Nuzzo, la parte lesa.

Nuzzo, la parte lesa.

Prof.Mario_NuzzoLa “banca parallela” costituita dall’ex dg Tercas Antonio Di Matteo assieme ai suoi amici e così descritta dal Gip romano Vilma Passamonti nella sua ordinanza di custodia cautelare, fa tremare anche i vertici della Fondazione di Palazzo Melatino proprietaria della banca di Corso San Giorgio avendo una partecipazione del 65% nel capitale sociale dell’istituto di credito ora commissariato. Il presidente della Fondazione Tercas, Mario Nuzzo, mostra tutta la sua cautela sulla bufera che si è abbattuta sul corso principale anche se per la verità in precedenza qualche sentore il Consiglio di indirizzo l’aveva pure avvertito. Da quanto di apprende a Palazzo Melatino ci sarebbe la possibilità a questo punto che banca possa risultare parte lesa nel giudizio che verrà emesso. Nuzzo per il momento appare molto sulle sue in attesa che si chiariscano i contorni della vicenda: “Non credo che l’arresto di Antonio Di Matteo, assieme a tutte le altre vicende giudiziarie, possa incidere sulle vicende attuali Tercas e su questa operazione di salvataggio in corso condotta dalla banca Popolare di Bari, per di più la Fondazione guarda con molta attenzione a quest’ultima vicenda pensando di partecipare con una sua quota nella capitalizzazione”. Rumors indicano questa quota in un buon 10%, aspettando sempre l’intervento delle altre fondazioni che finora non hanno mostrato entusiasmo nell’idea. E in attesa anche che si muova il commissario straordinario Riccardo Sora per determinare la data della convocazione dell’assemblea (le fonti la indicano per i primi di Febbraio), si sta aspettando la sua valutazione della partecipazione attuale in Tercas e la decretazione della somma finale dell’aumento di capitale. Nuzzo comunque, allo scopo anche di rassicurare la clientela, ci tiene a precisare che “la vicenda sulle operazioni di ricapitalizzazione della banca che sono attualmente in corso da parte della Popolare ed anche eventualmente dalle Fondazioni, resta una vicenda collaterale rispetto alla vicenda giudiziaria in corso. Tra l’altro la competenza è interamente oltre che del Procura della repubblica anche del commissario straordinario Riuccardo Sora”. Difatti, l’azione di risarcimento danni che a questo punto verrà con molta probabilità avanzata da Corso San Giorgio sarà appunto di sua esclusiva competenza. “Comunque attendiamo gli sviluppi” conclude Mario Nuzzo.

One Response to "Nuzzo, la parte lesa."

  1. Anonimo   21 dicembre 2013 at 5:05

    brucchi brocco

Leave a Reply

Il Fatto Teramano è l'unico sito che ti permette di commentare senza registrazione ed in forma totalmente anonima. Sta a te decidere se includere le tue generalità o meno. Nel momento in cui pubblichi il tuo commento dichiari di aver preso visione del nostro disclaimer e di accettarne le regole. Per inviare il tuo commento aiuta il sito a verificare la tua esistenza trascinando un'icona secondo le indicazioni e clicca su Commento all'articolo.

 

Your email address will not be published.