Il blog “iduepunti” nella bufera. Melozzi: “Caro Giancarlo Falconi hai perso la fiducia di tutti gli attivisti” – Scontro a suon di post su Facebook tra il musicista e il blogger teramano

Hai perso la fiducia di noi e di tutti gli attivisti onesti che si giocano la fedina penale ogni giorno per cambiare il mondo. Non ti perdonerò mai. Sono solo alcune delle frasi che il musicista Enrico Melozzi scrive in un commento sulla pagina facebook di Giancarlo Falconi (prontamente cancellato dallo stesso Falconi). Parole e scambi di battute al vetriolo che hanno fatto letteralmente scatenare la guerra tra il presidente onorario dell’associazione Teramo 3.0 e il blogger deiduepunti.

MelozziNon fare il martire, non farlo più – scrive Melozzi a Falconi – Tu scrivi su commissione come gli altri che critichi altrimenti non sarebbe giustificabile il tuo comportamento. Spero di non avere mai più a che fare con te. Con il tuo buonismo da supermercato”.

A scatenare la reazione di Melozzi un articolo, l’ennesimo in questi giorni sul blog di Falconi, contro il Nuovo Teatro Teramo e contro gli artisti che da ormai un mese portano avanti iniziative e battaglie in merito alla riconversione dei locali dell’ex Oviesse in spazi da dedicare alla Cultura.

Un articolo anonimo quello postato dal blog di Falconi, in cui i riferimenti a Melozzi (senza mai citarlo direttamente) sono tanti, di discutibile gusto e ai limiti della diffamazione. “Mi hai censurato i commenti e poi sistematicamente hai pubblicato commenti o articoli che denigravano la mia figura, anche senza citarmi – scrive Melozzi al blogger teramano –  è una manipolazione vergognosa che non si addice alla figura di chi fa credere di essere dalla parte dei giusti e degli onesti. Accuse pesanti che fanno vacillare la credibilità di Giancarlo Falconi e del suo blog da anni impegnato in tantissime battaglie sociali in nome dell’onestà e della trasparenza. Giancarlo FalconiD’altronde è sotto gli occhi di tutti, leggendo gli articoli postati, come lo stesso Falconi da qualche tempo assuma spesso posizioni che sembrerebbero ambigue sia sulle vicende politiche cittadine e regionali, sia sul Nuovo Teatro Teramo, iniziativa di cui lo stesso Falconi aveva parlato spesso nelle scorse settimane, e in maniera molto positiva, dalle pagine del suo blog.

QuerelleIl commento di Melozzi sulla pagina Facebook di Falconi è arrivato dopo che lo stesso musicista (nei prossimi giorni impegnato a Sanremo per dirigere l’orchestra sui brani della cantante Noemi) aveva pubblicato dalla pagina di Teramo 3.0 un’immagine satirica che faceva il verso ad uno slogan del blog iduepunti seguito dal post: “Risposta ufficiale al sito I due punti all’articolo in cui viene diffamato il nostro Presidente Onorario senza nominarlo.  Il sito che non pubblica i comunicati stampa contro la petrolizzazione, ma pubblica le lettere contro chi davvero fa attivismo in città. Sappiatelo, che dietro c’è qualcuno che lo manovra…e quel qualcuno…è…”

 

I due punti - Cani e GattiImmediata era stata la replica di Falconi (poi a sua volta bannato dalla pagina Facebook di Teramo 3.0) che mostrava tutti gli articoli “No Triv” pubblicati dal suo blog, per smentire le parole di Melozzi.

Che ingenuo… non ci riferivamo ai no triv – ribatte Melozzi – ma ai nostri dossier sulla petrolizzazione che non sono mai stati pubblicati e l’esempio era proprio per i NO TRIV di cui fai parte. Ordini dall’alto? O li trovi noiosi anche tu come dice Emmelle? Non fare il martire. Non farlo più, che stai alzando i trigliceridi a tutta Teramo. Le lotte si fanno con una sola faccia e non con 4 facce. Non pensare che io ho rabbia dentro o meno – conclude il musicista – io mi esprimo così con veemenza, con forza. Con ardore. E non me ne vergogno. Anzi. Me ne vanto.”

Falconi 4L’unica risposta di Giancarlo Falconi, prima di rimuovere il commento di Melozzi è stata: “Enrico non mi ripeto più… ora basta… puoi portare i tuoi problemi esistenziali altrove? Grazie”. 

Forse troppo poco da parte di Giancarlo Falconi che a questo punto sarebbe il caso che fornisse delle spiegazioni pubbliche su cosa sta succedendo all’interno del suo blog e sulle sue recenti frequentazioni con personaggi del mondo politico, imprenditoriale e giornalistico della città: soggetti più volte da lui stesso criticati ferocemente in passato e che oggi, invece, sembrerebbero essere diventati improvvisamente “suoi amici”. Una domanda viene spontanea: Giancarlo Falconi, che ti è successo?

 

Da qualche mese anche Christian Francia, storica penna de iduepunti e oggi autore di tanti articoli di punta de “Il Fatto Teramano” non scrive più sul blog di Falconi. Come mai? Francia per il momento non commenta la querelle che sembra destinata nei prossimi giorni a nuovi e clamorosi sviluppi.

49 Responses to "Il blog “iduepunti” nella bufera. Melozzi: “Caro Giancarlo Falconi hai perso la fiducia di tutti gli attivisti” – Scontro a suon di post su Facebook tra il musicista e il blogger teramano"

  1. w la France   15 febbraio 2014 at 20:13

    come mai Falconi non scrive mai contro Gatti e non mi ha mai pubblicato i commenti contro Gatti mentre mi ha pubblicato commenti più “pesanti” che però non toccavano Gatti. Non sto insinuando nulla, mi sto solo chiedendo come mai? Grazie a questo libero spazio ho scoperto che è successa la stessa cosa ad altri…come mai?

  2. w la France   15 febbraio 2014 at 20:14

    Come mai Falconi non pubblica articoli contro Gatti e censura i commenti contro il suddetto?

  3. Asdrubale   15 febbraio 2014 at 20:57

    Geronimo 22 a me pare che sul fattoteramano i commenti vengono pubblicati subito senza moderazione. Non é che devi comprarti un computer piú veloce?

  4. Claudio   15 febbraio 2014 at 21:12

    Quanta invidia caro Geromino, squallida invidia e cattiveria. Melozzi ti potrebbe tranquillamente fare scuola visto che a suonare sei un asino.

  5. Anonimo   15 febbraio 2014 at 21:17

    Dura è la strada per chi vuole dire la verità. Prima ti smerderanno…ti diranno che sei incapace. Raccomandato. Ma poi la verità viene a galla. Onore a chi sta provando a sbugiardare il blogger finto libero. Falconi mi sà che il tuo tempo è scaduto…

  6. Anonimo   15 febbraio 2014 at 21:22

    Da mòòòòòòòò che si sapeva che il Falco c’era chi lo pagava nell’ombra…siete arrivati tardi…

  7. Sirio   15 febbraio 2014 at 21:26

    Finalmente un po’ di verità su chi sfrutta l’immagine dei malati terminali per fare politica. Bravi, e complimenti per il coraggio che state dimostrando!

  8. Anonima   15 febbraio 2014 at 21:26

    certo che dare a Falconi dell’oscurantista, quando sono tre volte che io provo a pubblicare una critica all’innominabile, è una comica.
    Puah!

  9. malcolm x   15 febbraio 2014 at 21:27

    Chi rischia le palle va sempre e comunque rispettato.Se così non fosse staremmo ancora all’età della pietra.Vero popolicchio di merda….ma tu non puoi capirlo

  10. Illuso   15 febbraio 2014 at 21:35

    LO PUBBLICO ANCHE QUI…
    Pomante è per me ( potrebbe esserlo per molti) il candidato ideale per amministrare la Nostra Città…. Però Vi invito a riflettere ( a Voi Che ve ne fate portavoce)…. E’ possibile che molti attacchi di natura etica verso gli avversari, vengano da chi ha parenti stretti, con uno stipendio da amministrazione pubblica, conclude affari di compra-vendita immobiliare prendendo i soldi in nero? Oppure da chi, scambiando il futuro di una Città per una questione campanilistica, mi fa esempi assurdi su amministrazioni a Statuto Speciale? Non Vi bastano gli ultimi vent’anni della storia d’Italia per capire che così si fa solo il bene dell’avversario che volete combattere?

  11. Illuso   15 febbraio 2014 at 21:47

    in sintesi… Non conosco Pomante. lo voterei per quel che ho sentito e per il programma. però conosco chi lo sostiene apertamente… e purtroppo non vedo molta differenza da un Fede qualsiasi… Per il bene della Città, non sarebbe il caso che in molti stiano in silenzio per alcuni mesi, almeno fino alle elezioni? Sia su questo sito che su Facebook in generale?

  12. Redazione   16 febbraio 2014 at 0:55

    Geronimo 22! Sei stato Querelato!!
    Con i soldi ci paghiamo la campagna elettorale. A presto

  13. Redazione   16 febbraio 2014 at 1:25

    Caro Santacruz. Lo sai che dare del pazzo esaltato a chiunque rappresenta un reato di diffamazione?
    Comunque grazie ancora per seguirci sempre…e hai anche interpretato una intonazione televisiva nel giusto modo. Tu non sarai querelato, perchè da come scrivi, si capisce bene che sei un giornalista professionista che sa bene come evitare le querele. Complimenti. Ma non esagerare. Altrimenti vieni bannato. Verrai bannato quando scriverai commenti troppo lunghi. quando citerai i nostri redattori (come li chiami tu) in maniera ingiusta e spropositata. Quando userai il maiuscolo senza controllo.
    Questo blog è libero, aperto agli anonimi come te, ma soprattutto è aperto alle denunce della gente comune, di chi non ha contatti nel mondo politico come te. E’ aperto alle denunce della gente semplice, che non ha il coraggio o non si trova nella posizione di denunciare, perchè in difficoltà, vessato. Indifeso.
    A questo serve l’anonimato su questo sito. Quei poverini che pensano che l’anonimato in questo sito gli dia il permesso di offendere e diffamare i nostri attivisti, non hanno letto il disclaimer. E saranno querelati come meritano. A presto e…continua a scrivere gratis per noi…ma pagato da altri come fai sempre. Bacioni

  14. Redazione   16 febbraio 2014 at 1:31

    Affinché sia chiaro. Per smorzare i toni di quei soliti analfabeti trolls depistatori delle giuste cause, ri-postiamo (visto che sembra che nessuno lo abbia mai letto) il disclaimer dove sono contenuti, fin dal primo giorno, i regolamenti riguardo ai commenti degli utenti del nostro sito.
    La legge non ammette ignoranza. E purtroppo in città l’ignoranza (e l’invidia) dilaga.
    Buona lettura. Così è chiaro a tutti. E la facciamo finita con le polemiche inutili.
    Per questi motivi Geronimo 22 sarà querelato alle autorità competenti.

    Grazie mille

    Note legali sui commenti (le potete trovare in alto nel sito)

    Il lettore che inserisce commenti sul sito http://www.ilfattoteramano.it /.com è tenuto a rispettare le seguenti regole.
    È vietato pubblicare commenti dal contenuto offensivo, diffamatorio, osceno o comunque contrario alle leggi dello Stato italiano e dell’Unione Europea o che siano in contrasto con le norme del diritto internazionale. Sono comunque vietati (e saranno rimossi) commenti contenenti, a titolo esemplificativo e non esaustivo, incitamento alla violenza, alla rivolta, all’eversione, alla trasgressione o all’elusione di qualsiasi norma dello Stato Italiano; commenti che ledono i diritti di immagine, di riservatezza, di controllo dei dati personali e familiari di qualsiasi cittadino; commenti che abbiano contenuto discriminatorio per razza, sesso, religione, popolo o cultura; commenti contenenti materiale pornografico, pedopornografico o link a risorse comunque vietate ai minori di anni 18; commenti che contengano messaggi pubblicitari, materiale protetto da copyright o comunque rinviati a risorse che ne consentano l’uso, il download o la visualizzazione; commenti comunque riferibili ad attività di spamming, marketing, profiling, advertising.
    L’utente, premendo il tasto che determina la pubblicazione del commento, si assume la piena responsabilità penale e civile dell’eventuale contenuto illecito dello stesso, impegnandosi a sollevare e manlevare la redazione da qualsiasi responsabilità connessa ad eventuali danni cagionati a terzi e a rimborsare all’editore gli esborsi eventualmente sostenuti per sanzioni, risarcimenti, multe ed ogni altra spesa derivante dal comportamento illecito dell’utente che abbia coinvolto l’editore.
    La redazione de http://www.ilfattoteramano.it si riserva, a proprio insindacabile giudizio, il diritto di rimuovere o modificare i commenti e i contenuti che violino le regole sopra descritte, soprattutto nel caso di comprovata lesione di diritti di terzi o di intervento dell’Autorità Giudiziaria o Amministrativa o delle Forze dell’Ordine.
    I dati degli utenti saranno trattati nel rispetto dei principi del D.Lgs. 196/2003 per le sole finalità riferibili all’attività svolta dal sito. Potranno essere ceduti a terzi nelle ipotesi previste dalla legge o per adempimenti comunque connessi all’attività del sito e della redazione. Saranno messi a disposizione delle Autorità e delle
    Forze dell’Ordine in caso di richiesta.

  15. Il Moderato   16 febbraio 2014 at 10:17

    Sinceramente penso che in questa città le uniche testate libere e che garantiscono noi poveri cittadini sono “I Due Punti” e da poche settimane “Il Fatto Teramano”. I nostri avversari, ovvero questa deludente classe politica regionale, provinciale e tanto più comunale sono riusciti a rompere il giocattolo. Voi non lo percepite ma sono sicuro che tanti pasdaran del centrodestra ed alcuni sfigati di sinistra se la staranno ridendo alle vostre e nostre spalle. Non dovete cadere nella trappola o tranello che sia, distruggendo una collaborazione e amicizia ventennale per qualche malinteso. Inoltre il vostro senso di responsabilità vi dovrebbe portare a capire che nel caso fosse stato necessario arrivare ad una sintesi di questo equivoco, forse per il bene della città, sarebbe stato meglio farlo di persona e non utilizzando il blog.
    Conosco benissimo Falconi, lo stimo e gli voglio bene ora, durante e dopo. E’ stato ed è l’unica voce contro una stampa allineata al potere politico di questa città.
    Ora si aggiunto anche Il Fatto Teramano che sta svolgendo un effetto di moltiplicare l’azione contro la mala-gestione di questa città.
    Ricordate cosa accadde all’ex direttore della Città, oppure ad uno dei tanti direttori di Teleponte, oppure delle altre testate giornalistiche e televisive locali dove o l’editore o il politico di riferimento per motivi diversi che ovviamente non mi interessano hanno silurato il primo portando alla posizione di Direttore l’altro. Nonostante il malessere provocato ed il sangue versato non ho mai letto articoli del precedente Direttore contro il sostituto. Esiste il TEMPO che è l’unico GALANTUOMO che farà uscire la VERITA’. Solo dopo si può o si potrà accusare qualcuno.
    Ad entrambi Blogger Ad Maiora Semper per il bene della città e dei cittadini.

  16. Ernesto   16 febbraio 2014 at 10:44

    hahahahah seeee ma quale querela, non fatemi ridere.

    “Fantomatica” redazione che querela chi? Se ho diffamato io figuriamoci voi che andate diffamando tutti a prescindere…

    Poi comunque i commenti di questa “redazione” fanno ridere, vorrei sapere quale persona si cela dietro a “redazione”, non penso proprio F[r]ancia, perche’ anche se non condivido le sue idee mi sembra piu forbito nello scrivere rispetto a questa “redazione” che scrive “a me mi…”, dove hai studiato, al CEPU?

    Comunque, non mi sembra di aver diffamato nessuno, Me[lo]zi e’ un [paz]zo esaltato, e’ un dato di fatto, non la mia opinione. Non si ha diffamazione se quanto asserito non è falso, e spetta all’accusa dimostrare tale falsità. Io mi discolpero’ dimostrando la verità delle asserzioni ritenute diffamatorie. Cioe’ il video del creti[no] che chiama Br[ucchi da dentro l”OVS, se non e’ un esaltato quello…

    Poi mi sembra che quelli condannati per diffamazione sono stati Enri[co] e ba[io]co da Coc[c]iolito….o mi sbaglio?

    Mi dispiace ma la campagna elettorale (che farete ridere perche vi voteranno giusto quei ragazzini che ancora credono a babbo natale…) ve la pagate da soli.

    Commenti che appaiono e scompaiono, utenti bannati, a me questo bel sito fa ridere.

    Piu che Teramo 3.0 dovreste chiamarvi Teramo beta.

    Un’ultima notina per la cara “redazione” e con questo chiudo. Avete mai sentito parlare del programma Tor? Ecco, appunto, mo querelate sta ceppa!

  17. Carla   16 febbraio 2014 at 11:37

    Bravi! Finalmente qualcuno che scrive le cose come stanno. Dio quanto ci voleva!

  18. Federico C   16 febbraio 2014 at 12:35

    Ero scettico all’inizio quando è uscito Il fatto teramano, adesso più leggo le notizie e i commenti che scrivono certi soggetti e più mi convico che invece è una cosa buona.

  19. malcolmX   16 febbraio 2014 at 12:59

    Si rasenta l’imbecillità, anzi ritiro il rasenta.
    “non si ha diffamazione se quanto asserito non è falso”? O testa di quiz, prova a dare della puttana ad una vera puttana in presenza di testimoni.Querelatevi pure,ma fate soltanto ridere;quanto era bella la canonica scazzottata…..ma bisognava essere uomini e l’ummene uje dua cazz sta chiù.

  20. Finizio   16 febbraio 2014 at 14:16

    o Malcomx….

    “non si ha diffamazione se quanto asserito non è falso” è il codice penale non un’opinione di Geronimo….

    poi una puttana diffamata na so sentit mai….

    Ma Chris Franc/i/a che fa il paladino della giustizia con il padre che non si sa che va facendo al comune? ma dai su…arpijeteve

    chi sa, sa…chi non sa è convinto che teramo 3.0 sono i buoni….

  21. Il Fatto Teramano   16 febbraio 2014 at 14:54

    Questo blog è un bene di tutti. Vi preghiamo di utilizzarlo, nelle discussioni, per arricchire la città di contenuti e per fare un passo in avanti. Spam e troll volgari saranno ovviamente bannati. Grazie

  22. Walter Nanni   16 febbraio 2014 at 15:30

    Per anni ho letto, seguito e apprezzato molto il blogger Giancarlo Falconi. Mi sembrava una voce libera in mezzo a tante lobby di potere. Oggi ho molti dubbi sulla sua indipendenza, moltissimi. Spero di sbagliarmi. Sarebbe una grandissima delusione.
    Colgo l’occasione per salutare Teramo e i Teramani che porto sempre nel mio cuore. WN

  23. saremo tanti   16 febbraio 2014 at 19:36

    Ho seguito, apprezzato e stimato il blogger Giancarlo Falconi. Sono rimasto basito da queste chiacchiere ultime. Mi rifiuto di crederci. Sono anche dispiaciuto della fine della stima reciproca con christian. Non doveva finire così.
    Giancà, se non condividevi il nuovo percorso di christian, potevate parlarne e fare ognuno la vostra strada rimanendo amici. Se sono vere le chiacchiere che si fanno in libertà, idem, potevate parlarvi, decidere di dividervi rimanendo buoni amici. So che vi stimavate. La stima non si cancella per un episodio che ognuno poteva ritenere legittimo.Fate uno sforzo, guardatevi negli occhi senza chiedervi scusa vicendevolmente e riabbracciatevi, in fondo avevate un obiettivo comune: essere bloggers liberi da ogni forma di condizionamento. Il giornalista professionista teramano venduto, sappiamo chi è, non puoi essere tu. Non è possibile che ti abbiano comprato. Ma soprattutto per poco. E proprio per questo mi rifiuto di crederci, anzi non ci crederò mai.
    Con profonda stima saremo tanti.

  24. saremo tanti   16 febbraio 2014 at 19:44

    Ho postato un commento, con le stesse modalità di sempre. Non è andato a buon fine perchè?

  25. w la verità   16 febbraio 2014 at 20:28

    come mai Falconi non scrive mai contro Gatti e non mi ha mai pubblicato i commenti contro Gatti mentre mi ha pubblicato commenti più “pesanti” che però non toccavano Gatti. Non sto insinuando nulla, mi sto solo chiedendo come mai? Grazie a questo libero spazio ho scoperto che è successa la stessa cosa ad altri…come mai?

  26. (vero) ferruccio   16 febbraio 2014 at 20:36

    w la verità, ma perché Lei i suoi commenti contro Gatti non li pubblica su questo sito, che certamente glieli pubblicherà? Non sto insinuando nulla, mi sto solo chiedendo come mai.

  27. Il Moderato   16 febbraio 2014 at 23:11

    Voi siete acciecati dall’odio verso chi non è d’accordo con voi.
    Voi sospettate le persone perché qualcuno non scrive su chi voi invece pensate che bisognerebbe scrivere.
    voi siete sinceramente poco democratici.
    Spero che il sig. Pomante si dissoci da questo modo di fare altrimenti questa coalizione intimidirà gli elettori.
    Non credo che Teramo sia una città che ami questo modo di fare.
    Sono convinto che questo atteggiamento non paga e il povero Pomante se ne accorgerà solo dopo il risultato elettorale.
    Ristabiliamo il rispetto anche per posizioni nettamente opposte.
    Questa è la democrazia.

  28. Diego   17 febbraio 2014 at 0:29

    Quest’aria di “chi non è con me è contro di me”, comincia a farmi veramente schifo. A quando le liste di proscrizione?

  29. christian francia   17 febbraio 2014 at 1:30

    Gentile “Il Moderato”,
    gradirei da Lei una plausibile motivazione in base alla quale dovremmo essere “accecati” (non “acciecati”) dall’odio verso chi non è d’accordo con noi.
    Se così fosse, nessuno potrebbe commentare su questo sito senza una preventiva moderazione.

    Inoltre, Lei sostiene che noi saremmo “poco democratici”. In parte è vero nella misura in cui ci fa schifo il PD di Teramo, In parte è falso se si rifersce alla democrazia, perchè noi invochiamo la democrazia in ogni situazione, con la massima partecipazione dei cittadini ad ogni singola decisione amministrativa (ma Brucchi non è affatto d’accordo: secondo lui solo il voto è democratico, poi per 5 anni si sta in silenzio ad ascoltare le scemenze del sindaco senza interloquire).

    Infine Lei utilizza un argomento capzioso: “Spero che il sig. Pomante si dissoci da questo modo di fare altrimenti questa coalizione intimidirà gli elettori. Non credo che Teramo sia una città che ami questo modo di fare. Sono convinto che questo atteggiamento non paga e il povero Pomante se ne accorgerà solo dopo il risultato elettorale. Ristabiliamo il rispetto anche per posizioni nettamente opposte. Questa è la democrazia”.

    Al riguardo, mi permetta di tranquillizzarla. Sia io che Lei ci troviamo nel caldo delle nostre case e, protetti da uno stipendio sicuro, ci sentiamo moderati, sereni, felici dello “status quo”.

    Purtroppo la maggioranza dei teramani non si sente più tranquilla come noi, come me, ha paura del futuro e vive l’incertezza del presente. Per questi motivi reputo sommamente necessario che i toni siano altissimi nel dibattito pubblico, perchè chi dovrebbe ascoltare (il sindaco) è a pancia piena (guadagna centinaia di migliaia di euro l’anno), è intorpidito da pranzi a 18 portate e non sente il grido degli affamati che si alza incessante dalle strade.

    In una simile situazione persino Renzi (che è di destra) ha sentito la mecessità di invocare “una svolta radicale” (ha letto bene: radicale), cioè una parola esattamente opposta alla parola “moderato”.

    Quindi Teramo 3.0 e Renzi sono pericolosi estremisti? Non credo, credo piuttosto che sappiano ascoltare il comune sentire e sappiano leggere nella disperazione della gente.

    Quello che Lei definisce odio dalla sua comoda poltrona, non è niente altro che la rabbia e l’insoddisfazione di coloro che perdono il lavoro a Teramo, che non sanno come pagare le bollette e vivono con le candele nelle case di proprietà.

    Io mi sforzo di dare loro voce perchè lo ritengo profondamente giusto, ma mi creda: di Chiodi, Gatti, Brucchi e Tancredi non mi frega proprio nulla perchè sono abituato a trascorrere le serate in compagnia di mia moglie a parlare di Seneca.

    Se Lei pensa che la situazione teramana ed abruzzese è normale, serena, con la maggioranza degli abitanti che è felice di come vanno le cose, allora continui a rimanere moderato e a parlare sottovoce.

    Io, se mi permette, continuerò a sottolineare – con tutta la perentorietà di cui sono capace – che questo branco di arrivisti politicamente incapaci devono scomparire dalla scena pubblica prima che l’emigrazione non svuoti l’Abruzzo intero.

    Il mio non è odio, è amore per Teramo e per chi ancora ci abita. Mi stia bene.

  30. Musulman Italia   17 febbraio 2014 at 2:28

    Anch’io ho provato a parlare di Seneca con mia moglie ma è stato un disastro: io non sapevo cosa dire e lei dopo un po’ mi ha chiesto se volevo una tisana.

  31. carlo   17 febbraio 2014 at 8:20

    lo sanno tutti del micetto.-…

  32. Tibisay   17 febbraio 2014 at 12:22

    Al signor Santacruz: spero che lei si sbagli.
    zerovirgola sarebbe veramente triste per tutti.
    Ne trarrei le solite conseguenze: pure ai teramani
    piace la filosofia chiagni e fotti!

    Mi sembra di aver capito dalle polemiche con la redazione del fattoteramano, che lei è per tutt’altro sindaco. Brucchi? Di Pasquale?
    beh sinceramente, se così fosse, mi perdoni, ma il dubbio sorge in me spontaneo: o lei è al riparo o è colluso con questa classe politica e quindi non ha desiderio che cambi alcunchè.
    Se invece, semplicemente, le sue condizioni le permettono di non preoccuparsi di ciò che avverrà, mi permetta di farle notare però una cosa: lei vive in questa città. Anche i suoi familiari(ne avrà, immagino). Una rapina, un furto, un incidente con qualcuno che vive ai margini della società può capitare anche a lei o ad uno dei suoi familiari. E più saremo quelli ai margini, più aumenterà la probabilità che lei od un suo familiare incorra in qualche brutto incidente.
    Anche solo da un puro sentimento egoistico, le conviene che anche gli altri stiano bene. Affinchè lei possa vivere più tranquillo.
    Sperando di indurle un briciolo di dubbio, vista la sua cultura….. cordialità

  33. Bruno il matto   17 febbraio 2014 at 13:23

    avevo accolto con curiosità la nascita di questo sito. ma è diventato illeggibile…

  34. Il Fatto Teramano   17 febbraio 2014 at 14:09

    Avviso ai naviganti: da un’analisi del traffico sul nostro blog è emerso che molti dei commenti postati su questa notizia, anche se con nick name diversi, sono riconducibili allo stesso autore.

  35. Tibisay   17 febbraio 2014 at 15:56

    Al sig. Ferruccio.
    Certamente sono aperta al dialgo e cerco sempre il confronto, con tutti. C’è sempre da imparare. Un’altra persona può mostrarti una visione differente dalla tua. Un altro punto di vista. Qualcosa che tu non avevi considerato.
    Credo che ci siano pochi commenti perchè molti hanno paura di esporsi, anche se dietro ad un nick name.
    E quindi alla fine ci si ritrova sempre con gli stessi a scambiarsi opionioni.

    Per quanto riguarda il fattoteramano, mi pare evidente che stanno dalla parte di Pomante.
    E forse tra i soliti commentatori c’è qualcuno che alza un pò i toni. Non io. Possiamo conversare tra noi. Solitamente non raccolgo le provocazioni, tirano fuori il peggio di ciascuno di noi.

    PS. al sig. Santacruz complimenti: cultura o sa chi sono? 🙂

  36. Tibisay   17 febbraio 2014 at 16:39

    Caro sig. Santacruz
    non posso indicarle la mia email pubblicamente su questo sito.
    Pertanto chiedo alla direzione del fattoteramano di pubblicare la sua risposta.
    Suvvia redazione, lo scopo del blog è lo scambio di opinioni. Ormai al sig. Sig Santacruz avete dedicato anche una rubrica!

    Io francamente non so se è stata realmente bannata.
    Come possono farlo? vedendo come si postano i commenti….in effetti però quel mio post non lo vedo più in giro… forse ho detto troppo?!

    ritenti.
    comunque nel mio post volevo dire che secondo me una società in cui stanno tutti bene è meglio per tutti. a presto

  37. Tibisay   17 febbraio 2014 at 16:47

    no Santacruz, io intendevo quello sul giudice che andava a spasso mano nella mano… 🙂
    ehehehe

  38. Tibisay   17 febbraio 2014 at 17:21

    Santacruz e Ferruccio non ce la faccio a starvi appresso!
    cmq cerco di rispondere brevemente:
    sono UNA utente, non che la cosa abbia molta importanza!
    questo sito non lo trovo malaccio. e forse per alcuni può funzionare. forse non ha effetto su di lei, Ferruccio, ma non siamo tutti uguali. Purtroppo ritengo che la maggior parte degli elettori sia poco attenta e può bastargli un blog o un wikiteramo.
    A me non basta. Pomante sono stata anche a sentirlo, mi sono andata a vedere la presentazione che è stata fatta l’anno scorso. Mi piacciono le cose che dice. C’erano anche dei punti. Se non vado errata una decina.
    Le potrei controbbattere: ma gli altri le hanno fatto vedere un programma?
    Sono stata anche alla presentazione della Cordone, anche lei mi è piaciuta, mah…non so qualcosa non mi ha convinto. In quella occasione ci è stato detto che se non avesse vinto, avrebbe donato il suo programma al vincitore. Ma del programma nemmeno l’ombra.
    Insomma….più che un programma, poi, mi interessa l’onestà di chi mi dovrà governare. Oggi abbiamo bisogno di gente onesta. destra o sinistra mi interessa poco. E veniamo dunque a PD e PDL. Ecco chi sceglie di farsi rappresentare da questi due partiti….uhmmmm.
    Pomante è una novità. Fino adesso ha fatto l’avvocato. E’ specializzato nelle frodi informatiche. Viene dall’esercito, se non ricordo male.
    Conosce il diritto amministrativo e ha detto che se verrà eletto, farà solo il Sindaco. Ecco me lo auguro.

    E con questo mi riallaccio all’osservazione che mi fa Santacruz: “Detto questo, mi consenta un monito di tenerezza nei suoi confronti quando sostiene che un cambiamento ai vertici della politica cittadina, garantirà a me ed alla collettività di vivere senza la paura delle gentaglia.”
    La differenza che ho notato tra Pomante e gli altri è la seguente:
    Pomante sostiene che se stiamo come stiamo la responsabilità è tutta nostra. E su questo mi trova d’accordo al 100%. Se vogliamo che le cose cambino questo dipende da noi
    e solo da noi. E anche su questo mi trova d’accordo al 100%. Lui propone la partecipazione di noi tutti. Dobbiamo riprenderci la cosa pubblica.
    Ed è questa la sola via. Partecipare. Farsi coinvolgere. Wikiteramo è un modo per raccogliere idee. Per vedere che cosa vorrebbe la gente.
    E’ un modo. A me è piaciuto. Se di tutte quelle cose, ne venissero messe in pratica una decina… beh non sarebbe male. A me piacerebbe.
    Propone di rendere efficiente il sistema. Anche questo mi alletta molto. Dice che vuole mandare via i dirigenti che non si assumono le proprie responsabilità.
    Vediamolo. Mettiamolo alla prova.
    Io so solo che ultimamente Teramo vive un degrado totale. Mi è capitato di vedere ragazzi far pipì su una macchina o sul muro in pieno centro in ore serali e non notturne.
    Ci sono strade di Teramo che olezzano a piscio… disgustoso.
    Cacche ovunque. Inciviltà totale. Questo non è tollerabile.
    Si, è stato fatto il bike sharing.. ma poi? Se sali su un bicicletta rischi di essere investito dalle macchine.
    Il parco fluviale è tenuto male.
    Le macchine invadono il centro storico. P.zza Sant’Anna, la piazza più bella di Teramo per me, è devastata dalle automobili.

    Io dico: il vecchio lo abbiamo provato. Proviamo il nuovo e teniamolo d’occhio!
    Ora vi saluto, altrimenti mi licenziano!
    🙂
    alla prossima

  39. Anonimo   17 febbraio 2014 at 20:35

    Mi bannate anche se scrivo che per me va bene rivederci in tribunale?
    E perché se siete sicuri del fatto vostro?
    P.S. – bravi per aver corretto “centra” con “c’entra” 🙂 🙂 🙂
    P.S. 2 – il mio indirizzo IP inizia con 192… lo sapete benissimo se siete davvero in grado di vedere gli indirizzi IP di chi posta i commenti.
    Fate i bravi ragazzi, fate i bravi…

  40. Anonimo   17 febbraio 2014 at 20:42

    Pubblicate, ripubblicate con le correzioni di grammatica, cancellate…
    Vabbè, abbiamo capito… siete nel pallone.
    Mah…

  41. Anonimo1   17 febbraio 2014 at 21:03

    Per Anonimo,
    gli indirizzi IP che iniziano con 192 sono ip locali mentre quello che vedono gli amministratori del blog è l’indirizzo pubblico con cui esci sulla rete internet.
    Poi dall’indirizzo IP pubblico risalire alla persona è altra storia….

  42. Anonimo   17 febbraio 2014 at 21:10

    Grazie Anonimo1, non lo sapevo.
    Non sapendo una cosa del genere, figuriamoci se sono capace di violare un sito 🙂 🙂 🙂
    Vabbè, tanto il post inquisitore nei mie confronti è stato eliminato.
    Tutto bene quel che finisce bene, ma più self control ragazzi eh?
    Inutile innervosirsi, si parla… ci si confronta…

  43. Anonimo1   17 febbraio 2014 at 21:25

    Per Anonimo,
    sulla violazione del sito mi sono già espresso con un precedente commento proprio sull’articolo in cui parlavano della presunta violazione.
    Secondo me sono dei mitomani e siccome nessuno se li fila inventano queste storielle.. figuriamoci se un hacker vero perde tempo con loro….

  44. Anonimo1   17 febbraio 2014 at 21:31

    io dico che il presunto direttore d’orchestra, prima di andare a San Remo a far finta di dirigere come un burattino un’orchestra che si dirige da sola, potrebbe andare a studiare in conservatorio, dove se confrontato con un qualunque studente medio, verrebbe bastonato!!

  45. oiccurref   17 febbraio 2014 at 22:58

    Solo vergogna.

  46. Virzí   18 febbraio 2014 at 7:46

    Anonimi da quattro soldi piú scrivete piú confermate che questo sito é quello da leggere e non gli altri. Altrimenti perché vi date tutta questa pena per trollare? Addirittura non ci dormite la notte. Balordi, mentecatti e pure sgrammaticati.

  47. Antonio Macigno x Virzi   18 febbraio 2014 at 12:34

    a parlat lu professor… ma vai a pascolare, contadino

  48. Il Fatto Teramano   18 febbraio 2014 at 13:59

    Martedì 18 febbario, ore 13:56 – Questo articolo è stato letto, fin qui, 2043 volte.

  49. Virzì   19 febbraio 2014 at 10:02

    Per Antonio Macigno. Excusatio non petita accusatio manifesta se capisci cosa vuol dire. Io vado a pascolare e non me ne vergogno certo, essendo il mestiere al quale tutti dobbiamo l’essere abruzzesi, ma Tu hai perso l’ennesima occasione per non scrivere e non dimostrare ancora una volta quanto sei miserello e prezzolato.

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.