Seccia interrompe la funzione di Capodanno: “O la messa o il concerto”

Seccia interrompe la funzione di Capodanno: “O la messa o il concerto”

Michele-Seccia

“Basta con le messe in queste condizioni!”

Un Vescovo su tutte le furie. La massima autorità religiosa della Diocesi di Teramo-Atri, Monsignor Michele Seccia, ha le idee ben chiare sugli eventi cittadini e le ha espresse oggi, nel corso della celebrazione liturgica che alle 19:00 si é svolta in Cattedrale. Secondo alcuni testimoni presenti alla messa, il Vescovo avrebbe espresso il suo disappunto sulle manifestazioni musicali organizzate dall’amministrazione comunale in Piazza Martiri dichiarando che in futuro, in corrispondenza delle stesse, non avrà più luogo alcuna celebrazione liturgica. Il motivo di tale annuncio é palesemente riconducibile al volume della musica, che disturberebbe il normale svolgimento delle omelie.atriu

L’annuncio é arrivato chiaro e diretto ad un gran numero di fedeli, tra essi anche un imbarazzato Guido Campana, l’assessore responsabile delle attività di intrattenimento natalizie, verso il quale si sono rivolti gli sguardi interrogativi degli astanti.

Pare che la band rea di aver disturbato il pacifico svolgimento della funzione religiosa sia la “Tequila e Montepulciano band”, quella di cui l’assessore Campana aveva giorni addietro tessuto le lodi, tanto da conferire alla stessa un riconoscimento. Niente di strano, dunque, se non fosse che i musicanti tanto in simbiosi con l’amministrazione comunale, parecchio osannati anche da alcune tv locali, non abbiano rispettato il timing religioso e siano andati avanti a far vibrare i vetri del duomo ed i nervi del Vescovo.

Tanta perplessità da parte dell’opinione pubblica: alcuni, al termine della funzione religiosa, avrebbero addirittura borbottato infastiditi all’assessore di dimettersi.

Viene da chiedersi: come mai Campana, molto religioso e praticante, viene sottoposto ad un simile rimprovero pubblico? Che le ferite derivanti dai litigi dei mesi passati non siano ancora sanate?.

One Response to "Seccia interrompe la funzione di Capodanno: “O la messa o il concerto”"

  1. d'ottavio diana   2 gennaio 2014 at 15:17

    quando ero giovane,qualsiasi manifestazione ci fosse in piazza Martiri,al momento della Messa veniva sospesa.C’era molto rispetto,ne avevano anche i non credenti.Come possiamo pretendere la libertà del culto religioso nei paesi mussulmani se non c’è in casa nostra?

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.