Il FT è un blog libero. MANDATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI, ABBIAMO BISOGNO DI VOI – scrivete a ilfattoteramano@gmail.com

Il FT è un blog libero. MANDATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI, ABBIAMO BISOGNO DI VOI – scrivete a ilfattoteramano@gmail.com

Il Fatto Teramano è un blog libero, uno strumento attraverso il quale opinioni e notizie possono circolare in piena libertà e senza condizionamenti. Abbiamo però bisogno di voi, delle vostre segnalazioni, dei vostri occhi. Se sapete di illeciti che vengono commessi (anche nella pubblica amministrazione) o avete visto “qualcosa di strano” SCRIVETECI, anche in forma anonima. Provvederemo a verificare le informazioni e a trovare eventualmente i riscontri per quanto ci sarà possibile.

Noi ce la metteremo tutta ma ABBIAMO BISOGNO ANCHE DI VOI.

 

Puoi davvero contribuire a smascherare tanti furbetti e a costruire un futuro migliore, più pulito, per te e i tuoi figli.

 

SCRIVI A :  ilfattoteramano@gmail.com

8 Responses to "Il FT è un blog libero. MANDATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI, ABBIAMO BISOGNO DI VOI – scrivete a ilfattoteramano@gmail.com"

  1. Tibisay   13 febbraio 2014 at 16:07

    Bene! Non so se questa può interessarvi:

    Posso spendere due parole sul Tribunale di Teramo?!
    E sui giudici e cancellieri?
    Ho avuto un’esperienza davvero deludente.
    Sono divorziata. Il mio ex marito non si comporta secondo gli accordi. Perciò circa un anno fa mi sono rivolta alla giustizia per vedere risconosciuti i diritti di mio figlio ed i miei.
    Poichè da parte dell’avvocato di mio marito ho subito pesanti accuse, ho preparato una mia difesa ben argomentata, corredata di innumerevoli allegati.
    Il simpatico magistrato (uno dei tre del collegio, di cui non ricordo il nome) mi apostrofò con le seguenti testuali parole:
    “Mica posso leggermi tutte queste carte per voi!”.
    Bene! Ottimo! e per cosa ti paghiamo noi?????
    Ed io che avevo ancora un briciolo di fiducia nella giustizia…. per fortuna durante il giudizio è stato cambiato proprio questo giudice, sostituito con un altro magistrato. Il quale si è rivelato molto efficiente, sebbene non in grado, a mio avviso, nella gestione di una causa che coinvolge minori. Mio figlio di 15 anni è stato ascoltato dal collegio. Una delle domande poste al ragazzo è stata: “Ritieni che tua madre abbia subito un danno dal comportamento di tuo padre?”
    A voi sembra sensato? che ne può sapere un ragazzo di 15 anni di danno morale? di conti in rosso? di preoccupazioni? un ragazzo può dire se è stato picchiato, se è vero o meno che non vede il padre da tot mesi, ecc. ma che ne sa del danno???? e come può un giudice decidere una sentenza in base alle dichiarazioni di un ragazzo di 15 anni, che come prima cosa aveva detto all’assitente sociale che non voleva essere coinvolto nelle beghe dei genitori?
    Io posso anche capire che il mio caso non sia un caso disperato, nè grave. Ma questo non significa che io non debba essere trattata con lo stesso rispetto o con lo stesso rigore che si riserva ad altri casi più drammatici. Forse anche per questo molti padri spariscono dalla circolazione…..

    altra chicca: sempre nel corso di questo giudizio, il mio ex marito ha chiesto anche il gratuito patrocinio, sostenendo di non avere redditi. Dimenticandosi però di dire che convive con un’altra persona munita di redditi.
    Ho presentato un esposto alla procura.
    Non ho mai avuto notizie in merito…….

    ancora: il magistrato, ripeto, molto efficiente, poichè in tempi sempre molto brevi ha depositato ordinanza e sentenza, ha emesso la sentenza in data 5 settembre 2013. A gennaio 2014 questa sentenza non ci è stata ancora comunicata. Io ne ero a conoscenza ufficiosamente poichè gli avvocati hanno accesso on line alla documentazione.
    Mi chiedo: che cavolo ha fatto la cancelleria tutto questo tempo?!?!?!

    mah… la conclusione:
    io mi sono dovuta pagare anche l’avvocato ed il mio ex l’ha fatta franca!
    e molte mattine andando al lavoro incrocio il simpatico magistrato che non ha voglia di leggere mano nella mano con la sua dolce metà….

  2. ferruccio   13 febbraio 2014 at 19:04

    “Qualcosa di strano” che ha il sapore di “illecito” è il fatto (teramano) che moltissimi ristoratori del centro storico, beatamente ed impunemente, se ne infischiano di rispettare il Regolamento comunale per la somministrazione di cibi e bevande. L’articolo 8 di detto Regolamento prevede, a tutela dei consumatori e della concorrenza, che i ristoranti espongano la TABELLA PREZZI in modo che essa sia visibile dall’ESTERNO del locale, almeno durante l’orario di apertura al pubblico. Io sfido chiunque a farsi un giro in centro all’ora di cena e farsi un’idea, senza entrare nel locale, di quali e quante pietanze offra il menù e soprattutto quale accidenti sia il prezzo di un primo, di un secondo o di un contorno. Finora ho “informalmente” interrogato al riguardo il presidente della Commissione Affari generali Ezio Torelli (che, sostanzialmente, ritiene che sia il consumatore, una volta spennato, a ben comprendere quale ristorante sia meglio per lui evitare) e, poche ore fa, il sig. Marcello Olivieri di Teramo Vivi Città, entrambi attraverso le pagine di Emmelle (solo perché ne ho avuto l’opportunità, non siate “gelosi”). Ora segnalo la cosa anche a Voi de Il Fatto Teramano: vediamo un po’ chi dovremo ringraziare, noi consumatori, se in questa benedetta città si potrà respirare un pochino più di legalità e di rispetto delle regole, a cominciare -ma è solo un esempio come tanti- da via Veneto.

  3. Il Fatto Teramano   13 febbraio 2014 at 21:22

    Grazie Tibisay, scrivi a ilfattoteramano@gmail.com

  4. marco   14 febbraio 2014 at 14:09

    30 anni ti sei allargato un po’… diciamo venti. anche qualcuno in meno. visto che venti anni fa strisciavi ancora dietro gente come casini (manager asl) e non avevi ancora nessun ruolo sociale. e comunque sei un sedicente giornalista. diciamo opinionista. ma anche opinionista non va granchè bene. diciamo megafono. megafono dei tancredi, dei brucchi al bar calipso, dei malavolta televisivi, dei cantagalli editori, dei falone editori, dei di francesco de noantri. insomma di volta in volta megafono del potente di turno. con svolta anche quotidiana.

  5. Anonimo   15 febbraio 2014 at 1:02

    Che personaccia questo sedicente giornalista! Ora a servizio ed a libro paga di un certo di fran…..sco, cioè il prestanome in affari di un certo onorevole. Altra personaccia. Quando questo onorevole deve investire in mattoni fa comprare dall’immobiliarista….. Teramo centro…., S. Benedetto del Tronto……
    Che personacce? Ed ai teramani che queste cose non le racconta nessuno continuano pure a votarlo. Così il di fra…..sco, con la cresta che ci fa quando acquista per conto dell’altro, compra una emittente, assume il megafono gonfiato che poi sparla di tutti. E’ una vera vergogna avere a Teramo individui come questi. Ma come si fa a guadagnarsi il pane in questo modo? Si avrebbe più dignità a portare la moglie lungo il salinello…… E’ un uomo completamente asservito al potente di turno. Presto lo scaricherà anche l’immobiliarista e dopo con il viso coperto dovrà andarsene da Teramo.
    Ha avuto il coraggio di parlar male dei ragazzi che volevano riappropriarsi di uno spazio morto per la loro viva cultura. Ha parlato anche male di coloro che difendevano questi ragazzi. Insomma è stato mandato li dai padroni (Tancredi-Brucchi) a parlar male di una iniziativa lodevole. Penso che ora non ci sia più neanche un Teramano che non lo conosca.
    Viva l’Italia.

  6. Illuso   15 febbraio 2014 at 21:27

    Pomante è per me ( potrebbe esserlo per molti) il candidato ideale per amministrare la Nostra Città…. Però Vi invito a riflettere ( a Voi Che ve ne fate portavoce)…. E’ possibile che molti attacchi di natura etica verso gli avversari, vengano da chi ha parenti stretti, con uno stipendio da amministrazione pubblica, conclude affari di compra-vendita immobiliare prendendo i soldi in nero? Oppure da chi, scambiando il futuro di una Città per una questione campanilistica, mi fa esempi assurdi su amministrazioni a Statuto Speciale? Non Vi bastano gli ultimi vent’anni della storia d’Italia per capire che così si fa solo il bene dell’avversario che volete combattere?

  7. Santacruz   16 febbraio 2014 at 17:01

    Qualcuno sostiene che i post contenenti alcune parole chiave qui non vengono pubblicati (sempre questo qualcuno dice che si tratta di parole riconducibili a specifici nomi e cognomi).
    Nel mio post precedente ho scritto “notte D’AMORE” e non solo è apparso, ma mi è sembrato anche più velocemente del solito… 🙂 🙂 🙂

  8. maxpazzini   6 marzo 2014 at 16:58

    Perche’non indagate sui misfatti che avvengono all’Arpa ! Ne vedrete di belle !

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.