collurania che abbiamo qui a Teramo” cit. Manola Di Pasquale

  20. Gisella   22 febbraio 2014 at 2:14

    Premetto che sono di Montorio, ma Pomante è stato davvero una bomba, gli altri semplicemente non esistono!!!

  21. Massimo De Manzoni   22 febbraio 2014 at 2:58

    Ho appena finito di vedere la replica del confronto televisivo adesso al canale 117 Teleponte e modestamente su tutti ho preferito la Di Pasquale perché è stata pacata, molto calma e soprattutto concreta su tasse, ambiente e commercio. Pomante ha detto cose giuste come su TIA e cultura dove mi è molto piaciuto, molto meno sull’idea di commercio e wifi gratuiti perché sono belle cose ma ho trovato in molte cose(wifi per tutti, lampioni ecologici intelligenti, coniglio comunale dei giovani, rilancio turismo) solo belle parole ma mancano riferimenti concreti alle risorse per realizzarli (taluni progetti sembrano pura propaganda anche stupida) poi ha mostrato troppa aggressività e strafotezza verso gli altri anche nell’incalzare Brucchi (su cose sacrosante come compensi e crisi su cui il Sindaco era imbarazzatissimo però il suo atteggiamento di superiorità mi ha irritato a volte). Brucchi impacciato e alle strette, ha negato ogni tipo di errore attribuendo tutto la colpa a crisi e al fatto che non ci sono i soldi (anche se per i dirigenti e le feste di piazza ci sono eccome). Anche quel poco che ha fatto non è riuscito a metterlo in luce preso dal difendere l’impossibile su certe cose. Mi è piaciuto solo quando come dicevo a ricordato a Pomante che i suoi sono tanti bei progetti ma con quali soldi si possono realizzare progetti tanto innovativi. La Cordone invece non pervenuta, mi spiace, completamente fuori dalla competizione come a dire io che ci sto a fare.Speriamo che almeno stavo,fa facciano quanto promesso.

  22. Antonia   22 febbraio 2014 at 7:54

    Quello che piú mi ha colpita é stata la preparazione di Gianluca Pomante su argomenti che avrebbero dovuto conoscere Maurizio Brucchi e Manola Di Pasquale invece del tutto impreparati e pronti a nascondersi dietro frasi di circostanza. Pomante é aggressivo, si era preparato, crede in quello che dice e riesce a coinvolgere, appassiona. Normale che non piaccia a tutti, sicuramente piace a tanti. Non lo conosco di persona ma mi ha incuriosita per cui andró a conoscerlo alla prima occasioni. Gli altri sembravano capitati lí per caso e se considerate che Brucchi e Di Pasquale dovevano essere teoricamente gli esperti contrapposti ai pivellini sfidanti, insomma, se il buongiorno si vede dal mattino

  23. Anonimo   22 febbraio 2014 at 8:56

    Brucchi ci deve ancora spiegare perché in un periodo di “crisi mondiale”, come ha ripetuto durante tutta la trasmissione, i 500 mila euro per i dirigenti li ha comunque continuati a trovare.

  24. Anonimo   22 febbraio 2014 at 9:21

    Per me Pomante vincerà al primo giro. Non voglio credere che i teramani rivotino questa gente qui. Gente vecchia in tutti i sensi, poco o nulla preparata. Brucchi è stato un intrallazzatore del potere di turno (chiodi-tancredi). Ha ficcato la moglie giù al cimitero, ha avuto la sfacciataggine di ricoprire diversi altri incarichi ben remunerati,in contemporanea a quello di sindaco. Come faceva a dare risposte ai giovani se diversi incarichi li doveva ricoprire lui? Se volete sapere quali lavori ha svolto in questi 5 anni oltre che quello di sindaco non avete che da chiedermelo, vi risponderò con un commento similare.

  25. Saremo in Tanti   22 febbraio 2014 at 9:23

    Per me Pomante vincerà al primo giro. Non voglio credere che i teramani rivotino questa gente qui. Gente vecchia in tutti i sensi, poco o nulla preparata. Brucchi è stato un intrallazzatore del potere di turno (chiodi-tancredi). Ha ficcato la moglie giù al cimitero, ha avuto la sfacciataggine di ricoprire diversi altri incarichi ben remunerati,in contemporanea a quello di sindaco. Come faceva a dare risposte ai giovani se diversi incarichi li doveva ricoprire lui? Se volete sapere quali lavori ha svolto in questi 5 anni oltre che quello di sindaco non avete che da chiedermelo, vi risponderò con un commento similare.

  26. Saremo in Tanti   22 febbraio 2014 at 9:36

    @ anonimo – staremo a vedere se voteranno per Pomante solo 4 Gatti! Tu vota per la lista del tuo amico g….i, così contribuirai a pagargli gli alberghi dove lui continuerò a fottere con le amanti. Sei un campione!

  27. Anonimo   22 febbraio 2014 at 14:01

    Pomante sei solo chiacchiere e distintivo. Con quali soldi le facciamo tutte le belle cose che vuoi fare?? Poi tanto belle cose come wifi gratuito e lampioni intelligenti fotovoltaici con camere annesse ma ti sembra che la città abbia bisogno con urgenza di ste cose peraltro costosissime. Ma per piacere…….

  28. Claudio   22 febbraio 2014 at 15:25

    Diceva un “tale”: parlatene male, purchè ne parliate! e si … è arrivato colui che crea l’incomodo … tra Brucchi e la Di Pasquale, che già avevano pregustato la suddivisione della torta, perchè è così, nessuno immagina che sotto sotto, sicuramente esiste un tacito accordo sul comune. Ora è arrivato lui, personaggio assolutamente anonimo, ma che già fa parlare di se. Non commento, quanti si sono espressi contro Pomante per lui non è altro che tutta pubblicità gratuita. Forse è vero che pochi ti conoscevano ma molti ora iniziano e ti apprezzano per quello che sei: serio, preciso, altruista e professionista sicuramente.
    Vai Gianluca fagli c..o a strisce, se la stanno facendo sotto. Non abbiamo dubbi chi taglierà per primo il traguardo della vittoria. Sono molti che ormai ti guardano con ammirazione e ripongono in te tante aspettative per un futuro diverso, un futuro pulito e migliore.
    Con stima
    Claudio

  29. Saremo in Tanti   22 febbraio 2014 at 23:41

    E’ veramente triste far fare da moderatrice una giornalista che non molto tempo fa era illegittimamente nel libro paga del comune. Brucchi si è fatto intervistare dalla sua ex segretaria. Ex dipendente assunta per chiamata diretta, come addetto stampa, nel suo staff. Occorreva un bando pubblico, brucchi lo ha ignorato. Le regole se le fa lui su misura. Caro brucchi è arrivato il tuo momento di saltar fuori dal comune. Dammi retta i Teramani con la T maiuscola ti odiano.

  30. L'Osservatore   22 febbraio 2014 at 23:45

    La sensazione che ho avuto dalla visione della trasmissione è che la Cordone attualmente è totalmente impreparata e non sa neanche di che si parla. Figuriamoci se dovesse amministrare.
    Brucchi è consapevole di non aver amministrato bene e che la sua squadra è inadeguata.
    La Di Pasquale ho avuto la sensazione che ha già un accordo politico con Brucchi per appoggiarlo al ballottaggio. Tanto a lei sono gradite le Larghe intese anzi le LARGHISSIME intese.
    Pomante è l’unico votabile preparato e con la giusta carica emotiva.

  31. Anonimo   23 febbraio 2014 at 3:02

    Pomante quindi ricapitoliamo: vuoi mettere una tassa progressiva sull’acqua (ti risparmio la boriata che hai detto sul vendere l’acqua del rubinetto sul territorio), vuoi mettere wifi e lampioni intelligenti costosissimi, non hai detto mezza parola sul rivedere la TIA, due parole sul calmiere degli affitti ai commercianti, idea peraltro copiata da un altro candidato che ti aveva preceduto annessa con la peregrina idea di decommercializzazione il commercio nelle frazioni per dare un bel colpo di grazia al centro storico, Va a fini che per la prima volta mi tocca vota Pd l’unica che ha aperto al l’ipotesi di rivedere tassi e balzelli dagli altri, tu specialmente Pomante, idee faraoniche e inutile, risorse zero e TASSE OK magari le aumentiamo pure per fare il lampione solare come vuoi tu, no?

  32. Anonimo   23 febbraio 2014 at 8:41

    Pomante e’ bravo, eloquente, preparato. Manola e’ esperta e moderata. La Cordone una brava e sincera persona. Al ballottaggio, tutti insieme per licenziare il bordello Teramo!

  33. Anonimo   23 febbraio 2014 at 9:51

    Non ho visto la trasmissione ma mi hanno incuriosito gli amici che ne parlano e sono andato sul sito di Teleponte. Poi l’ho rivisto qui. Pomante é chilometri davanti agli altri. Ha detto due parole in apertura che ha detto tutto: grinta e passione. Ballottaggio? Altri due incontri come questo e prende il 60% vado a sentirlo il 1 marzo al hotel abruzzi anche se é per le donne

  34. Saremo in Tanti   23 febbraio 2014 at 10:28

    Ragazzi, qui si corre un rischio. Secondo me dobbiamo darci da fare per far arrivare Pomante al 2° posto. In tal caso andrà al ballottaggio con brucchi e vincerà lui (Pomante).
    Viceversa, se brucchi e manola fanno 1° e 2°, al ballottaggio la seconda fa votare per il primo e poi fanno gli accordi per le larghe intese.
    Se Pomante fa 3° è fuori. Quindi occhio, deve arrivare o 1° o 2° a tutti i costi.
    Manola è stata, è e sarà un disastro per la sinistra teramana. Se non la cancellano il PD non si risolleverà mai a Teramo. Dimenticavo, insieme a a lei anche Ginoble, il disastro della costa e dell’entroterra nord di Teramo.

  35. anonima   23 febbraio 2014 at 14:13

    Ho visto in replica sul sito, ho letto i commenti. Ma nessuno si è accorto che gli uomini prepotenti hanno monopolizzato male una trasmissione ? Tre persone appartenenti ai lions…con atteggiamento spocchioso e prepotente…questo volete ancora per Teramo? La Cordone…avete notato solo che è bella educata. …e x molti impreparata….ah già fra le urla dei maleducati forse aveva un tono da persona civile…Avete sentito che ha dei progetti sviluppati insieme ad un gruppo di persone che lavorano in sinergia ognuno con le proprie competenze? Avete sentito che ha dei progetti effettivamente realizzabili nei primi cento giorni senza mettere mano nelle tasche dei cittadini e che molto altro sta, col suo gruppo, ancora sviluppando? Beh no..non l’avrete sentito c’erano i prepotenti che urlavano…..

  36. Ant   23 febbraio 2014 at 15:09

    Una cosa forse non avete notato, (per forza i due urlatori napoletani davano il meglio di se), che Pomante era in contatto live con il suo gruppo, tramite tablet, da dove riceveva puntualmente le risposte alle fomande (“il preparato Pomante”) ci ha preso per il c..o a tutti, mandiamo le 2 donne al ballottaggio solo cosi teramo si salvera’.

  37. Virzì   23 febbraio 2014 at 16:01

    Anonima e Ant siete penosi. Avere un tablet significa essere un passo avanti a tutti, soprattutto alla vostra beniamina che è stata penosa quanto voi. Quella farebbe il Sindaco e si batterebbe per la nostra città? Quella che non è in grado di reggere un confronto televisivo sarebbe in grado di confrontarsi con i lupi dei ministeri? Quella che neppure sa di cosa parla per sua stessa ammissione, perchè indottrinata da chi la controlla, sarebbe il futuro? E soprattutto mi dite chi la controlla, chi la finanzia, chi l’ha messa lì a spaccare il centrosinistra?

  38. Tibisay   23 febbraio 2014 at 20:11

    Ho visto il confronto.
    Sensazioni:
    Brucchi era infastidito dalle osservazioni di Pomante, il che significa che je ce rode. Ad un certo punto ha anche detto che il 90% degli obiettivi che si erano prefissati sono stati raggiunti! ?!?!?!!? Annamo bene allora…..Negli utlimi 10 anni ho visto solo il degradarsi di Teramo.
    La Di Pasquale con la castroneria di astrologia al posto di astronomia si è giocata tutte le carte.
    La Cordone non crede in se stessa, sa che non vincerà. Ancora non presenta il programma ed è la seconda volta che le sento dire che lo regalerà.
    Pomante mi è sembrato preparato. Sopratutto per il fatto che non ha mai fatto politica. Il che è positivo.
    Si,forse un pò arrogante.
    Il tema del wifi, che può sembrare una stronzata, lo trovo molto interessante. Può rendere efficiente l’intero sistema. E fosse ora!

  39. Hans   24 febbraio 2014 at 1:40

    Caro Gianco, tu devi essere il classico teramano che non è mai uscito da Teramo e quando lo ha fatto è andato nel classico posto famoso a farsi spellare.
    Dici che A Teramo non si può fare turismo perchè troppo lontano dal mare e dalla montagna? perchè fa troppo caldo? Infatti dove si fa turismo e turismo per davvero come il Trentino Alto Adige, ci sono località che vengono vissute esclusivamente la sera, perchè sono le basi di partenza per le varie bellezze nei dintorni… è chiaro che così com’è Teramo non è appetibile, falla diventare una piccola Bressanone e diventerà presto la base di partenza per Prati di Tivo come lo è Bressanone per Plan de Coronas, per Giulianova come lo è Bressanone per l’alta Badia, per i Monti della Laga, come lo è Bressanone per San candido…se vuoi continuo fino a domattina, ma mia nipote di 6 anni ha già capito cosa intendo.
    Dove trovare i soldi? Non ci crederai ma esiste un benefattore di nome Europa, sai: Mamma Europa i regalini te li fa, ma è un po’ esigente, pensa tu che 1)pretende che tu sappia per quali opere chiederlo, 2) pretende anche,pensa che biricchina, che ci sia un progetto valido da finanziare. Ora tu non saprai che esiste anche una delega per questo (non mi stupisco che non lo sai, non lo sa neanche il titolare (puntata di Agorà con Dimitri Bosi e Silvio Araclio, ad un certo punto Brucchi non riesce a ricordare il nome della sua seconda delega),delega che il Sindaco Brucchi ha tolto all’assessore Giovanni Luzi, che si occupa proprio di procacciare i finanziamenti europei.
    Ma il progetto è troppo complesso per te che credi che a 30 km da un posto turistico non si può fare turismo, l’importante è che lo capisca bene chi deve realizzarlo, perchè che a tè piaccia o no: Pomante ha già vinto, fatevene una ragione….FINALMENTE UN SINDACO!!!!!!

  40. anto   24 febbraio 2014 at 9:51

    La proposta piu seria:Detassero’ le tasse ahahahah geniale, se non è uno scherzo e’ veramente una prova di gran coraggio senza saper un c. mettersi da soli alla berlina, forse qualcuno dei condidati dovrebbe partecipare ad un corso elementare di lingua italiana e magari fare un salto a Lurdes prima di parlare in televisione, almeno le stupidaggini che dicono siano espresse in forma comprensibile

  41. Anonimo   24 febbraio 2014 at 13:07

    anonima, sì, abbiamo sentito la Cordone! Per la Sicurezza sistemerà i marciapiedi?
    Ed era l’unica a sottolineare continuamente che ha fatto l’università. Ricordo che un tempo non serviva l’università per fare l’infermiera. Amministrare una città come Teramo non è la stessa cosa che fare un clistere. Almeno spero.

  42. Anonimo   24 febbraio 2014 at 14:52

    Mo se la Di Pasquale va al ballottagio cosa peraltro difficile, fa vincere Brucchi quando potrebbe diventare Sindaco avendo quindi pieni poteri?? Ma per piacere non dite castronerie e collegate il cervello. Mi sembrate co sto inciucio come i maniaci fissati con scie chimiche e microcip sotto pelle. Ma dai

  43. Anonimo   24 febbraio 2014 at 15:13

    Vomitate sul Pd inciucisti incalliti e responsabili dei disastri, avendo chiesto fino a ieri di essere adottato passando dall’adottatemi a siete vecchi tromboni e allora perché volevi che ti adottavano?? Ti fanno gola i voti del Pd,no?Parlate delle cose no dell’errore astrologia astronomia.Voi di errori non ne fate mai? Per la Di Pasquale parla il suo curriculum come avvocato che le è valso la trattazione di casi importanti che hanno avuto anche un raggio nazionale, cosa che latitano per il Pomante avvocato.Invece di offese e inciuci parlate delle cose: servono le cose proposte? Come le realizza Pomante? Con quali soldi? Sono prioritarie? Le tasse le alza o le abbassa?? Il commercio lo vuole de localizzare come ha detto??

  44. ant   24 febbraio 2014 at 15:45

    Caro anonimo del c..o, i clisteri vi serviranno per far passare la grande delusione di maggio, e sara’ proprio la cordone e il suo gruppo a farveli ah ah ah

  45. timmattit   24 febbraio 2014 at 16:18

    La Cordone? ma dai, con i ridicoli gattiani travestiti che l’aiutano solo per tentare di togliere voti a 5 stelle, pietosa e impresentabile come a livello nazionale la Boldrini messa dal popolo piu misero per aiutare i piu ricchi banchieri

  46. Anonimo   25 febbraio 2014 at 9:06

    E’ inutile che ci prova gatti. Gli fanno tana botta a botta.
    La cordone è stata messa lì da gatti (tramite diego e giancarlo).
    Mo pure giancarlo è diventato un politico?
    Il politico g…i gli avrà girato qualche finan…nto (forse più d’uno) per vie secondarie (in corso di accertamento)ed il buon giancarlo ora verrà annoverato dai Teramani fra quelli che debbono tenere la bocca chiusa, ma solo in una certa direzione. Povero giancarlo! Non meritava di fare questa fine. Si è giocata la reputazione. Si è affogato in un bicchiere d’acqua.
    La cordone, qualcuno già l’ha detto, è stata messa lì per spaccare il centrosinistra e… favorire la vittoria di brucchi.
    Pensatene una nuova, più intelligente, questa è stata già bocciata dai Teramani. Ci vogliono persone preparate per fare politica. Fra i 4 in passerella Pomante è stato il migliore sotto ogni punto di vista. La cordone può fare altro per carità, bella donna! Ciò che non si può dire dell’altra, la politica no, per sua palese ammissione.
    Consiglio per l’aspirante prossimo sindaco di Teramo: ad ogni proposta spillare la ricetta per il reperimento dei fondi occorrenti.Individuare sempre le disponibilità.

  47. Anonimo   26 febbraio 2014 at 0:29

    E poi la Di Pasquale sta a fa l’inciucio per far vincere Brucchi?? Gatti ha candidato pure la Cordone per spaccare la coalizione di centrosinistra perche teme il Pd e qua ancora a parlare di incuicio Pd-PdL Della Di Pasquale per far vincere Brucchi.Fatevi vedere ragazzi…. Qua l’unico Che vuol far vincere Brucchi si chiama GIANLUCA POMANTE Che ha dato una sberla agli elettori rifiutando primarie aperte e con regole condivise da tutti perche Dopo il primo turno vuole offrirsi a chi gli offre di piu (las era liberta di voto al secondo turno Brucchi Di Pasquale vedrete non gliene Frega niente riavere 5 anni di Brucchi). Non votate Pomante votate direttamente Brucchi sarebbe piu coerente invece Che votare sta portando solo acqua a Brucchi è evident e. No voto di panicia ma di TESTA poi non vi lament ate di Altria 5 anni di Brucchi.

  48. Cicí e Cocó   27 febbraio 2014 at 14:46

    Anonimi senza cervello. A Pomante hanno già offerto poltrone ed incarichi e li ha rifiutati perché campa del suo ed é integro al contrario vostro che vi vendevate al posto suo per molto meno. Voi non ci arrivate quindi votate Brucchi e Di Pasquale che ve lo mettono nel culo per l’ennesima volta. Evidentemente ci provate gusto.

  49. Virzí   1 marzo 2014 at 0:57

    Ancora sta storia dell’adozione? Ancora non avete capito che Pomante voleva solo far scoprire le carte al PD per mandarli a quel paese ed aprire gli occhi agli elettori e c’é riuscito benissimo? Manola Avvocato importante? E come mai ha bisogno di incarichi come quello della svendita del Consorzio Agrario a Pescara per campare? Ma avete mai letto il curriculum di Pomante? Ah giá, in casa PD si uccidono i congiuntivi per darsi importanza e si parla con la sct. Per voi é un professore chi dice scting sctracc scting. Ha ragione chi dice PD = Poveri Dementi. Questo siete. Le primarie? Com’é che per Manola non le avete fatte? La democrazia non serve piú? Non vi accorgete che i vostri capi vi pisciano in testa e vi dicono che piove e voi non contenti aprite pure la bocca per bere.

  50. Paolo   28 giugno 2014 at 16:31

    Potrei conoscere l’attinenza professionale del neoeletto ass.Marco TANCREDI & l’Ass.to al Cpmmercio??
    Quali affinità hanno convinto il Sindaco e il Suo amico On Paolo TANCREDI ad affidargli simil incarico????
    Così, tanto per sapere……

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.